EL PERRO DEL MAR
Look! It’s El Perro Del Mar

 
 
24 gennaio 2007
 

Provenienza: Svezia (ormai non c’è nemmeno più da stupirsi: là la classe te la danno il giorno che vieni registrato all’anagrafe).
Nome: spagnolo.
Lingua utilizzata per le parti vocali: inglese.
Ci sono già tutti gli ingredienti per intrigare.
Questo è quel che si cela dietro al progetto El Perro Del Mar, il mio personalissimo e intimo sottofondo alle inquadrature impresse nella mia memoria di una magica settimana nella misteriosa Praga.

Il destino di molta musica con la quale si ha la fortuna/sfortuna di entrare in contatto è indissolubilmente collegato al ‘dove’, ‘come’ e ‘quando’ questo si verifica.
Nel caso specifico la successione di eventi astrali è risultata perfettamente allineata e questo mi ha portato ad essere immediatamente conquistato sin dal primo ascolto di questa ennesima produzione folk-pop dalla glaciale scandinavia. Il merito è totalmente dei roventi arpeggi e dell’angelica Sarah Assbring, un talento agrodolce senza uguali.

A partire da “Candy” fino a “Here Comes That Feeling”, soffermandosi inevitabilmente al picco di estasi che provoca “God Knows (You Gotta Give To Get)”, el perro del quale si è in compagnia è palesemente un cucciolone docile, voluminoso e lanoso, perfetto da tenere sulle ginocchia a riscaldarci.
I classici coretti scandinavian-dream potrebbero risultare ripetitivi, ma sono la chiave sulla quale si basa la strutture delle 10 tracce e in pochi minuti si risulta assuefatti totalmente. L’impostazione è semplice, acustica e questo permette alla voce suadente di scorrere sussurrando.

Un tipico cd da loop: rabboccatevi il bicchiere di Bayleis bollente e tuffatevi estasiati nell’incantevole ascolto. Anche se a dire il vero con in sottofondo la deliziosa Miss Assbring nella versione El Perro Del Mar l’inverno può essere solo fuori, ci pensa lei a creare il tepore al punto giusto.

Look! It’s El Perro Del Mar
[ Hybrism – 2006 ]
Similar Artist: The Concretes, Bang Gang, Mi and L’Au
Rating:
1. Candy
2. God Knows (You Gotta Give To Get)
3. Party
4. People
5. Dog Listen
6. I Can’t Talk About It
7. Coming Down The Hill
8. This Loneliness
9. It’s All Good
10. Here Comes That Feeling
11. Shake It Off (US Bonus track)

EL PERRO DEL MAR su IndieForBunnies:

Tracklist
 
  • http://pamello.blogspot.com PaMeLlO

    3 stelle-3 stelle e 1/2 è anche il voto che avrei dato io. si tratta di un disco discreto – a mio modo di vedere – ma che non porta nulla di nuovo ad un panorama indie-pop scandinavo che – a mio parere – sta diventando un po’inflazionato (per dire: i dischi che la labrador pubblica rischiano di diventare ripetitivi, alla lunga). discorso diverso invece per sambassadeur, radio dept. e anche i’m from barcelona e the legends (ma sicuramente me ne sto scordando molti altri…)

  • Helmut

    Le tracce scaricabili sono molto interessanti…questa tipa potrebbe rivelarsi un bella sorpresa per me…bravo Nic…

  • Helmut

    A me ‘sta tipa piace sempre più…veramente bello l’album….confermo in pieno!

  • http://pamello.blogspot.com PaMeLlO

    helmut: non ho capito se questo disco ti piace o no…sii più esplicito, per favore… ;)

  • Helmut

    Non so…ci voglio pensare…

  • http://www.sullivan-street-records.splinder.com Sachiel

    Questi dischi svedesei, soprattutto targati labrador sono moooolto carini, almeno da tre stelle, tre stelle e mezzo. Pop scintillante, bacarach qua e la, ritornelli twee e malinconia agrodolce.Il problema è uno: ce ne sono troppi e rischiano di diventare ripetitivi e svilire un certo tipo di musica che andrebbe ascoltata per lo meno una volta ogni due giorni per riprendersi dalle batoste della vita di tutti i giorni. Comunque come ci ha insegnato il nostro Just, il futuro è a Nord.

  • http://www.sullivan-street-records.splinder.com/ Just

    Esatto…si ristabilisca la realtà storica..il Futuro a Nord è il mio motto!
    Sono della stessa opinione di Sachiel per quanto riguarda questo tipo di luccicoso pop-svedese, la qualità c’è ed è praticamente una costante, rimane però il fatto che è un genere che ha auto-saturato…ma a voler essere lungimiranti perfino i remoti esordi dei Cardigans avevano un bel taglio twee-pop.
    Staremo a vedere…

  • http://pamello.blogspot.com PaMeLlO

    scusate, ma dai primi post non si era capito bene: è o non è inflazionato questo genere?

  • http://www.sullivan-street-records.splinder.com/ Just

    Secondo me l’unica cosa che si è capita bene, a questo punto, è che le sostanze chimiche contenute nei pangoccioli alla lunga provocano danni permanenti all’apparato neuronale.
    Guah!ahr!ahr!ahr!

  • axelmoloko

    io questi EL PERRO DEL MAR li ho scoperti già da un pò e devo dire che continuo ad ascoltare il loro/suo album sempre con piacere. La scena svedese è sicuramente inflazionata, ma l’album che ti rapisce, prima o poi lo trovi sempre. Billie & The Vision (thanx Sachiel), Legends le mie ultime scoperte…

  • http://pamello.blogspot.com PaMeLlO

    just, io aspetto solo che la tua copertina sia pronta, per stamparla e giocarci a freccette (per non dire altro: potei farmi stampare una carta igienica personalizzata con la tua copertina…)…

    ps dimenticavo: faccina! ;)

  • Helmut

    Me lo sto comprando originale…veramente un grande album!!!

 

Hugo Race & Michelangelo Russo ...

Come ho già scritto in passato si fa davvero fatica a stare dietro a uno…

Black Lips – Satan’s ...

Trovare etichette o definizioni per la musica dei Black Lips non è mai stato facile.…

At The Drive-In – in•ter ...

Tra le tante reunion degli ultimi anni, quella degli At The Drive In è stata…

Marika Hackman – I’m ...

Britpop: Made me fucking angry, così ha sbottato in settimana Thom Yorke, leader dei Radiohead.…

Phoenix – Ti Amo

Un pavimento di cristallo su cui camminare, volteggiare e danzare ad un ritmo da discoteche…