INTERVISTA CON EX-OTAGO

 
3 ottobre 2007
 
Discography: THE CHESTNUTS TIME (Vurt – 2007), TANTI SALUTI (Riotmaker – 2007)

“Tanti Saluti”, il secondo lavoro degli Ex-Otago, è l’album dell’estate: pop italico coloratissimo, scanzonatissimo, terribilmente appiccoso.
Dopo aver giustamente glorificato l’album in sede di recensione, ci siamo affrettati ad intervistare la band di Genova prima che diventi troppo famosa per darci retta…

Ciao grandi! Innanzitutto complimenti sterminati per averci regalato un’estate migliore grazie a “ Tanti Saluti “. La prima cosa che vorrei chiedervi è una curiosità: perché avete scelto questo nome?? Perché Ex-Otago con tanto di trattino?? Ha qualche significato particolare?
Grazie mille! speriamo che Tanti Saluti riesca a renderti migliori anche le altre tre stagioni restanti. Otago è il nome di una squadra di rugby della Nuova Zelanda protagonista di un film orrendo di serie C2 (nemmeno B!) intitolato Scarfies. Fatto stà che questi Otago vincono il campionato contro ogni pronostico. Fantastico! suona bene e ci piace pure il concetto! bene… dopo 5 minuti non ci piaceva più. Ci siamo sciolti e riformati come Ex-OTAGO. Tutto questo in 10 minuti. Il trattino? ci piaceva.

Da osservatore esterno mi pare che Genova quest’anno abbia lavorato alla grande musicalmente: oltre al vostro splendido disco, qualche mese fa siamo stati i primi sostenitori del secondo album dei Port Royal, una band che amiamo particolarmente. Cosa mi dite della vostra città? Conoscete i PR? A sentir loro la situazione musicale è piuttosto piatta, specie per quel che riguarda i live, ma fatto sta che i due migliori dischi italiani di questa stagione vengono proprio dalla vostra città…
A Genova c’è parecchio fermento come da tradizione, certo, in quest’ultimo periodo se ne parla spesso, non a caso al Miami avevamo 5 rappresentanti della Superba. Nonostante gravitino in circuiti differenti dai nostri conosciamo personalmente i PR e ci piacciono molto.

–”The Chestnuts Time” è uscito quasi quattro anni fa. In questo arco di tempo, se la memoria non mi inganna, prima di “ Tanti Saluti “ ricordo solo “ Giorni Vacanzieri “per la compilation della riotmaker. Come mai tutto questo tempo da un disco all’altro?
In effetti è stato un parto cesario plurigemellare. Da “The Chestnuts Time” è passato talmente tanto tempo che da tre siamo diventati quattro, i pantaloni a zampa non sono più di moda e la Fiat 500 è ritornata sul mercato.

Il remix di “Giorni Vacanzieri” ha portato ad un video meravigliosamente divertente…l’idea è vostra o vi siete affidati in toto al regista?
L’idea è nata durante la notte di capodanno ’06/’07 mentre mangiavamo stuzzichini insieme ai IRDP i quali hanno interpretato alla grande lo spirito Otago ed hanno realizzato un video degno della migliore cultura trash italiana. “hanno 35 anni ma son mica vecchi sti ragazzi!”

E cosa mi dite del contest su QOOB per la realizzazione del video di “ Amato “? Come mai questa scelta?
Un canale come Qoob non esiste! L’idea di dare l’opportunità a “comuni mortali” di creare il video di Amato ci ha subito colpito positivamente. Siamo ansiosi di vedere i primi lavori, specialmente per questa canzone al quale teniamo particolarmente e soprattutto sarà il primo singolo di Tanti Saluti.

Non so se dico una cazzata, ma mi pare che in alcuni vostri pezzi, come la citata “ Giorni Vacanzieri “ad esempio, ci sia la possibilità di una “ lettura “ duplice. Mi spiego meglio. In “ Giorni Vacanzieri “ il testo ( e il video ) è chiaramente divertente, ma poi io ci sento un velo di “ malinconia “ quando alla fine il ritornello ripete sempre “ Ma tu non sei qui “..questa “ ambivalenza “ la percepisco anche in vostri altri pezzi, tipo l’apparentemente ironica “ Song For Sasha “…
La malinconia è l’asse portante degli ex-otago: è come il morso di un pagliaccio o come una vecchietta che mette il cappotto al cagnolino Ginger in piena estate… chiaro no?

Ultima su “Giorni Vacanzieri” a nome di tutti gli “youtubers”: ma nel ritornello le parole sono “ Rimmel a Manetta “ o “ Libertà a Manetta “???
una volta per tutte: “Twister a manetta”… oppure no?! ai “poster” l’ardua sentenza!

Tempo fa intervistammo gli Amari prima di un concerto al Covo. Quando gli chiedemmo cos’era per loro la Riotmaker – se un’etichetta, un collettivo, una valvola di sfogo o altro – loro ci risposero che più che una label rappresentava “ tutte le altre cose “ che avevamo nominato. Per voi invece cos’è la Riotmaker?
Siamo tutti un collettivo di frikkettoni che abbatte a colpi di motosega i clichè del pop in Italia.

