MANFRED HüBLER & SIEGFRIED SCHWAB
Vampyros Lesbos – Sexadelic Dance Party

[ Crippled Dick Hotwax - 2006 ]
7
 
Genere: psichedelic, alternative-rock
 
2 Marzo 2006
 

Dopo la prima ristampa su cd nel 1995, sempre targata Crippled Dick Hot Wax, ritorna sul mercato discografico la sexadelica psichedelica di “Vampyros Lesbos”, ora impreziosita da un booklet più ampio e da alcune bonus track assenti nella precedente edizione.

L’album è la colonna sonora di uno delle tante pellicole di culto del prolifico regista Jess Franco (circa 150 film all’attivo), interpretata da Soledad Miranda, sensuale vampira che seduce nel suo voluttuoso mondo un spaesata e ignara agente immobiliare. Se la pellicola affascina e seduce al pari della protagonista uno dei motivi sta proprio nella sua soundtrack, composta dai tedeschi Manfred Hübler e Siegfried Schwab. Il duo, pur avendo lavorato solo su stralci di sequenze e su poche scene montate, è riuscito a cogliere alla perfezione le atmosfere che Franco intendeva dare al film: visionarietà psichedelicamente erotica, carnalità jazzistica, sitar e flauti pieni di lascivia e una buona dose di eccitanti e viziose sonorità lounge di raffinata fattura. “Dedicated To Love” , “The Six Visions Of Aspasia” e“We Don’t Care” apriranno il vostro party licenzioso all’insegna di beat e profumi provenienti dai 60’s più orientaleggianti, con “There’s no satisfaction” e “Droge CH 9” comincerete a danzare vorticosamente con la vostra passionale eletta, ma sarà “The Lion and the Cucumber” (che avrete forse già ascoltato nella o.s.t. del “Jackie Brown” tarantiniano) a diffondere gemiti di piacere accompagnati da chitarre soffusamente psichedeliche e sitar voluttuosi, mentre “ Necromania ” aprirà l’accesso a stanze fumose dove l’orgiastica volontà di piacere farà cadere tutti i vostri (restanti ) freni inibitori .

Insomma “Vampyros Lesbos” non è l’ennesima raccolta di sonorità retrò alla moda, ma piuttosto una discesa nelle ambigue ed eccitanti atmosfere dell’universo Jess Franco, un’esperienza che, se non altro nella propria immaginazione, tutti dovrebbero provare almeno una volta…

Tracklist
1. Droge CX
2. Lions And The Cucumber
3. There’s No Satisfaction
4. Dedicated To Love
5. People’s Playground
6. We Don’t Care
7. Ballad Of A Fair Singer
8. Necronomania
9. Kamasutra
10. Message
11. Shindai Lovers
12. Six Wisdoms Of Aspasia
13. Konkubination
14. Ghost Or Good And Bad Onions
 
 

Paradise Lost – Obsidian

Innanzitutto, facciamo un plauso ai Paradise Lost: con l’opportunità di posticipare l’uscita di “Obsidian” a tempi più felici, ...

Populous – W.

Sembra un quadro cubista la coloratissima copertina creata da Nicola Napoli per “W” (abbreviazione di Woman) nuovo e sesto album di ...

Woods – Strange To Explain

Undici album in quindici anni è una media invidiabile per qualunque band e specialmente per i Woods di Jeremy Earl e Jarvis Taveniere che ...

DASP – L’indipendente ...

I DASP sono una band (in realtà il progetto fa riferimento a Domenico Palopoli) che non teme l’indie italiano, pur facendone parte ...

Perturbazione – (Dis)amore

Mancavano da tempo i Perturbazione, mancavano oltremodo quei Perturbazione che a lungo seppero esprimere il meglio del pop italiano, quello ...