DEVOCKA
Perchè Sorridere?

 
 
7 Agosto 2009
 

Il rock dei Devocka (occhio a non confonderli con gli americani Devotchka!) è sinonimo di furore puro. È un assalto kamikaze contro tutte le certezze di plastica che il mondo di oggi ci ha costruito intorno. È amara disillusione, gridata dal fondo dell’anima, è stille di saliva e denti che scoppiano, è una notte senza stelle di calma apparente improvvisamente squarciata da un inaspettato atto di follia. Giù la maschera, questa è la realtà. Una realtà fatta di solitudine estrema e cinismo. Ma il reazionismo dei Devocka no è mai banale, è appassionante, profondo (ok, senza esagerare…), coinvolgente.

I titoli sono semplici, secchi, come schegge di materiale grezzo sparate in faccia, che ti colpiscono d’improvviso: ”Pane”, “Ventre”, “Corri”, “Reazione/Azione”.

“Corri”, “Umor Vitreo”, “Perché Sorridere!?” e “Medved”, violentate dai riff bestiali del basso massiccio e velenoso e dalle chitarre laceranti, mentre sono sconvolte dalle dolorose urla di un Fabio Igor Tosi sconfitto e paranoico, sono le tracce più ‘straight-in-the-face’ del lotto.

Ma i Devocka non sono solo rabbia cieca e caos rumoroso. Infatti già con “Piero”, canzone d’apertura (tra l’altro prettamente acustica) che vede protagonista il tenebroso recitato di Tosi, viene svelato il lato più noir e crepuscolare della band, e se vogliamo anche più “cinematico”. “Pane” si accende solo verso la fine, mentre invece presenta strofe pregne di tensione controllata e uno stupefacente ritornello avvolto da una inaspettata malinconia. “Reazione/Azione” è una sconsolata dissertazione sul tradimento e sull’alienazione immersa in un’atmosfera agghiacciante, che a più riprese viene squarciata da brutali stacchi elettrici, fino alla psicotica fuga della coda.

Il quartetto ferrarese, qui alla sua seconda fatica in studio, oltre a essere uno dei gruppi più disperati e violenti del rock indipendente italico, è anche uno dei più meritevoli.

Cover Album

  • Band Site
  • BUY HERE
Perchè Sorridere?
[ Nagual – 2009 ]
Similar Artist: Faith No More, Il Teatro Degli Orrori
Rating:
1. Piero
2. Corri
3. Umor vitreo
4. Perchè Sorridere?
5. Ventre
6. Pane
7. Medved
8. Altre 100 Volte
9. Lab
10. Software
11. Reazione/Azione
Tracklist
 
 

bdrmm – Bedroom

Facile salire adesso sul carro dei vincitori. Facile osannare questi ragazzi stanziati in zona Hull/Leeds e definirli “nuovi eroi ...

Gum Country – Somewhere

Tanto nostalgico quanto piacevole. Courtney Garvin (che conosciamo per essere nei The Courtneys) e Connor Mayer ci conducono nel loro mondo ...

Arca – KiCk i

“KiCk i” è un calcio a sorpresa alla bocca dello stomaco che ti costringe a spalancare gli occhi e a guardare. Arca esiste, guardala. ...

Le voci di Gero – Il colore ...

Un disco impegnativo quello di Le voci di Gero, nome in codice di Andrea Aloisi, cantautore milanese con le idee chiare e i piedi ben ...

Altrove – Bolle

Ho seguito da vicino la lavorazione di quella miscela odorosa e raffinata che è “Bolle” sin dall’apertura dei cantieri, ...