GIRL WITH THE GUN
S/T

 
 
8 Novembre 2008
 

Ci sono dischi che hanno la consistenza dei sogni, sono fatti di zucchero filato o della stessa sostanza di cui sono composte le nuvole; dischi intessuti di melodie eteree, impalpabili, leggere come un sospiro. Eppure in grado di parlare direttamente all’anima, di colpire lì, tra lo stomaco e il cuore, e di lasciare il segno.

Ne è un esempio il disco d’esordio dei Girl With The Gun, secondo pargolo di casa Disastro Records, a seguire l’exploit esaltante di recente ottenuto con il lancio de Il Genio. Ancora di duo si tratta, ed anche qui un pezzo del gruppo proviene dalla famiglia StudioDavoli: Matilde De Rubertis, voce e chitarra, che affianca un altro volto noto, Populous (aka Andrea Mangia), domiciliato presso la berlinese Morr Music. In questo disco i due ripartono dal via e miscelano le differenti esperienze per creare un impeccabile connubio tra jazz, folk ovattato e musica cinematica. Note che sembrano sublimare al contatto con l’aria, suoni che dipingono paesaggi rarefatti, mentre il minimalismo delle composizioni, in bilico tra tappeti elettronici in dissolvenza e raffinatissimi ricami chitarristici, ti avvolge intangibile e si impossessa di ciò che ti circonda, si trasfigura nello spazio circostante finché non resta nulla oltre a te ed al fluire tenue della musica. Tra gli scenari acquerellati dei brani si possono scorgere riferimenti ai Broadcast, a Nick Drake, a El Perro del Mar ed a Bjork, e la lista potrebbe essere ancora lunga come lo è quella degli ospiti: Giorgio Tuma in primis, i jazzisti Marco Bardoscia, Randy Abaticola e Alessio Borgia, l’ex-Slowdive Simon Scott, Short Stories e James Banbury (ex-The Auters).

Mentre scrivo queste righe la musica dei Girl With the Gun continua a creare e dissolvere incessantemente nella mia stanza paesaggi trasognati e malinconici: non posso fare altro che abbandonarmi allo scorrere delle immagini e lasciarmi guidare dalle note, mentre aspetto che passi anche questo autunno.

MySpace
Girl With The Gun [ Disastro – 2008 ]
BUY HERE
Similar Artist: Broadcast, Nick Drake, El Perro del Mar
Rating:
1. Sleepy Eyes
2. Letter From Pala
3. Coast To Coast
4. Multicolor Paper Loops
5. In The Sunshine
6. Cottonballs
7. Memories Into Wooden Boxes
8. Sun Can Wait
9. Fix The Stars
10. The Duck Motif
11. Hiding Place
12. Steamboy
Tracklist
 

Got Something To Say:

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

 

Nuju – Clessidra

Il primo assaggio di “Clessidra” nuovo album dei Nuju, calabresi che da tempo hanno trovato casa a Bologna, è arrivato circa due anni ...

Ásgeir – Time On My Hands

Dopo il breve antipasto dell’anno scorso, con l’Ep “The Sky Is Painted Gray Today” a mitigare una discreta attesa, torna con un ...

The Wombats – Is This What It ...

Mai titolo fu più lungo ed esasperante dal punto di vista concettuale come questo. Il che è un ossimoro: perché se il titolo del nuovo ...

AliX – Last Dreamer

Sono passati ben quattordici anni da “Good One”, ultimo disco a nome AliX dopo l’esordio omonimo, “Cuore In Bocca” del 1999, ...

Eugenia Post Meridiem – like ...

È una tensione positiva quella che anima il nuovo disco degli Eugenia Post Meridiem. Eugenia Fera, il bassista Matteo Traverso, il ...

Recent Comments