HALF-HANDED CLOUD
Halos & Lassos

 
 
16 Maggio 2006
 

Astenersi diabetici e simpatizzanti del male di vivere, qui si parla dell’ultimo estratto da quella combriccola di “bravi ragazzi” che è la Danielson Family da cui uscì anche l’ormai beneamato Sufjan Stevens. Il buon John Ringhofer non possiede ancora il talento maturo e la scrittura del “fratello” Sufjan ma le coordinate sono simili e compresse in una ventina di gradevoli canzoncine tutte coretti e gingilli che quasi mai superano i due minuti e mezzo.

Ci sono tutti i soliti ingredienti per glorificare il pop ed il creatore a dovere: falsetti, tastierine, ritmi da videogioco, fiati qua e là e tutte le percussioncine che vi vengono in mente. Se attendete impazienti un nuovo disco da amare dopo gli Architecture in Helsinki, l’ultimo Why e per l’appunto Sufjan Stevens magari non sarà questo ma di sicuro addolcirà l’attesa. E’ pur sempre primavera.

Tracklist
1. Earth Outside Of Ghost Will Only Be Quicksand
2. Tongues That Possess The Earth Instead
3. Foot On The Brake
4. A Suit Of Clouds To Ride The Skies
5. Praise Awaits You
6. Rise To The Heavens On Evaporation
7. A Picnic Few Want To Attend
8. In You Now, But Still Below
9. Eyes Peeled
10. You Wouldn't Embarrass Me, Would You?
11. You've Been Faithful To Us Clouds
12. Skip The Rope
13. Celebrating Hearts Aligned
14. They're Bad, But We're Worse
15. A Bed That Breathes With Him
16. Feed Your Sheep A Burning Lamp
17. Rainbow=Warbow
18. A Tree Replanted Back In Eden
19. Place Your Wind Against My Sails
 
 

Ulver – Flowers Of Evil

Il viaggio degli Ulver nei meandri del synthpop prosegue con le otto tracce di “Flowers Of Evil”, un album cui spetta il non semplice ...

Marsicans – Ursa Major

L’estate è ormai finita, ma ogni occasione è buona per ricordare la musica uscita in questo periodo. Tormentoni a parte, sono state ...

Paul Epworth – Voyager

Paul Epworth, famoso produttore che ha fatto la fortuna di artisti molto diversi come Adele, Coldplay, Bloc Party, Florence + The Machine, ...

Fleet Foxes – Shore

Oggi non è un giorno a caso, ma l’equinozio d’autunno. Il 22 settembre, infatti, è stato volutamente e simbolicamente scelto da Robin ...

Matt Costa – Yellow Coat

La carriera di Matt Costa inizia nell’ormai lontano 2003 con il suo omonimo primo EP, pubblicato da Venerable Media: passano appena due ...