THE DOLLY ROCKER MOVEMENT
Electric Sunshine

 
 
2 Novembre 2007
 

[ratings]

Sunday Mo(u)rning 10:00 a.m.
Quando sei dodici metri sotto terra e senti le vibrazioni del coniglio che calpesta il terreno, cominci ap ensare che il mondo è proprio un posto strano. Fermo, immobile, riesci solo a ricordare qual’era la canzone che il tuo cervello continuava a ripetere ossessivamente prima che qualcuno ti piantasse un paletto di legno nel centro del cuore. Sei stato un vampiro del cazzo e dalle persone hai sempre succhiato tenebre e non sangue. Ma non era solo una canzone a scorrere nel cervello, bensì una sensazione opprimente e offuscata, nebbiosa, psichedelica e piena di fiori. Era un disco intero e una band sconosciuta che dalla terra dei canguri s’improvvisa salvatrice di un movimento psych riverberato e….riesce a salvare la baracca. Niente va in pezzi a meno che non lo decidano i Dolly Rocker Movement. “Electric Sunshine” è un debut che parla la stessa lingua delle buone vibrazioni offerte sulla prima omonima produzione dei Black Rebel Motorcycle Club o su “Phoenix” dei Warlocks. La voce di Daniel Poulter sembra quella di Brett Anderson (Suede, The Tears) e viene vaporizzata da qualche strana macchina, vortice, o incubo da conigli lucenti e malati e vi arriva nelel orecchie come se il diavolo col megafono vi stesse chiedendo da sotto casa di scendere un secondo che avrebbe due cosette da dirvi. Un basso che pulsa vitalità psichedelica e un acido che invade tutti gli spazi aperti di un disco cupo, venuto dal centro della terra per portare una buona notizia a tutti quelli che ultimamente cercavano ottima musica rock piena di nebbia senza mai riuscirla a trovare. Adesso siete arrivati a destinazione. Fine delle ricerche. This is our hazy (myspace) generation, bunnies, and we’re quite proud of it.

Cover Album
MySpace
Electric Sunshine [ Off The Hip– 2006 ] – BUY HERE
Similar Artist: Black Rebel Motorcycle Club, The Black Angels, Morning After Girls
Rating:
1. Fallin Home Again
2. What’s That Sound
3. In My Mind In My Words
& In My Heart

4. Sunflower
5. Sad Sally
6. Go Go Getter
7. Sonday Mourning
8. Steam Train Blues
9. Will I See My Star
10. The Light Ride
sorry
Tracklist
 
 

Rufus Wainwright – Unfollow ...

Rufus Wainwright è tornato! E non si tratta solamente di un ritorno discografico, perchè con “Unfollow the Rules”, il ...

Silverbacks – FAD

Bene, bene, la scena musicale di Dublino sta tirando dritto come un treno e questo nuovo debutto ci lascia ben sperare per le produzioni ...

Alain Johannes – Hum

Il nome di Alain Johannes non è certo sconosciuto agli appassionati della matrice più alternativa e avventurosa del rock. Produttore, ...

Hockey Dad – Brain Candy

Ritornano gli Hockey Dad a due anni e mezzo di distanza dal loro sophomore, “Blend Inn”: la divertente band surf-pop del New South ...

Dizzy – The Sun and Her ...

Un paio di anni fa avevo parlato, sempre sulle pagine di IFB, dell’esordio dei canadesi Dizzy. Il titolo dell’album mi era ...