banner

AA. VV.
Dubstep Allstars: Vol.06 Mixed By Appleblim

11 novembre 2008

TAGS:

Dopo un anno dal precedente mix targato Tempa Records (Volume 5, autore della compilation era N-Type), ecco il volume 6. Stavolta a scegliere, compilare, mixare è Appleblim (aka Laurie Osborne aka metà degli Skull Disco, progetto sempre in ambito dubstep consigliatissimo…l’altra metà è Shackleton cioè il miglior live del genere a cui voi possiate mai assistere..per il momento).

Se già gli Skull Disco sono un ‘evoluzione’ (in un certo senso) di questa nuova ondata sonora in arrivo dalla Gran Bretagna, anche in “Dubstep Allstars Volume 6″ Appleblim mantiene alta la bandiera. Il punto forte di queste 18 tracce (compresi i tre remix conclusivi) è la fusione tra componente ‘techno’ (alla Main Street per capirsi) e il sound tipico del dubstep, andando così a creare una sorta di sottogenere meno inaccessibile ed oscuro, e più ‘ballabile’. Ottimo esempio è il passaggio tra “Circling” (ideata da Peverelist e lo stesso Appleblim) a “Get Up” di Pinch, con la voce intensa e ‘funkeggiante’ di Yolanda. Se “Babylon” dei Mungo’s Hi-Fi attinge a piene mani dal più classico dei sampler reggae, la successiva “Bad Apple” di Komonazmuk è sospinta da una base minimal (tipo Basic Channel), ma non c’è discordanza alcuna e la fusione riesce in modo perfetto. Da segnalare anche le tracce di Martyn (“Suburbia”) e 2562 (“Moog Dub”).

La particolarità di questo mix è che Appleblim più che a pensare a far mettere in luce eventuali grandi pezzi del catalogo Tempa, vuole creare una continua evoluzione nel dubstep, facendo entrare nelle orecchie dell’ascoltatore anche altre commistioni (Kingston incontra Londra passando per Berlino, non potrei spiegare in altro modo!). Buon lavoro, forse un filo sotto il mix precedente (Benga, Kromestar!), ma per chi è alle prime armi col dubstep e vuole entrarci attraverso il suo lato più ballabile e contaminato allo stesso tempo, questa è una buona porta d’ingresso.

Dubstep Allstars: Vol.06 Mixed By Appleblim
[ Tempa - 2008 ]
Similar Artist: Shackleton, Skull Disco, Benga
Rating:
1. Peverelist — Gather
2. Peverelist & Appleblim — Circling
3. Pinch feat Yolanda — Get up
4. 2562 — Moog Dub
5. Martyn — Surburbia
6. Jus wan — Action Potential
7. 2562 — Morvern
8. Trg & Selector Dub U — Harajuki
9. Peverelist — Infinity Is Now
10. Skream — Percression
11. Rsd — Pretty Bright Lights
12. Mungo’s Hi-Fi — Babylon
13. Komonazmuk — Bad Apple
14. Komonazmuk & Gatekeeper — Cheeky herbert
15. Trg — Decisions
16. Trg — Put You Down (Ramadanman Refix)
17. Trg — Broken Heart (Martyn Dcm Remix)
18. Geiom feat. Marita — Reminissin (Dubplate Version)

 

Articoli Correlati:

4 commenti »

Ultime recensioni

Do To The Beast

THE AFGHAN WHIGS
Do To The Beast

Se qualcuno avesse detto, appena qualche anno fa, che in questo 2014 sarebbe uscito…

Close To The Glass

THE NOTWIST
Close To The Glass

La storia dei Notwist è fatta di apparizioni improvvise. E di silenzi. Una carriera…

Il Profumo Dei Fiori Secchi

DAVIDE MARTISCIANO
Il Profumo Dei Fiori Secchi

“Il profumo dei fiori secchi” di Davide Matrisciano è un album lungo, impegnativo, intenso.…

The Cautionary Tales Of Mark Oliver Everett

EELS
The Cautionary Tales Of Mark Oliver Everett

Tre canzoni, tre domande “Where I ‘m At”, “Where I’m From”, “Where I’m Going”caratterizzano…

Love Letters

METRONOMY
Love Letters

Abbiamo lasciato i Metronomy sulla “English Riviera”, paladini del pop intelligente, così si dice,…

S/T

THEE ELEPHANT
S/T

Il tenace equilibrismo di Dola J Chaplin è in poche parole una incontrollabile urgenza…

In Roses

GEM CLUB
In Roses

“In Roses” è il secondo album della band americana del Massachusetts Gem Club.
Si…

Dirty Gold

ANGEL HAZE
Dirty Gold

Quando nel 2012 mi capitò di vedere il video di “Werkin’ Girls” successe che…