“Tanti Saluti”, ovvero il miglior disco indie pop italiano uscito nel 2007. Rispetto al precedente colpisce soprattutto l’estrema facilità di creare pop song pressoché perfette, buone sia per i palati più fini che per gli ascoltatori più distratti. Viste le potenzialità del lavoro, onestamente vi aspettate un riscontro anche al di fuori della cosiddetta scena “ indie “ nazionale? Come ho scritto nella recensione all’album, a mio avviso i presupposti ci sono tutti…
Hai colto nel segno! Vorremmo che anche la casalinga di Voghera avesse la possibilità di canticchiare Coocking Ovation, perchè se per indie si intende non uscire dai soliti canali questa classificazione non ci si addice.

Come nascono solitamente le canzoni degli Ex-Otago?
Dipende dal mood nostro. a volte parte da un giro di chitarra, a volte da un ritornello inventato sotto la doccia, da note scartate da altre canzoni oppure da cori improvvisati durante gli spostamenti in macchina per le date fuori genova…

“Radio Scapolo D’Oro” rispecchia alla perfezione il way of life di una grossa fetta di “ giovani “: divertimento e bella vita in pieno stile Lucignolo. Posto che l’intermezzo mi ha fatto morire dalle risate e che il “ pezzo della madonna “ è il più tamarro che abbia mai ascoltato, come vi è venuta l’idea di incidere un pezzo così?
Radio Scapolo d’Oro è il frutto di svariate sagre della birra e innumerevoli limonate sotto le stelle durante l’adolescenza. Il gioco sta nel trasformare tutto questo in qualcosa di “culturale”.

Un’altra caratteristica delle vostre canzoni sono a mio avviso il contesto ordinariamente quotidiano delle liriche ( dal fruttivendolo Amato a “ Nonna “ Luisa ). Quanta importanza date ai testi che, sovente, sembrano essere all’insegna del non sense ( vedi Pertini Is A Genius…o Robilante ) ?
Il nostri testi partono dalla quotidianità e da esperienze di vita vissuta arricchiti a volte con un pizzico di ironia e surrealismo che tanto ci piace.

Almeno tre sono i pezzi destinati a restare a lungo: i malinconici colori di “ Song For Sasha “, la fisarmonica pop di “ Waiting For The Stars “ e la conclusiva “Going To Panama”. In particolare mi interesserebbe sapere come nasce quest’ultima, che per suoni e testo forse si distacca leggermente dalla graffiante ironia del resto dell’album.
Serate passate seduti a un tavolo con una tisana bollente in mano, fantasticando su quanto sarebbe bello portare via le balle per breve periodo hanno dato vita a Going to Panama. Ma alla fine qualcuno c’è mai stato a Panama? mah…

A che punto sono le “trattative” per la ristampa del disco precedente?
Stiamo studiando la soluzione migliore, presto avrete delle news.

Prossime date in giro per l’Italia?
Tutte le date-otago si possono trovare sulla nostra pagina di myspace (www.myspace.com/exotago) sempre aggiornata e sempre funzionale.

Grazie di tutto e in bocca al lupo!!!
grazie a voi ragazzi! crepi il lupo!
Tanti Saluti

Link:
Ex-Otago Official Site
Ex-Otago MySpace
“TANTI SALUTI” review on INDIE FOR BUNNIES

Mp3:
Seven AM (from the album “The Chestnuts Time”)
The Chesnuts Time (from the album “The Chestnuts Time”)
Amato The Greengrocer (from the album “Tanti Saluti”)
Seven AM (Polaroid Radio Session) *
Giorni Vacanzieri (Polaroid Radio Session) *
Amato The Greengrocer (Polaroid Radio Session) *
Giorni Vacanzieri (Fare Soldi Ccvaalihh RMX)

* thanks to Polaroid Blog. Here Ex-Otago live at Polaroid Radio.

 

“Gli ultimi cinque anni sono ...

di Fabrizio Siliquini e Antonio Paolo Zucchelli Gaz Coombes era il frontman dei Supergrass, una band che molti di noi hanno ascoltato a ...

“…diventati più sicuri ...

The Night Flight Orchestra è una rock band di Helsingborg in Svezia: formato alcuni anni fa da Björn Strid e David Andersson dei Soilwork ...

“Cerco di essere felice ...

Dopo la sua esperienza con i Lift To Experience, che hanno pubblicato un solo album, “The Texas-Jerusalem Crossroads” (2001), Josh T. ...

“Penso che ...

Immortali Ash. Tim Wheeler, Rick McMurray e Mark Hamilton sembrano avere trovato la formula della perenne giovinezza, se non altro dal punto ...

“Il prossimo disco sarà una ...

I Two Hicks One Cityman sono una giovane band indie soul, space rock, che negli anni ha saputo spaziare tra i diversi generi da loro stessi ...