IL GENIO
S/T

 
Tags:
 
27 Marzo 2008
 

Immagini sgranate. Una figura goffa avvolta nel domopack scende da un trabiccolo spaziale e poggia il primo piede su una superficie deserta. Intorno l’oscurità. L’orma di una scarpa sparata dal tubo catodico sullo schermo in bianco e nero. 1969. Il mondo si ferma per alcuni istanti. La luna, o forse no. Perché in fondo, a pensarci bene, non è possibile che l’uomo sia andato sulla luna. Ironia vintage nelle parole del Genio, melodie retrò in bianco e nero, come quelle immagini sfocate che hanno fatto il giro di mezzo mondo, impresse nel Dna di chiunque sia nato nella seconda metà del XX secolo.

Canzoni che nascono nei circuiti di un pc e che diventano vive grazie alle note di Gianluca De Rubertis (già negli Studiodavoli) ed alla voce di Alessandra Contini; un cantato quasi sussurrato il suo, una voce fragilissima ed eterea che ricorda quella di Kazu Makino dei Blonde Redhead e ti spinge a maneggiare il disco con cura per la paura che una cosa talmente delicata si possa infrangere al minimo urto. Le due voci si rincorrono qua e là, l’una quasi evanescente, un po’ lolita, un po’ femme fatale; l’altra, quella di Gianluca, ruvida e consumata dal fumo di troppe sigarette. Creano atmosfere a metà strada tra il decadente e l’ironico, un electro-pop che per loro stessa definizione rifugge le linee rette per esprimersi attraverso spirali cariche di sensuali suggestioni e di ironici equilibrismi, ora in italiano, ora in francese.

Dalle sessioni casalinghe all’uscita inaugurale per la per la Disastro Records, costola della storica Cramps. La migliore tradizione italiana (“Fortuna è Sera”), la leggera e ammiccante pornofonia di metà novecento (“Pop Porno”), le raffinatezze dei boulevard parigini (“A Questo Punto” o “La Pathétique”), qua e là qualche schizzo di punk (il giro di basso à la Kinks in “Gli eroi del Kung Fu”). Strumenti vintage che più non si può ed un iPod alla batteria, a dispensare la giusta dose di asettica elettronica. A volte nella sua incommensurabile vacuità myspace riserva qualche piccola gioia: Il Genio ne è la prova. Un disco che si candida a scaricare più e più volte le batterie del mio lettore mp3, colonna sonora perfetta per i primi frizzanti pomeriggi primaverili. A breve ne parleranno in molti: voi fatevi furbi e giocate d’anticipo, qualcuno vi ringrazierà per la “geniale” dritta.

MySpace
Il Genio [ Disastro – 2008 ]
BUY HERE
Similar Artist: Studiodavoli, Baustelle, Blonde Redhead, Metric
Rating:
1. Le Bugie Di François
2. Non E’ Possibile
3. Pop Porno
4. Applique
5. Tutto E’ Come Sei Tu
6. A Questo Punto
7. Gli Eroi Del Kung Fu
8. L’Orrore
9. Fortuna E’ Sera
10. Povera Stella
11. La Pathétique
12. Una Giapponese A Roma
Tracklist
 

15 Comments

Got Something To Say:

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

ottimo soft! questa me la lego al dito… 😀

Che ho fatto? Che ti leghi al dito? 😀

‘il genio’… me li lego al dito per ricordarmeli…ad una certa età le cose sfuggono di mente… 🙂

ottimi “il genio”! se in italia c’è ancora qualcuno che capisce qualcosa, questi due avranno successo.

ciao conigli

oh non sapete quanto mi fate rabbia. ero tutto gasato per la scoperta, pensavo in anteprima, del Il genio tramite passaparola diaframmatico.meno male che avevo uppato un altro pezzo..mi avete fatto sentire come l’inter….
ciao

felici di sapere di essere arrivati prima 😀

cmq elrocco attenzione con gli upload di mp3 de IL GENIO.
Noi li abbiamo dovuti rimuovere in seguito a minacce di querela…sembra uno scherzo ma non lo è… siamo inoltre stati accusati di “fare il danno dell’artista”…

…loro lo chiamano danno i la chiamarei “pubblicità assolutamente gratuita”…
bah…il mondo è bello xchè vario…

(tra l’altro, ci tengo a sottolineare, due brani che erano, non casualmente nella scelta, entrambi disponibili in ascolto sul myspace dell’artista.
Ed aggiungo che qualcuno “abbastanza smaliziato” (citaz.) saprà che con pochi click anche i brani in solo ascolto sui myspace possono essere scaricati)

vorrei chiedere al Genio, così attenti alle dinamiche legali, se mi è permesso sparlare di loro, gettando fango a più non posso su di loro. Posso?

cicciolina che fa il verso ai blonde redhead
oppure
cosa sarebbero gli stereolab totalmente lobotomizzati

Veramente eccezionali!
Cosa ben rara nel panorama italiano (li avrei preferiti in inglese però 🙂

Un cd piatto e noioso. Mi sembrano la copia salentino-italiana di BRIGITTE BARDOT & SERGE GAINSBOURG in “je t’aime”. Ovviamente in canoni estetici tra lei e la Bardot di una volta cè un abisso.
“Il Genio” li definite geni e originali solo perchè ammiccano a sonorità chic retrò??

Io ti presto un pennarello colorato e tu sottolinei sul tuo monitor le parole “geniali” ed “originali” riferite al gruppo o al cd. Oppure, se devi aprire la bocca tanto per far entrare aria nella scatola cranica, ti suggerisco il forum di rockit.
Ossequi.

beh il senso era quello
e cmq un geniale cè : “….”geniale” dritta..” a fine commento l’hai scritto. ehe ehe 😉
Ok io non aprirò bocca giusto per non fare entrare aria nella mia scatola cranica, tu invece stai attento a non aprirla sempre a farne entrare dell’altra, oltre a quella che già hai.
Rimani con i piedi per terra e fatti meno il filosofo indie..
E scorreggia di meno con la bocca…

bravo..datti il bonjour finesse da solo..

 

Jamie T – The Theory Of ...

Il suo quarto album, “Trick”, era uscito a settembre 2016: da allora Jamie T aveva preparato ben 180 canzoni, scrivendole e ...

Hater – Sincere

Dopo quasi quattro anni dall’uscita di “Siesta”, a maggio gli Hater sono tornati con questa loro opera terza, pubblicata ancora ...

Dune Rats – Real Rare Whale

Tornano a farsi sentire i Dune Rats con questo loro quarto album, che arriva a due anni e mezzo di distanza dal precedente, “Hurry Up And ...

Traams – Personal Best

Dopo sette lunghi anni di attesa ecco finalmente tornare i TRAAMS con il nuovo attesissimo album. Una pausa davvero molto lunga considerato ...

Amanda Shires – Take It Like ...

Amanda Shires è sempre stata una ribelle nel mondo del country, non necessariamente rivoluzionaria nello stile ma decisa a non lasciarsi ...

Recent Comments