IKONIKA
Contact, Want, Love, Have

 
Tags: ,
 
2 Luglio 2010
 

La dubstep si manifesta sempre più come musica suonata. Mentre il mondo della dancefloor altra, nel tempo è andato ad annacquarsi di iper-produzioni quasi sempre senza sostanza -colpa di produttori poco musicisti- dalle isole britanniche arriva invece una costante aria fresca, prima timida e a fievoli soffi, adesso sempre più massiccia, globale e contaminata.

Non si può parlare di dubstep, contaminazione e globalizzazione musicale senza citare la ormai storica Hyperdub, etichetta master che ha contribuito sopra tutte ad innescare certe nuove tendenze musicali: dai tempi di Burial fino ad oggi, quando sempre meno contano gli inutili canoni stilistici, di una fonte sonora (quella dubstep) già nata con pochissime barriere culturali.

E proprio dalla Hyperdub arriva Sara Abdel-Hamid aka Ikonika, regina della nuova generazione musicale londinese, con questo splendido debutto dal nome telegrafico “Contact, Love, Want, Have”. La ragazza ci sorprende con il suo modo di suonare, con quei brillantissimi riff di tastiere saggiamente digitalizzate e i trascinanti groove di stampo ukg, house e una dose massiccia di 2-STEPping.

Ma sono proprio le tastiere a fare da protagoniste: contorte, minimali, arpeggiate e con un forte sapore di improvvisazione che lascia l’ascoltatore come perso in uno spazio vuoto e senza punti di riferimento (l’introduttiva “Ikonklast”, l’orientaleggiante “Idiot” e “R.e.s.o.l.” ne sono i chiari esempi). Tutto ciò viene miscelato ad una passione per i videogiochi vintage ed 8bit (“Sahara Michael”, “Psoriasis” e l’esplicita “Look (Final Boss Stage)”) e a sonorità spesso forzatamente fresche, spumeggianti, con tracce piene di grossi pad, accordi orchestrali e classici groove half-tempo (“Yoshimitsu”, “Fish”, “Continue?”).

Nel complesso possiamo affermare l’ottimo debutto di una musicista di grande talento, che ci stupisce live con i suoi fenomenali djset, e poi ci lascia a bocca aperta in studio, per la sua eleganza, fantasia e unicità. Ikonika sembra davvero volersi imporre regina indiscussa nel regno dubstep.

Cover Album

  • MySpace
  • BUY HERE
Contact, Want, Love, Have
[ Hyperdub – 2010 ]
Similar Artist: Joker, Darkstar, Deadboy, Ramadanman, Untold
Rating:
1. Ikonklast (Insert Coin)
2. Idiot
3. Yoshimitshu
4. Fish
5. R.e.s.o.l
6. They Are Losing the War
7. Millie
8. Sahara Michael
9. Continue?
10. Heston
11. Psoriasis
12. Video Delays
13. Look (Final Boss Stage)
14. Red Marker Pens (Good Ending)
Tracklist
 
 

Fleet Foxes – Shore

Oggi non è un giorno a caso, ma l’equinozio d’autunno. Il 22 settembre, infatti, è stato volutamente e simbolicamente scelto da Robin ...

Matt Costa – Yellow Coat

La carriera di Matt Costa inizia nell’ormai lontano 2003 con il suo omonimo primo EP, pubblicato da Venerable Media: passano appena due ...

Lomelda – Hannah

E’ passato appena un anno e mezzo dall’uscita di “M For Empathy”, il terzo album di Lomelda, ma nei giorni scorsi la folk-singer ...

Motorpsycho – The All Is One

È sempre un piacere ascoltare qualcosa di nuovo dei Motorpsycho, uno dei pochi gruppi ancora in grado di sfruttare appieno il potenziale ...

Tricky – Fall To Pieces

“Fall To Pieces” è il frutto dell’attraversamento della tenebra più profonda per il Tricky uomo: l’album restituisce ciò ...