VIC CHESNUTT
North Star Deserter

 
 
di
15 Novembre 2007
 

Jem Cohen è un regista indipendente attivo da anni nell’underground statunitense. Passa alla nostra personale storia del cinema con quello che alcuni di noi potrebbero indicare come il più bel film sul rock mai girato, cioè il documentario Instrument sulla storia di Fugazi. È anche un mestierante della grafica responsabile delle ultime (splendide) copertine del gruppo. Jem Cohen è anche il curatore delle note di “North Star Deserter”, oltre che il responsabile dell’artwork e, beh, a sentir lui è quello che ha fatto succedere le cose. In maniera molto casuale e pretestuosa, immagina una dimensione inedita di uno dei suoi artisti preferiti d’ogni tempo –Vic Chesnutt, appunto- e la mette in opera. Il primo passo è proprio il coinvolgimento di Guy Picciotto, e di seguito il clan Constellation al gran completo.

Ne esce fuori -non giriamoci troppo intorno- un capolavoro. Un grande disco di musica d’autore fatta da un autore che sa di cosa sta parlando/cantando. Quello che è più incredibile, sarà un po’ il personaggio di Vic, è la totale assenza di pretenziosità della proposta nel suo complesso nonostante l’ossatura degli arrangiamenti sia a cura dell’ensemble più massimalista dell’indie-rock odierno (che già di per sé è massimalista ben oltre quanto ci piacerebbe fosse).

Certo, passata la scheggia intimista di “Warm” si inizia a fare sul serio a forza di archi che piovono da tutte le parti, e chitarre, e batterie… ma è tutto sospeso al filo di voce di Vic, che rende “North Star Deserter” un disco del tutto suo a forza di personalità ed emozione. Quando le danze finiscono sembra davvero di avere ascoltato lui, ancora una volta, con una dozzina di musicisti ad accompagnarlo come un vestito da buone occasioni ed il ricordo di una manciata di canzoni perfette e raggelanti nella loro malinconia. Non siamo particolarmente originali nello scriverlo, ma “North Star Deserter” è uno dei dischi autunnali del 2007 che vanno ascoltati senza scuse. E sia lode a Jem Cohen, una volta di più.

North Star Deserter
[ Constellation – 2007 ]
Similar Artist: Mark Eitzel, American Music Club, Randy Newman, Shearwater
Rating:
1. Warm
2. Glossolalia
3. Everything I Say
4. Wallace Stevens
5. You Are Never Alone
6. Fodder On Her Wings
7. Splendid
8. Rustic City Fathers
9. Over
10. Debriefing
11. Marathon
12. Rattle

VIC CHESNUTT su IndieForBunnies:

Tracklist
 
 

Squid – Bright Green Field

Come sono stati bravi gli Squid a creare un’aspettativa con l’attesa. Perché della band di Brigthon se ne parla un gran bene ...

Dinosaur Jr – Sweep it into ...

Con un un pò più di tempo del solito rispetto alle precedenti uscite, da quando insomma il trio si è riformato nella formazione iniziale, ...

You, Nothing. – ...

Le veloci chitarre degli You, Nothing., i loro bassi profondi, le loro ritmiche accattivanti, i testi che hanno il sapore della ruvida e ...

Teenage Fanclub – Endless ...

Al 31esimo anno di carriera nuovo album per la mitica band di Glasgow, il primo senza il bassista Gerard Love, 5 anni dopo ...

The Coral – Coral Island

A oltre tre anni di distanza da “Move Through The Dawn” The Coral ritornano con questo loro decimo LP da studio, realizzato da Run On ...