BOLA
Kroungrine

 
 
16 Ottobre 2007
 

[ratings]

Dietro il moniker Bola si nasconde Darrell Fitton, musicista inglese attivo quasi da una decina di anni ma sconosciuto pressoché completamente al grande pubblico. Pure io devo tristemente ammettere il mio stupore quando mi son trovato tra le mani questo suo quinto ed ultimo album, Kroungrine, e non solo perché questo è davvero tremendamente affascinante ma soprattutto perché prima non avevo mai sentito nominare Bola. Di fronte ad un lavoro di questa caratura non ci si può che sentire in colpa per la propria ignoranza.
Kroungrine esce per la Skam, già etichetta dei Boards Of Canada e di Graham Massey, e si posiziona su coordinate interessantissime come ambient-dark e minimal-techno coniugando un suono IDM (sigla in questo caso dotata di una I polivalente: sta allo stesso tempo per Intelligent e Industrial) avveniristico e cupo.
La suite iniziale Zoft Broiled Ed è la sintesi perfetta di tutti gli impulsi di Darrell: quindici minuti nei quali il nostro riesce a far coesistere armonicamente drones impalpabili e minacciosi, penetranti toni acidi, riverberi più pacati, stacchi repentini ed implacabili di percussioni metalliche e marziali. I loop si incastrano l’un l’altro con stupefacente naturalezza, a volte scortati da un impercettibile eco dub, altre perturbati da incastri ritmici di grande fascino, oppure accarezzati da sovrastrutture melodiche estremamente suggestive.
La successiva Noop fa sobbalzare nella sedia, il ritmo accelera ed ecco pronto un funk cibernetico bello aggressivo e movimentato. Sulle stesse frequenze suona Waknuts, soltanto un poco più sincopata a ricordarci che la drum’n’bass non è mai morta ed è in continua evoluzione. Halyoola invece è forse il pezzo più solare del disco, evocativo dream-pop transgenico sommerso tra distorsioni elettrogene ed aggressivi attacchi techno.
Urenforpuren rotola malefica tra bleeps e psichedelia elettronica cara ai Boards Of Canada (credo che questo pezzo sarebbe stato ottimo anche in Geogaddi, capolavoro del duo scozzese). Ma la conclusiva Diamorten spezza ogni barlume di luce o calore apparso nel disco: inquieta jungle svolta su un tappeto ambient non tanto tenebroso, quanto proprio disincantato e pessimista.
Un album sfaccettato e molto complesso, eppure solido e decisamente compatto con pochissime cadute di stile (quasi nessuna anzi): forse non si spinge molto avanti riguardo ai confini dell’elettronica attuale (siamo più su territori di fine nineties) ma suona comunque alla perfezione e sembra proprio non aver voglia di sfigurare se paragonato a grandi dischi IDM.

Cover Album
MySpace
Kroungrine [ Skam – 2007 ] – BUY HERE
Similar Artist: Boards Of Canada, Aphex Twin, Two Lone Swordsmen, Cluster & Eno
Rating:
1. Zoft Broiled Ed
2. Noop
3. Waknuts
4. Halyloola
5. Urenforpuren
6. Phulcra
7. Rainslaight
8. Diamortem
Tracklist
 
 

Rufus Wainwright – Unfollow ...

Rufus Wainwright è tornato! E non si tratta solamente di un ritorno discografico, perchè con “Unfollow the Rules”, il ...

Silverbacks – FAD

Bene, bene, la scena musicale di Dublino sta tirando dritto come un treno e questo nuovo debutto ci lascia ben sperare per le produzioni ...

Alain Johannes – Hum

Il nome di Alain Johannes non è certo sconosciuto agli appassionati della matrice più alternativa e avventurosa del rock. Produttore, ...

Hockey Dad – Brain Candy

Ritornano gli Hockey Dad a due anni e mezzo di distanza dal loro sophomore, “Blend Inn”: la divertente band surf-pop del New South ...

Dizzy – The Sun and Her ...

Un paio di anni fa avevo parlato, sempre sulle pagine di IFB, dell’esordio dei canadesi Dizzy. Il titolo dell’album mi era ...