THE WALKMEN
You & Me

 
Tags:
 
1 dicembre 2008
 

Spesso scomodati dalla critica internazionale come rappresentati di quel “New York Sound” che poi vuol dire tutto e niente, i The Walkmen ritornano con una nuova uscita discografica, la quarta per la precisione. Personalmente l’interesse nei confronti della formazione nordamericana era sorto col debutto “Everyone Who Pretended to Like Me Is Gone”, una carrellatta per certi versi magica di raffinate melodie ribollenti diversi stati d’animo. Dopo l’uscita dai circuiti indie con “Bows + Arrows” le cose iniziarono ad andare in discesa fino a raggiungere il minimo qualitativo con il mediocre “A Hundred Miles Off”. Immaginerete la diffidenza con cui mi sono avvicinato al nuovo lavoro del quintetto newyorchese e la successiva sorpresa nel constatare la rinascita artistica di una band considerata sul viale del tramonto.

Diciamolo subito senza troppi giri di parole: “You & Me” spacca di brutto, detronizzando anche l’eccellente debutto. Disseminato di tanti piccoli dettagli sonori che si concedono all’ascoltatore solamente dopo molteplici ascolti, il disco in questione è un continuo gorgogliare di emozioni pur mantenendo un forte taglio malinconico. Il cantato di Hamilton Leithauser s’incastra alla perfezione con il contesto musicale circostante, impreziosendo ulteriormente le tracce in scaletta con un’interpretazione ed un trasporto da brividi: la vetta emotiva è toccata con la splendida “In The New Year”, un crocevia di stati d’animo e frutto di un elegante artigianato sonoro. Certo il quintetto americano zigzaga tra i paletti dell’alternative con mestiere, piazzando ballate sognanti e romanticismi diffusi, senza tuttavia perdere quel tocco magicamente struggente che pervade le quattordici istantanee presenti.

Un piccolo grande capolavoro dal forte retrogusto evocativo, la resurrezione di un gruppo dato spacciato dai più, uno dei dieci dischi da acquistare per questo 2008: essere smentiti mai fu così piacevole.

Cover Album
Band Site
MySpace
You & Me [ Talitres – 2008 ]
BUY HERE
Genere: alt-rock
Rating:
1. Donde Esta La Playa
2. Flamingos (for Colbert)
3. On The Water
4. In The New Year
5. Seven Years Of Holidays (for Stretch)
6. Postcards From Tiny Islands
7. Red Moon
8. Canadian Girl
9. Four Provinces
10. Long Time Ahead Of Us
11. The Blue Route
12. New Country
13. I Lost You
14. If Only It Were True
Tracklist
 
 

Gianni Maroccolo – Alone ...

Gianni Maroccolo fa parte di una generazione tra le più intraprendenti, musicalmente, in Italia. La sua biografia parla da sé, dai Litfiba ...

Officine Bukowski – Il primo ...

E’ strano. E’ strano come “Il primo giorno d’inverno” possa portare con sé la freschezza di un temporale ...

The Twilight Sad – It Won/t ...

I The Twilight Sad tornano a quattro anni di distanza da “Nobody Wants To Be Here And Nobody Wants To Leave”, album esaltato dalla ...

Toro Y Moi – Outer Space

Quando si arriva al sesto album è necessario rischiare e avventurarsi in generi non ancora esplorati o è meglio rimanere nell’ormai ...

John Garcia – John Garcia and ...

La notizia di un nuovo album a firma John Garcia dovrebbe far fare i salti di gioia a qualsiasi appassionato di stoner rock che si rispetti. ...