LES FAUVES
Our Dildo Can Change Your Life [EP]

 
Tags:
 
11 Maggio 2006
 

Museo. Visita guidata. Popolazioni celtiche. Di fronte a un antichissimo ossario biconico (un’anfora di coccio tutta scheggiata, dentro cui in genere vengono deposti i resti dei parenti di qualcuno…) concludo che si, l’album dei Les Fauves è proprio una bella sferzata di speed su per il cervello. La guida (una carismatica cicciona bionda che si crede decente e ammicca ai vecchietti) mi fissa perplessa, forse interdetta dalla mia espressione che apostrofare come strafottutamentemenefreghista sarebbe davvero troppo opportuno, seppure ancora ben lontano dalla realtà. Lei continua imperterrita a parlare di teschi e cimeli funebri, io mi ripasso il disco a mente. Una scossa che pizzica il collo e un basso distorto: ecco come il nuovissimo attrezzo musicale dei Les Fauves potrebbe allietarvi di piacere l’interno del vostro io più annodato. 5th Avenue sono i My Bloody Valentine che giocano a fare i ragazzi spensierati. Stop-and-go, batteria a metronomo di precisione e molta pulizia new wave tutt’intorno. Ma il fuzz tradisce. Cazzo se tradisce. Garage in a garage, ladies and gentlemen e se fate i bravi vi facciamo anche un assolo. Spank Me è intrippata, leggermente psichedelica e si avvale della facoltà di organettare (mi fermo un istante per ripetere dieci volte ad alta voce “Modern Lovers” e poi riparto…). E Adesso? Non c’è il dolce? February Lullaby è la ciliegina su una torta di ferraglia: una ballata elettrica agrodolce e bluastra che rimanda ai Placebo più malinconici. Stop. Il desiderio è funzione di una mancanza. Si desidera ciò che non si ha. La manque è una caratteristica propria a tutti. Dopo aver ascoltato l’MP3 in basso vi renderete conto che la vostra manque oggi potrebbe anche essere rappresentata da questo disco.

Band Site
Our Dildo Can Change Your Life (EP) [ Urtovox – 2006 ]
BUY HERE
Similar Artist:
Pixies, Psycho Sun
Rating:
1. Do Re Mi
2. How Our Dildo Can Change Your Life
3. 5th Avenue
4. Meteor Swing
5. Spank Me
6. February Lullaby

Les Fauves su IndieForBunnies:
Recensione “N.A.L.T. 2 – LIQUID MODERNITY”Recensione “N.A.L.T. 1 – A FAST INTRODUCTION”

Tracklist
 
 

Fleet Foxes – Shore

Oggi non è un giorno a caso, ma l’equinozio d’autunno. Il 22 settembre, infatti, è stato volutamente e simbolicamente scelto da Robin ...

Matt Costa – Yellow Coat

La carriera di Matt Costa inizia nell’ormai lontano 2003 con il suo omonimo primo EP, pubblicato da Venerable Media: passano appena due ...

Lomelda – Hannah

E’ passato appena un anno e mezzo dall’uscita di “M For Empathy”, il terzo album di Lomelda, ma nei giorni scorsi la folk-singer ...

Motorpsycho – The All Is One

È sempre un piacere ascoltare qualcosa di nuovo dei Motorpsycho, uno dei pochi gruppi ancora in grado di sfruttare appieno il potenziale ...

Tricky – Fall To Pieces

“Fall To Pieces” è il frutto dell’attraversamento della tenebra più profonda per il Tricky uomo: l’album restituisce ciò ...