EBONY BONES!
Bone Of My Bones

 
 
21 Settembre 2009
 

Ebony Bones! sembra il titolo di un film porno di serie Z ma in realtà è solo un nome d’arte (forse scelto con il preciso intento di scandalizzare i benpensanti). E, per la precisione, è solo il nome d’arte scelto da Ebony Thomas, un ex bambina prodigio della tv inglese che dopo aver recitato in diverse soap opera è cresciuta, ha scelto la via della droga ed ha iniziato a far musica (forse con il preciso intento di scandalizzare i benpensanti che la seguivano bambina quando recitava nelle soap opera). Musica, e che musica!

Il suo debut album “Bone of My Bones” infatti è una bomba, punto e basta. Prendi M.I.A. ed imbottiscila di oppioidi, falla copulare con Santogold-che-ora-si-chiama-Santigold, falle ascoltare i primi Basement Jaxx, falle assorbire tutta la loro carica eversiva avendo cura di non farle assorbire quasi per nulla le atmosfere party tipiche dei primi lavori del duo inglese, aggiungi chitarre piuttosto punk, Rat Scabies dei Damned alla batteria, frattaglie sonore di varia natura e specie, testi molto più impegnati della media, un senso non comune per la scrittura della pop song che ti entra in testa e difficilmente ne esce, oscurità, vizio e degrado ed ottieni “Bone of My Bones”, opera da ascolto in loop per quanto è in grado di comunicare agli ascoltatori più attenti (quelli che vanno in delirio per la fidget house invece li abbiamo persi da molto tempo e ormai non c’è più speranza) e per quanto è in grado di sorprendere chiunque si trovi ad ascoltarla (anche non per la prima volta).

Ed il bello di tutto questo è che “Bone of My Bones” è sì un disco coraggioso ed a modo suo difficile, ma ha anche un alto potenziale commerciale. Tracce come “When It Rains”, “The Muzik”, “Guess We’ll Always Have NY”, “Don’t Fart On My Heart” se fossero uscite nel 1996 sarebbero state sicuramente in heavy rotation su Mtv Europe, ma anche ora che siamo nel 2009 possono assolutamente dire la loro e farle ottenere un meritato successo presso il grande pubblico.

In poche parole, Ebony Bones! ne ha per tutti i gusti e se vuole potrebbe pure diventare una popstar (diciamo che potrebbe occupare nel cuore dello spettatore medio di Mtv il posto lasciato libero da Gwen Stefani che di recente è tornata nei No Doubt); se ce la facesse senza dover scendere a compromessi e senza dover annacquare il suo sound sarebbe davvero stupendo. Ma il mondo è un vampiro, io sono solo un topo in gabbia ed Ebony Bones! diventerà una diva nel Regno Unito ma non in Italia, perché l’Italia preferisce i fenomeni da baraccone come Alessandra Amoroso. Succede.

Cover Album

  • MySpace
  • BUY HERE
Bone Of My Bones
[ Sunday Best – 2009 ]
Similar Artist: Basement Jaxx, M.I.A., Santigold, rum e sonniferi, The Rapture, Audio Bullys
Rating:
1. W.A.R.R.I.O.R.
2. We Know All About U
3. Story Of St.ockwell
4. The Muzik
5. In G.O.D. We Trust (Gold, Oil & Drugs)
6. Bone of My Bones
7. Guess We’ll Always Have NY
8. Im Ur Future X Wife
9. Smiles & Cyanide
10. When It Rains
Tracklist
 
 

Nick Cave & Warren Ellis ...

La notizia del nuovo album di Nick Cave è arrivata qualche mese fa tra le righe dei suoi “Red Hand Files”, umanissima newsletter in cui ...

The Pretty Reckless – Death ...

Come mamma l’ha fatta – con le parti intime celate da una elegante posa – si presenta la bella Taylor Momsen sulla ...

Indigo Sparke – Echo

Se andate in brodo di giuggiole per il sound folk femminile à la Marissa Nadler o Aldous Harding, allora dovete decisamente farvi il regalo ...

Madeline Kenney – Summer ...

Uscito a sorpresa lo scorso 22 gennaio un nuovo mini album, pubblicato dalla label Carpark Records, della statunitense Madeline Kenney che ...

Pale Waves – Who Am I?

“Who Am I?” Bella domanda… chi sei Heather Baron-Gracie? Avril Lavigne? Alanis Morisette? Dolores O’Riordan? Bo. Una cosa è certa: ...