DANNY KRIVIT
Edit By Mr. K. Vol.2

 
Tags: ,
 
26 Gennaio 2011
 

Danny Krivit è una figura storica della club-culture: nato da una famiglia in cui la musica era non solo passione, ma anche lavoro (il padre era il manager di Chet Baker), viene ben presto folgorato dal funk e dalla nascente disco-music sul finire degli anni ’70. Newyorchese, ha la possibilità di frequentare i locali più fighi dell’epoca e di conoscere le menti che stavano spianando la strada verso il futuro dell’elettronica da ballo: Walter Gibbons (a cui la stessa Strut ha dedicato un’ottima retrospettiva lo scorso anno), il batterista francese Francois Kevorkian, Nicky Siano e David Mancuso. Tutta gente che si accorge velocemente del talento come dj del giovane Danny e non esita a lasciargli spazi sempre maggiori durante le serate.

Sono passati quasi trent’anni abbondanti da quelle grande stagione e Danny ha continuato a mixare e suonare in giro per il mondo (frequenti le sue visite in Italia), dal 1996 ha dato vita alla domenica pomeriggio più famosa di New York, quel Body&Soul tempio della musica house: appare dunque doveroso quest’omaggio tributatogli dalla Strut, secondo capitolo di una serie iniziata nel 2003.

“Edit By Mr. K. Vol.2” comprende dieci ottimi remix firmati dal nostro, dieci perle nerissime e irresistibili pescate dagli anni ’70 più bollenti e rielaborate come solo lui, mago del taglia-e-cuci prima di computer e programmi apposta, sapeva fare.
Ma non credete di trovarvi tra le mani un disco esclusivamente house, perché, nonostante gli interventi, qui di elettronica se ne sente poca: a prevalere è il funk più ballabile. Come se Danny avesse preferito affondare le proprie mani nel sound da cui la stessa house è nata.

E allora via, con la trascinante coda afrobeat di quella meraviglia soul di “Music Of The Heart”, con i torridi ritmi latini di “Chicano”, con il muscoloso retrogusto rock di “Let’s Clean Up The Ghetto”, con le fughe psichedeliche della conclusiva “Life & Death”.
Grazie al suo sound godibilissimo e tutt’ora tremendamente attuale, questa retrospettiva merita un posto nella vostra discoteca: non lasciatevi sfuggire questo pezzo di storia sapientemente antologizzato.

Edit By Mr. K. Vol.2
[ Strut – 2010 ]
Similar Artist: Walter Gibbons, Arthur Russell, Funkadelic, Kid Creole

Rating:

1. Patrice Rushen – Music Of The Earth
2. Milton Hamilton – We Have All The Time
3. Midnight Movers – Follow The Wind
4. Black Blood – Chicano
5. Rare Pleasure – Let Me Down Easy
6. Blue Moderne – Through The Night
7. Philadelphia All-Stars – Let s Clean Up The Ghetto
8. Fatback Band – Spanish Hustle
9. Soul Searchers – We The People
10. Chairmen Of The Board – Life & Death

Ascolta “Fatback Band – (Do The) Spanish Hustle (Danny Krivit Edit)”

Tracklist
 
 

Ministry – Moral Hygiene

Non so dire se sia appetibile perpetrare l’ennesimo rituale di espiazione dei mali della società capitalistica, di un’amara e ...

Low Hummer – Modern Tricks ...

Album di debutto per la promettente band di Hull, città portuale dello Yorkshire e che in molti ricordano per quel “London 0 Hull ...

Porches – All Day Gentle ...

Quinto album per Aaron Maine e il suo progetto Porches, a poco più di un anno di distanza da “Ricky Music”. La pandemia ha cambiato il ...

Lil Wayne, Rich The Kid – ...

Allievo e maestro a confronto. Due stili e due backgrounds in fondo ben distinti ma al tempo stesso così simili e strettamente connessi. ...

Sam Fender – Seventeen Going ...

Dopo i missili ipersonici dell’esordio, è tempo della seconda prova per Sam Fender, giovane inglese che in poco tempo ha attirato ...