THE HOLD STEADY
Stay Positive

[ Vagrant - 2008 ]
 
 
22 Luglio 2008
 

[ratings]

Lo giuro, mi piacciono i conigli.
Anche quelli rosa e blu.
Anche quelli invisibili, quelli che vivono negli incubi.
Quello da cui diffido sono i ragazzini slavati con le magliette a righe, che si nascondono dietro le sigle che iniziano per “Nu”, quelli che la wave la portano in dancefloor ogni mese con le stesse canzoni “copia e incolla”.
Preferisco di gran lunga il cassico sudore da provincia americana, quello che nasce nei pub e muore nell’orizzonte che arde al sole. Preferisco il rock classico e la sincerità di una slide-guitar, di una distorsione lucente e una voce roca ed alcoolica.
Preferisco gli Hold Steady, troppo americani per essere apprezzati fino in fondo nel vecchio continente. Ma poco importa, che il mio lettore si incendi pure alle loro melodie.

Quello che “Stay Positive” sputa fuori all’attacco di “Constructive Summer” è pura adrenalina: chitarre distorte, bassa fedeltà, note di piano suonate con ardore e anche un coro di voci che richiamano il frastuono dei Ramones. Ma non fraintendetemi, qui siamo dalle parti del southern rock più crudo, quello che dai Lucero passa per il canatutorato dei Counting Crows e approda ai Son Volt. Le melodie procedono di pari passo con le distorsioni, talvolta i brani si piegano al peso di arrangiaenti troppo corposi che affossano la linea vocale.

I primi episodi in scaletta potevano essere il preludio di un disco favoloso e che invece vive di alti e qualche basso, piccole involuzioni che impediscono la definita consacrazione del disco ad uno dei migliori ascoltati in questo ampio scorccio di 2008. Nel complesso ci si può comunque ritenere ampiamente soddisfatti, sia dal lato prevalentemente rock che da quello più incline alla facile melodia. Forse troppo distante da quello che la coolness del momento impone in quanto a suoni, ma se non fate parte di quella schiera di detrattori del rock a stelle e strisce qui avrete molto con cui divertirvi e sudare.
Viva gli Hold Steady.
Viva il coniglio rock’n’roll.

Cover Album
Band Site
MySpace
Stay Positive [ Vagrant – 2008 ] – BUY HERE
Similar Artist: Lucero, Counting Crows, Son Volt
Rating:
1. Constructive Summer
2. Sequestered In Memphis
3. One for the Cutters
4. Navy Sheets
5. Lord, I’m Discouraged
6. Yeah Sapphire
7. Both Crosses
8. Stay Positive
9. Magazines
10. Joke About Jamaica
11. Slapped Actress
12. Ask Her for Adderall
13. Cheyenne Sunrise
14. Two Handed Handshake

THE HOLD STEADY su IndieForBunnies:

Recensione “BOYS AND GIRLS IN AMERICA”

Tracklist
1. Constructive Summer
2. Sequestered In Memphis
3. One For The Cutters
4. Navy Sheets
5. Lord, I'm Discouraged
6. Yeah Sapphire
7. Both Crosses
8. Stay Positive
9. Magazines
10. Joke About Jamaica
11. Slapped Actress
12. Ask Her For Adderall
13. Cheyenne Sunrise
14. Two Handed Handshake
 

4 Comments

Got Something To Say:

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

che gran bel disco, lo metto su di continuo e non mi scoccia mai…concordo su tutto, anche su alcune battute a vuoto..ma quando gira è una meraviglia per gli amanti del rock’n’roll…e ti dirò che alla lunga guadagna punti

‘Lord, I’m discouraged’ èun pezzone vecchia maniera, chitarra al vento e occhi zuccherosi…bene bene sach…

Si, magari col tempo guadagnerà anche mezza stelluzza.Per or ascolto davvero rinfrescante

Non c’entra niente, ma se vi piacciono i coniglietti (non avrei dubbi!) provate i Frightened Rabbit, un gruppo di Glasgow al suo secondo disco (The Midnight Organ Fight, per la Fat Cat): una bellissima voce, chitarre fuzzy ma anche arpeggiate, pezzi allegri, tristi, intimi, di una gran varietà.
Uno dei miei dischi dell’anno

ottimi i frightned rabbit e ‘fast blood’ è una delle più belle canzoni dell’anno…

 

Goat – Oh Death

Probabilmente hanno veramente visto la morte in faccia, la fine di un elisir col brivido del successo, la morte per consumo o stanchezza del ...

Röyksopp – Profound ...

Röyksopp parte terza, la conclusione di un progetto multimediale che ha tenuto impegnati Svein Berge e Torbjørn Brundtland per quasi tutto ...

Prospettive Di Gioia Sulla Luna ...

Livio Magnini (chitarrista dei Bluvertigo) produce il terzo disco dei Prospettive Di Gioia Sulla Luna spingendo il sound di Giuseppe ...

Pretty Sick – Makes Me Sick ...

Se il trasferimento nella città di Londra per motivi di studio ha dato a Sabrina Fuentes la possibilità di dedicarsi in maniera tangibile ...

Mount Kimbie – Die Cuts/City ...

Non manca di certo l’audacia al duo inglese capace di azzardare nell’operazione “Die Cuts/City Planning” un doppio ...

Recent Comments