BEATRICE ANTOLINI
Bio Y

 
Tags:
 
22 Novembre 2010
 

Beatrice Antolini non ha più bisogno di presentazioni. Passati due anni dall’eccellente “A Due”, gioiellino del pop indipendente contemporaneo, la femme fatale maceratese torna a grande richiesta con il terzo capitolo della sua inclassificabile opera.

Già dalla copertina di “BioY”, dalle reminescenze sci-fi e dal font altisonante, è possibile respirare le influenze eighties che contaminano quest’uscita, come se il coloratissimo carosello di Beatrice necessitasse ancora d’ispirazioni. Contaminazioni messe in atto sin dalla prima traccia, in cui l’intro sintetico di “Piece Of Moon”, l’accensione dell’astronave Antolini, fa capolino da dietro l’introduzione retrò per piano di “A Due”. La base ritmica e la voce suadente proseguono tra progressivi rallentamenti e scatti cadenzati: Beatrice non è cambiata, vive e lotta insieme a noi.

Il duetto tra la tastiera Nord di Bea e il sax di Andrea Fumagalli alias Andy, fu (?) Bluvertigo, che tanto bene ha funzionato nel live tour del 2009, viene riproposto in “We’re Gonna Live” e nell’esplosiva “Eastern Sun”, arricchita da echi al vocoder, ritmi tribali e da una lunga coda noir. La lenta “Planet”, già proposta dal vivo da tempo, introduce venature rilassate ed estatiche per piano, delizia della polistrumentista. Medesima atmosfera nell’idilliaca “Paranormal”. L’intreccio tra i bassi toni vocali, il piano e la tromba della titletrack fanno di questo pezzo, condito da un climax finale di rara bellezza, la perla nera dell’album.

“Venetian Hautboy”, partecipazione alla compilation del 2009 “Il paese è reale”, viene riproposta per gli sciagurati che se la fossero precedentemente persa: puro spirito funk, carta moschicida per le orecchie.
La breve “Abletable” e l’imponente crescendo di “Night SHD”, un po’ sintetico, un po’ noise (e dire che in una recente intervista ha dichiarato di averla scritta a 16 anni) chiudono con la classe a cui ci ha abituati l’ennesima conferma di talento di questa ragazza, un must del 2010 indipendente italiano.

Bio Y
[ Urtovox – 2010 ]
Similar Artist: A Toys Orchestra, Jennifer Gentle, Julie’s Haircut

Rating:

1. Piece Of Moon
2. We’re Gonna Live
3. Planet
4. Mutantsonic
5. Eastern Sun
6. Paranormal
7. BioY
8. Venetian Hautboy
9. Abletable
10. Night SHD
Tracklist
 
 

FUR – Facing Home Mixtape EP

I FUR ci fanno perdere la trebisonda e ci mandano metodicamente in brodo di giuggiole, con la loro indole rétro che, ovviamente, si ...

Love Fame Tragedy – Wherever ...

Quest’anno alcuni ex leader di indie rock band made in UK hanno pubblicato i loro primi lavori da solisti. Si parla, ad esempio, di ...

Julianna Barwick – Healing Is ...

L’artista statunitense Julianna Barwick, di stanza a Brooklyn dopo i primi anni trascorsi tra Louisiana, dove è nata, e Missouri, con ...

Rufus Wainwright – Unfollow ...

Rufus Wainwright è tornato! E non si tratta solamente di un ritorno discografico, perchè con “Unfollow the Rules”, il ...

Silverbacks – FAD

Bene, bene, la scena musicale di Dublino sta tirando dritto come un treno e questo nuovo debutto ci lascia ben sperare per le produzioni ...