SILVER JEWS
Lookout Mountain, Lookout Season

 
 
28 Luglio 2008
 

[ratings]

Storia di vecchi jukebox e importanti amicizie quella dei Silver Jews.
Vecchie amicizie perché David Berman, leader, poeta, chitarrista del combo del Tennessee, iniziò la sua avventura quasi vent’anni fa dividendola con un illustre eroe nerd della cultura americana contemporanea, quello Stephen Malkmus che con i suoi Pavement avrebbe successivamente ridisengnato, influenzandolo pesantemente, il pentagramma di gran parte del rock degli anni a venire.
Da studenti squattrinati alla ricerca di uno spazio sonoro da conquistare, queste due icone della musica americana si sono ritrovate a percorrere strade diametralmente opposte: i riflettori per Malkmus, l’aria ombrosa di un platano per Berman, da sempre restio ad apparire in pubblico, ligio ad una timidezza schiva, vessillo dell’antieroe per eccellenza.

Vecchi jukebox invece, perché “Lookout Mountain, Lookout Sea” è un liso giradischi con dentro canzoni folk-rock di un tempo perduto, affogate come alici sott’olio nella dura voce raffreddata di Berman, menestrello biblico, ideale anello di congiunzione tra le paturnie dei National ed un’estate passata a sudare in provincia guardando la grandiosità serale della volta celeste. Un disco semplice questo, annodato attorno ad un pugno di canzoni classicamente ammalianti, formidabili quando decidono di alzare la testa come nell’incalzante “Strange Victory, Strange Defeat”, ma che spesso si dondolano nelle acque sicure di un porticciolo diroccato. C’è una bella fetta della Nashville che fu, Johnny Cash in primis, ammorbidita da un atteggiamento consolatorio verso il mondo che gli danza attorno, con una buona spruzzata di modernariato country in stile (e che stile) Wilco.

Un buon album di artigianato folk, dove una musica dai sapori tradizionali inorgoglisce papille gustative refrattarie a qualsiasi sapore innovativo, felici solamente di essere assuefatte da piccole storie cantate da una vecchia volpe del rock americano. Alla fin fine è sempre un piacere ascoltare un album di Mr. Berman.

Band Site
MySpace
Lookout Mountain, Lookout Sea [ Drag City – 2008 ] – BUY HERE
Similar Artist: Johnny Cash, The National, Wilco
Rating:
1. What Is Not But Could Be If
2. Aloysius, Bluegrass Drummer
3. Suffering Jukebox
4. My Pillow Is The Threshold
5. Strange Victory, Strange Defeat
6. Open Field
7. San Francisco B.C.
8. Candy Jail
9. Party Barge
10. We Could Be Looking
For The Same Thing
Tracklist
 
 

Pia Fraus – Empty Parks

Dichiarazione importante quella dei Pia Fraus. I veterani di Tallin (ormai sulle scene dal 1998) hanno infatti affermato che questo nuovo ...

Kiwi Jr. – Football Money

Originari di Charlotteville nell’Isola del Principe Edoardo, i Kiwi Jr. si sono trasferiti nella più popolosa Toronto e, dopo aver fatto ...

Holy Fuck – Deleter

Sono essenzialmente due gli elementi alla base delle nove tracce di “Deleter”, quinto lavoro in studio dei canadesi Holy Fuck: il beat ...

Alice Boman – Dream On

E’ già da qualche anno che il nome di Alice Boman è sui radar dei principali siti musicali in giro per l’Europa e non solo, ma la ...

Brunori Sas – Cip

Il cantautore calabrese, uno dei più apprezzati del panorama musicale italiano, sembra aver già conquistato tutti, pubblico e critica, con ...