POLAR FOR THE MASSES
Blended

 
 
18 Marzo 2009
 

Maturati sia sotto il profilo tecnico che compositivo i vicentini Polar For The Masses si ripresentano al pubblico undeground con un pugno di ottimi brani robusti e quadrati, fatti di imponenti arieti ritmiche da sfondamento, fraseggi killer e rugginose muraglie elettriche, brani superiori qualitativamente a quelli contenuti nell’esordio “Let Me Be Here”. La musica dei Polar For The Masses sembra possedere due anime, comunque non immediatamente distinguibili e che spesso vanno a sovrapporsi: una sinistramente voluttuosa e oppressa da inquietudini notturne e un’altra più furibonda e indocile che però non eccede mai in detonazioni smodatamente disordinate.

I tre si destreggiano con abilità tra ossessivi riff ora incendiari (“Timer On The Head” e “The Duck”, con una bellissima coda pseudo-spacey attraversata da striscianti sibili) ora gelidamente ipnotici (la maliarda “Where Your Nose Is” e “No Solution”), tra un rock agonizzante e un po’ fosco (“Socks” e “Nightclubbing”, disadorne e sinistre, la conclusiva “Life Is Brilliant”) ed uno un po’ più vitalistico (“Nothing’s Wrong”, epica e a suo modo quasi eterea, e “Ready To Play”, con le strofe roboticamente marziali in netto contrasto con il vivace refrain dal sapore hard-rock) .

Situabile al crocevia tra garage, dopo-punk e rock delle sabbie, “Blended” è martellante, scarno e a tratti compiaciutamente lascivo, roccioso e dotato di una malcelata eleganza diabolica. Insomma, volendo essere più diretti potremmo dire che si tratta di un’opera fottutamente divertente, tanto tosta quanto sexy.

Cover Album
MySpace
Blended [ Black Nutria – 2009 ]
BUY HERE
Similar Artist: Placebo, Queens Of The Stone Age, Stooges
Rating:
1. Nothing’s Wrong
2. Timer On The Head
3. Where Your Nose Is
4. Ready To Play
5. Socks
6. The Duck
7. Comes Down
8. No Solution
9. Nightclubbing
10. Life Is Brilliant
Tracklist
 
 

Greet Death – New Hell

Quest’anno Babbo Natale ha dovuto risvegliare in anticipo di oltre un mese le sue amate renne per portarci in dono il nuovo lavoro degli ...

Due – Due

Avevamo già apprezzato il disco d’esordio di Luca Lezziero, così scarno, acustico ed evocativo, alla ricerca di un linguaggio ...

Il Buio – La città appesa

Sei anni dopo il debutto intitolato “L’oceano quieto”, Il Buio riemerge dalla provincia vicentina per portarci a fare un giro nel ...

Sean Henry – A Jump From The ...

E’ passato poco più di un anno dall’uscita del suo primo LP, “Fink”, ma Sean Henry il mese scorso ha già pubblicato questo suo ...

William Patrick Corgan – ...

Arriva un po’ come un piccolo regalo a sorpresa questo “Cotillions”, terzo album solista di William Patrick Corgan (per gli amici ...