HERCULES AND LOVE AFFAIR
S/T

 
 
5 Maggio 2008
 

[ratings]

Il singolone “Blind” ci ha fatto spiccare un salto di qualche metro per lo stupore la prima volta che l’abbiamo sentito, poi ce ne siamo definitivamente innamorati ed appena lo sentiamo sorridiamo ebeti e danziamo aggraziati come non mai.
“Blind” è tratta dal disco d’esordio di Hercules And Love Affair, collettivo con base a New York guidato dal dj e producer Andrew Butler e che può vantare l’appoggio produttivo del gran capo della DFA Tim Goldsworthy. Come non bastasse in molti di questi pezzi canta Antony, qui forse alla sua migliore interpretazione.
Se tutto questo gran sbandierare nomi vi ha un po’ confuso, non vi preoccupate; chiariremo subito tutti i vostri dubbi con solo tre semplici parole: meravigliosa dance gay.
Soltanto di questo si tratta, ma basta ed avanza per ballare tutte le prossime notti da qui all’eternità.

La partenza, dal titolo “Time Will”, è affidata alla voce di Antony mentre un delicato riverberarsi di synth ancheggia su basi morbide, elementari e contagiose… Poi si alzano un poco i ritmi, “Hercules Theme” è il primo scoppiettante inno disco dell’album impreziosito dai mille fantastici fraseggi degli ottoni. “Athene” declina proto-house con un occhio a Franky Knuckles e l’altro all’Arthur Russel più elettronico.
Ma ecco “Blind”: apice, croce e delizia dell’album, estasi sublime, orgasmo emozionale ed irresistibile tormentone per i nostri muscoli. Le altre tracce per quanto buone, non valgono neppure un alluce di “Blind”: capolavoro art-pop sospeso tra abissi di pathos e dancefloor paradisiaci. (dovere per chiunque ascoltarsi anche il remix del sopraccitato Knuckles)

I ritmi poi si abbassano necessariamente; se Iris è downtempo rilassante dopo l’esplosione, stupisce “Easy” intrigante e soffusa tra noir, avanguardia e beat psichedelici. “This Is My Love” è il giusto omaggio a Moroder, riuscendo addirittura ad essere profondo quanto il Giorgione nazionale non è mai stato. La chiusura è azzeccatissima con il funk orchestrale e tribale di “True False/Fake Real”.

Un disco straconsigliato dunque, valido e ben strutturato: basta non credere che tutto sia ai livelli stratosferici di “Blind”.

MySpace
Hercules And Love Affair [ EMI – 2008 ] – BUY HERE
Similar Artist: Giorgio Moroder, Arthr Russel, Bugz In The Attic, Silicone Soul, LCD Soundsystem
Rating:
1. Time Will
2. Hercules Theme
3. You Belong
4. Athene
5. Blind
6. Iris
7. Easy
8. This Is My Love
9. Raise Me Up
10. True False/Fake Real
Tracklist
 
 

Suzanne Vega – An Evening Of ...

Chi in questi mesi ha dovuto rinunciare a un bel viaggio (magari oltreoceano) può consolarsi con questo delizioso disco dal vivo di Suzanne ...

I Like Trains – Kompromat

La parola Kompromat, si legge su Wikipedia, viene dal russo che significa”materiali compromettenti” ed è usato per indicare ...

The Slow Painters – The Slow ...

Quella dei norvegesi The Slow Painters è una delle scoperte epifaniche che danno un senso alla continua ricerca di nuovi nomi ...

The Flaming Lips – American ...

Torno a scrivere di musica dopo un po’ di tempo, dato che da un paio d’anni a questa parte sono stato trasferito dal sommo Riccardo ...

King Buzzo with Trevor Dunn – ...

King Buzzo si prende una piccola pausa dal sound ruvido cui ci ha abituato in quasi quattro decenni di attività e, a sei anni di distanza ...