THE SEVEN MILE JOURNEY
The Metamorphosis Project

 
 
23 Gennaio 2009
 

Da quella Danimarca mai avara nel partorire interessanti gruppi nell’ambito alternative arrivano i The Seven Mile Journey. Immersi completamente nel post-rock di matrice strumentale, la formazione scandinava ci propone la seconda fatica discografica in carriera dopo il discretto debutto, “The Journey Studies” targato 2006.

Esibendo una cura quasi maniacale anche per il minimo dettaglio sonoro, i quattro musicisti hanno cesellato un lavoro che si caratterizza per il forte impatto emotivo estrinsecato da una tensione positiva che permea le sei tracce in scaletta. Cupe atmosfere compenetrano i paesaggi musicali mentre fraseggi strumentali ricchi di pathos ondeggiano come maree improvvise travolgendo ogni resistenza. La partenza dell’album è devastante con ”The Catharsis Sessions”, accordi minacciosi che lentamente si dipanano nella loro plumbea bellezza mentre sull’ascoltatore pende la scure dell’improvvisa esplosione distorsiva (catarsi per l’appunto). La successiva “Identity Journals (anonymous)” è pura gioia ipnotica per i timpani, melodie circolari che si sviluppano in maniera sequenziale senza tuttavia essere suonate fino al completo esaurimento, vero pregio dell’ensemble danese.

In un genere per alcuni morto e sepolto, i The Seven Mile Journey hanno piazzato un disco di pregevole fattura che non mancherà di intrigare gli amanti delle traiettorie strumentali. Per tutti gli altri qualcosa in più di una semplice curiosità.

Cover Album
MySpace

The Metamorphosis Project [ Fonogram/ 5ive Roses Press – 2008 ]
BUY HERE
Similar Artist: Explosions In The Sky, Mono
Rating:
1. Theme for the Elthenbury Massacre
2. The Catharsis Session
3. Identity Journals (anonymous)
4. January 4th – The Hypothesis Hours
5. A Sanctuary for Lugubrious Tracy
6. Purification – The Journey Transcriptions
Tracklist
 
 

bdrmm – Bedroom

Facile salire adesso sul carro dei vincitori. Facile osannare questi ragazzi stanziati in zona Hull/Leeds e definirli “nuovi eroi ...

Gum Country – Somewhere

Tanto nostalgico quanto piacevole. Courtney Garvin (che conosciamo per essere nei The Courtneys) e Connor Mayer ci conducono nel loro mondo ...

Arca – KiCk i

“KiCk i” è un calcio a sorpresa alla bocca dello stomaco che ti costringe a spalancare gli occhi e a guardare. Arca esiste, guardala. ...

Le voci di Gero – Il colore ...

Un disco impegnativo quello di Le voci di Gero, nome in codice di Andrea Aloisi, cantautore milanese con le idee chiare e i piedi ben ...

Altrove – Bolle

Ho seguito da vicino la lavorazione di quella miscela odorosa e raffinata che è “Bolle” sin dall’apertura dei cantieri, ...