PARKER LEWIS
No Boys Are Sleep [EP]

 
Tags: ,
 
6 novembre 2006
 

[ratings]

Gli artisti svedesi forse ci vogliono prendere in giro, cercando di convincerci che alle loro latitudini il sole brilla tutto il giorno e che la primavera dura dodici mesi l’anno. Oppure, come scrissi su queste pagine , il loro inverno è talmente freddo e duraturo che hanno bisogno di inneggiare all’estate per sopravvivere senza inabissarsi nella depressione. Un aspetto, questo, confermato anche da Parker Lewis, one man band che prende il nome da una trasmissione televisiva che non riscosse il successo sperato. L’EP in questione è stato registrato appositamente per due date italiane che l’artista ha condiviso con i Man Avec Les Lunettes, e nei tre brani inclusi presenta un luminoso e rassicurante indiepop che si rifà alla leggerezza di Jens Lekman e a tutto quel filone di pop melodico e artigianale che deve molto a Bacarach e affini. Tutto davvero piacevole anche se non proprio originalissimo, soprattutto in un periodo in cui da quelle parti dell’Europa proposte di questo genere vengono fuori come i funghi. Un Ep di tre brani non può delineare un quadro esauriente della musica di un artista, ma può rappresentare un primo assaggio di quello che potrà essere un album vero e proprio. Le basi ci sono tutte:ottime melodie, suoni artigianali ma non troppo e atmosfere scanzonate e agrodolci che aiutano a tirare su il morale. Ora non resta che aspettare e vedere cosa combinerà con il primo disco, tra l’altro già in cantiere. Magari, nel bel mezzo dell’inverno saremo noi i primi ad aver bisogno di Parker Lewis e delle sue melodie lucenti per spazzar via un po’ di buia depressione cosmica. E con il freddo che fa oggi inizio ad essere già impaziente.
Band Site
MySpace
No Boys Are Sleep (EP) [ Kitty Litter – 2006 ] – BUY HERE
Similar Artist: Jens Lekman, Sambassadeur, Sufjan Steven
Rating:
1. Carousel
2. Wasting Time
3. Save My Heart
Tracklist
 
 

Maggie Rogers – Heard It in a ...

No, “Heard It in a Past Life” non è il primo album di Maggie Rogers. È, tuttavia, il primo a non essere concepito e registrato in un ...

Gianni Maroccolo – Alone ...

Gianni Maroccolo fa parte di una generazione tra le più intraprendenti, musicalmente, in Italia. La sua biografia parla da sé, dai Litfiba ...

Officine Bukowski – Il primo ...

E’ strano. E’ strano come “Il primo giorno d’inverno” possa portare con sé la freschezza di un temporale ...

The Twilight Sad – It Won/t ...

I The Twilight Sad tornano a quattro anni di distanza da “Nobody Wants To Be Here And Nobody Wants To Leave”, album esaltato dalla ...

Toro Y Moi – Outer Space

Quando si arriva al sesto album è necessario rischiare e avventurarsi in generi non ancora esplorati o è meglio rimanere nell’ormai ...