NADA SURF
If I Had An Hi-Fi

 
Tags:
 
28 giugno 2010
 

A volte non capisco perché si fanno alcune scelte.
E non riesco ad immaginare quello che è passato nella loro mente quando i Nada Surf hanno deciso di fare un intero album di cover. Ho premuto play su itunes con sincera curiosità, anche se non amo le cover, poiché ricordavo un’interessante versione di “Where Is My Mind” fatta da questo trio alternative rock statunitense.

La scelta delle canzoni che compongono il lavoro è stata effettuata a discrezione della band, elemento che ci ha rivelato i loro gusti leggermente schizoidi, e la conoscenza del panorama musicale anche europeo (dovuta alle vicende personali dei membri). E sono proprio i pezzi cantati in francese e spagnolo che mi convincono di più (“Bye Bye Beaute”, “Evolucion”). Mantenendo la tensione di quelle che dovevano essere le tracce di partenza, hanno saputo estrapolare i movimenti cruciali dei pezzi e aggiungere il loro sound personale senza intaccare la genuinità dei pezzi. La conduzione ritmica e lo spessore delle chitarre rimane invariato in confronto ai lavori precedenti; questo è il segno della volontà di rimanere dei freschi ‘suonatori’ esercitandosi con questo album, senza necessariamente puntare ad una direzione musicale precisa. Ma dopotutto, anche se forse privo di un motore nascosto fatto d’ispirazione, il lavoro è godibilissimo per la leggerezza con cui si portano avanti le tracce, che mai vengono ammanettate nella semplice citazione.

Credo che ascoltare questo disco aiuti a sdoganare le cover nei cuori degli intolleranti (io mi annovero tra gli ex-intolleranti).
Se la fatica di mettere su un brano di un altro artista comprende anche il doverla sapientemente rielaborare e riproporre in linea con le proprie velleità e missions allora tutto ciò assume un senso.
Le canzoni vanno da tormentino triti e ritriti come “Enjoy The Silence”, a hit di nomi poco conosciuti, ma non danno mai fastidio, per il modo in cui saggiamente sono proposte con semplicità ma miracolosamente evitando di banalizzarle.

I Nada Surf possono essere considerati un gruppo che funziona sia sul fronte creativo che produttivo, cosa che sicuramente non si può dire di altre band che tentano di fare cover allo stesso modo e falliscono miseramente, pur essendo nomi molto più grandi del trio newyorchese di cui qui si sta trattando.
Evviva l’ondata di vento caldo dei Nada Surf, perché non c’è canzone che non mi piaccia in “If I Had an Hi-Fi”, anche se probabilmente non mi piacerebbero le canzoni che hanno scelto per comporlo.

If I Had An Hi-Fi
[ Mardev – 2010 ]
Similar Artist: Brand New, Pavement, Nada Surf
Rating:
1. Electrocution (Bill Fox)
2. Enjoy the Silence (Depeche Mode)
3. Love Goes On (The Go-Betweens)
4. Janine (Arthur Russell)
5. You Were So Warm (Dwight Twilley)
6. Love and Anger (Kate Bush)
7. The Agony of Laffitte (Spoon)
8. Bye Bye Beaute (Coralie Clement)
9. Question (Moody Blues)
10. Bright Side (The Soft Pack)
11. Evolution (Mecromina)
12. I Remembered What I Was Going to Say (The Silly Pillows)
Tracklist
 
  • Antonella

    Li ho visti per la seconda volta in concerto a Parigi giusto qualche mese fa. Hanno messo in vendita il disco per la prima volta proprio durante quel concerto e ne ho ovviamente approfittato! Matthew ha spiegato che non volevano fare un vero e proprio cd. Hanno messo insieme delle cover fatte proprio secondo i loro gusti personali (sottolineando la genialità di Bill Fox, per esempio) e poi si sono detti “perchè no?”…ma assicurano che c’è ben altro in pentola.

  • Sì, ne ero sicuro. Cmq bel lavoro secondo me.

  • Pingback: #MusicMonday - Nada Surf con Enjoy the silence | MAGIX Magazine()

 

And So I Watch You From Afar ...

Quinto album per gli And So I Watch You From Afar e i ragazzi di Belfast cambiano le carte in tavola. Rory Friers, Johnny Adger, Chris Wee e ...

Metz – Strange Peace

Lo strano concetto di pace dei Metz passa attraverso gli undici brani grezzi e nervosi di questo nuovo album, il terzo dopo l’esordio ...

GodBlessComputer – Solchi

Siamo in un’epoca d’oro della musica italiana, chi si ostina a dire il contrario probabilmente non sente musica da parecchio. ...

Christoffer Franzen (of Lights ...

Christoffer Franzen è sempre lui, sia che scriva con il suo nome o che si firmi come Lights & Motion. Il suo stile è quello di un ...

Beck – Colors

Con Beck bisogna sempre chiedersi “dove eravamo rimasti?”, fare il punto della situazione con lui infatti non è mai facile: un giorno ...