A BRIEF SMILE
Now We All Have Horns

 
 
14 Marzo 2008
 

Una deriva lunga 56 minuti in bilico tra bordate di puro rumore e melodie eteree da dream-pop. Acqua densa come fango, nera. Calma piatta, che dura giusto il tempo di un verso. Ma la tempesta è lì, in agguato; nuvole scure e ribollenti si palesano ben presto all’orizzonte, coprono il cielo e uccidono ogni raggio di luce, mentre onde di rumore sporco si alzano roboanti verso la nostra piccola barca in balia del caos. La investono in pieno, in un’esplosione di schiuma dissonante, la sballottolano al largo a colpi di feedback fuori controllo e la abbandonano stordita e frastornata. Siamo ancora vivi, il peggio è passato. Almeno fino al prossimo ritornello.

“Now We All Have Horns”, prima prova sulla lunga durata – il precedente “R.E.S.T.” contava 7 tracce – dei newyorkesi A Brief Smile, è una deriva senza meta tra le melodie pop-sbilenche dei Pavement e lo shoegaze dei My Bloody Valentine, un naufragio vorticoso tra tappeti di chitarre impazzite e armonie leggere e sognanti. Una volta inserito il disco nel lettore, non resta che chiudere gli occhi e lasciarsi trasportare dalle note sospese a mezz’aria del piano rhodes e dalle distorsioni dissonanti degli amplificatori che creano un magma sonoro denso e vischioso. La parole si adagiano sulle melodie e si fondono perfettamente con esse, mentre la sezione ritmica scandisce ineffabile l’incedere di ogni assalto sonoro.

E’ un disco che cresce dopo ogni ascolto, questo “Now We All Have Horns”: si lascia scoprire poco per volta, svelando sempre un poco di se. Dodici pezzi per una deriva sonora infinita in bilico tra caos e delicatezza, dodici assalti agrodolci che investono senza lasciare lividi. Dodici sorrisi. Brevi, ma intensi.

  • Band Site
  • MySpace
  • BUY HERE
Now We All Have Horns
[ Wrecking Ball Music – 2007 ]
Similar Artist: My Bloody Valentine, Pavement, Ride, Daydream Nation
Rating:
1. Escape Art
2. Hold Tight, Electric Willows
3. Never Have The Time
4. Big Sky
5. Tairs In The Cloth
6. 2005
7. Red Giant 1406
8. I Push You Pull
9. The Sky Will Crack
10. Blue Star 2565
11. Ladies and Gentlemen
12. Vicious
Tracklist
 
 

Ulver – Flowers Of Evil

Il viaggio degli Ulver nei meandri del synthpop prosegue con le otto tracce di “Flowers Of Evil”, un album cui spetta il non semplice ...

Marsicans – Ursa Major

L’estate è ormai finita, ma ogni occasione è buona per ricordare la musica uscita in questo periodo. Tormentoni a parte, sono state ...

Paul Epworth – Voyager

Paul Epworth, famoso produttore che ha fatto la fortuna di artisti molto diversi come Adele, Coldplay, Bloc Party, Florence + The Machine, ...

Fleet Foxes – Shore

Oggi non è un giorno a caso, ma l’equinozio d’autunno. Il 22 settembre, infatti, è stato volutamente e simbolicamente scelto da Robin ...

Matt Costa – Yellow Coat

La carriera di Matt Costa inizia nell’ormai lontano 2003 con il suo omonimo primo EP, pubblicato da Venerable Media: passano appena due ...