PENELOPE SULLA LUNA
My Little Empire

 
 
27 Febbraio 2009
 

Per tutti coloro non interessanti nella musica senza testi e cantato consiglierei di passare oltre e leggere qualche altra recensione. Se siete invece intrigati da trame sonore che non si perdono in inutili divagazioni cerebrali, crescendo che lentamente s´impadroniscono del vostro corpo ed esplosioni belliche seguite da echi atmosferici, allora questo disco é fatto su misura per voi. Con nove tracce dipinte in tinte chiaroscurali escono allo scoperto i ferraresi Penelope Sulla Luna, esordendo per la Nagual Records con un’opera fermamente impiantata nel post-rock strumentale.

Inerpicandosi lungo sentieri già percorsi in passato da gruppi quali Mono e Mogwai (giusto per citare gli esponenti più influenti del lotto) il quintetto emiliano si muove tra rarefazioni introspettive e tempeste distorsive: le melodie fluttuano in continuo divenire, le rotte sonore tracciate da piano e chitarre s´intersecano in piú di un´occasione generando intensi vortici musicali, titoli ironici che sottotitolano composizioni dall´elevato impatto emotivo (i due episodi di “ Butterfly Drama” meritano una menzione particolare).

Un lavoro che si rivela piacevole pur senza reinvetare la ruota. É tuttavia sempre un piacere ascoltare nuove leve piene di entusiasmo capaci di tradurre in note l´energia di cui sono carichi. Per il momento una promessa che potrebbe diventare realtá in futuro.

Cover Album
Band Site
MySpace

My Little Empire [ Nagual/5ive Roses – 2009 ]
BUY HERE
Similar Artist: Mono, Mogwai, Do Make Say Think
Rating:
1. Last Show On The Radio
2. Back To The Teenage
3. Space Donut
4. Butterfly Drama #1
5. Third Brain Drain
6. Butterfly Drama #2
7. Big Whoop
8. Melodia (Per Teste Rotte Sugli Scogli)
9. Fortunadrago

Tracklist
 
 

Suzanne Vega – An Evening Of ...

Chi in questi mesi ha dovuto rinunciare a un bel viaggio (magari oltreoceano) può consolarsi con questo delizioso disco dal vivo di Suzanne ...

I Like Trains – Kompromat

La parola Kompromat, si legge su Wikipedia, viene dal russo che significa”materiali compromettenti” ed è usato per indicare ...

The Slow Painters – The Slow ...

Quella dei norvegesi The Slow Painters è una delle scoperte epifaniche che danno un senso alla continua ricerca di nuovi nomi ...

The Flaming Lips – American ...

Torno a scrivere di musica dopo un po’ di tempo, dato che da un paio d’anni a questa parte sono stato trasferito dal sommo Riccardo ...

King Buzzo with Trevor Dunn – ...

King Buzzo si prende una piccola pausa dal sound ruvido cui ci ha abituato in quasi quattro decenni di attività e, a sei anni di distanza ...