AA. VV.
Brand Neu!

 
Tags:
 
 

Da quanto ne so io, la Germania è stata da sempre considerata la patria della Volkswagen, dei wurstel, del muro di Berlino, di Beckenbauer a Mexico ’70 e di altre amenità facilmente prescindibili.
Pochi eletti si sono spinti più in là nella loro ricerca interiore, per dare un senso compiuto ad una Nazione di per sè poco utile al genere umano se non per la birra.
Almeno nell’ ultimo secolo.

Balza all’ occhio cosi’, invece, quanto lo stato teutonico abbia dato all’ arte contemporanea nel campo musicale tout court.
E non mi riferisco alla classica, alla lirica o simili sfoggi di cultura alta, bensì a quel sottobosco di avanguardie più o meno carbonare, che lì proliferavano già dagli anni ’50.
In questo caso parliamo di Corrieri Cosmici, di Krautrock, di sperimentazione astrale e psichedelia della più varipinta e fantasiosa.
Ma non credete alle solite copertine di vinili artefatte e parruccate senza niente dentro, una sorta di Polo ciucciata e risputata più volte e ormai senza sapore.
Qua c’è ciccia per tutti e della migliore qualità.

Infatti i Neu! da Dusseldorf, Michael Rother e Klaus Dinger recentemente scomparso, furono tra i più luminosi e illuminati esempi dell’ ala visionaria del movimento, introducendo innovazioni stilistiche ed una vena prospettica legata all’ evoluzione delle tecnologie più che al ripetersi di formule legate al concetto di classic rock.
Ovvero il Motorik o l’ Apache Beat che dir si voglia!
Proprio per questa loro attitudine all’ innovazione, l’ onda lunga della loro influenza nei decenni a venire, confronta con un certo post punk e nois, si è materializzata in svariate compilations e tributi come ad esempio questo “Brand Neu!”, l’ ultimo arrivato in ordine di tempo, a cura della Feraltone Records.

Certo nulla per cui strapparsi la chioma fluente, parliamo infatti di una compilation tributo composta da brani già precedentemente editi, e con due sole novità: “Sketch 1_08” dei La Dusseldorf di Dinger e “Neutronic 98”, sentito omaggio di Rother al guru Conny Plank.
Ad una prima occhiata, dunque, si potrebbe definire questo lavoro prezzolato, l’ omaggio del pianeta Indie Rock (ci sono i Foals, gli Lcd Sounsystem, i Kasabian, gli Holy Fuck) al duo di genialoidi crucchi, nonostante la sinistra presenza di alcuni numi tutelari del genere tipo Oasis, Primal Scream e Sonic Youth sotto pseudonimo.
Senza rendercene conto ci troviamo per le mani una tracklist di canzoni che la scossa ormai l’ hanno persa per strada, ma che risultano piacevoli anche ad un ascolto continuato; alternative ma non troppo ostiche, con rumorismi dissonanti ben organizzati e melodie degne del Cafè del Mar di ibizenco terrore.

In un ideale ordine meritocratico, ahimè sono i tempi della pura e gelida prestazione, metterei così…senza saper nè leggere nè scrivere:
Primal Scream “Shoot Speed/Kill Light”; Pets With Pets “We Only Found This Place”; la superpsichedelica “Wataridori” di Cornelius il genio; Hook & The Twin “The’ ll Get Your Head” che fa il paio con la new wave più sincera e primigenia; gli Holy Fuck che meglio hanno capito con “Super Inuit” la lezione del Motorik e per finire lo sketch ultrachitarristico dei La Dusseldorf quasi in termine di cd.
Ce n’ è davvero per tutti i gusti in questo “Brand Neu!, come il gelato all’ oratorio o il Colgate multicolor di fricchettona memoria.
E quest’ ultima può giocare anche brutti scherzi stingendo colori una volta scintillanti, ma niente mi farebbe preferire una giornata in fonderia a mettere in dubbio la verginità della Madonna.

Cover Album

  • MySpace
  • BUY HERE
Brand Neu!
[ Feraltone – 2009 ]
Similar Artist: Neu!, La Dusseldorf, Ralf & Florian, Harmonia, Ash Ra Tempel, Cluster, Stereolab, Pere Ubu
Rating:
1. Ciccone Youth (Sonic Youth) – Two Cool Rock Chicks Listening To Neu!
2. Primal Scream – Shoot Speed / Kill Light
3. Pets With Pets – We Only Found This Place
4. Oasis – Can Y’See It Now? (I Can See It Now!!)
5. Foals – Titan Arum
6. Cornelius – Wataridori
7. Holy Fuck – Super Inuit
8. Kasabian – Stuntman
9. LCD Soundsystem – Watch the Tapes
10. School Of Seven Bells – Device (fuer M)
11. Fujiya & Miyagi – Electro Karaoke
12. Hook & The Twin – They’ll get your head
13. LA Duesseldorf – Sketch 1_08
14. Michael Rother – Neutronics 98 (A Tribute To Conny Plank)
Tracklist
 
 

Huge Molasses Tank Explodes – ...

Milano blindata, come anche il resto d’Italia, e questo è assodato oramai. Il fatto di non dover uscire non è un effettivo problema per ...

Islet – Eyelet

Ci sono voluti ben sette anni per avere tra le mani il nuovo attesissimo lavoro del trio gallese degli Islet. Questo “Eyelet” ...

Twisted Wheel – Satisfying ...

Otto anni dopo il secondo (e fino ad oggi ultimo) album, sei dopo l’autoproclamato “funerale”, riecco sulla lunga distanza ...

Spinning Coin – Hyacinth

La compagine di Glasgow composta da Cal Donnelly, Chris White, Jack Mellin, Sean Armstrong e Rachel Taylor ripropone con ...

Waxahatchee – Saint Cloud

E’ sempre un vero piacere ascoltare la musica di Katie Crutchfield, ovvero Waxahatchee, che seguiamo ormai da parecchi anni. Questo ...