banner

AA. VV.
Scientist Launches Dubstep Into Outer Space

25 febbraio 2011

TAGS:

Il 29 novembre scorso è uscito per la Tectonic di Pinch, storica e prestigiosa dubstep label con base a Bristol, questo gustosissimo doppio Cd (da poco si trova in commercio anche la versione in 4 Lp) nel quale le 12 traccie inedite, affidate alle sapienti mani di tanti maestri del genere come Kode 9, Mala, Loefah, Guido, Pinch, Distance, vengono rielaborate da uno dei più prestigiosi ingegneri del dub, il cinquantenne Hopeton Brown maggiormente conosciuto come Scientist.

L’avventura di Hopeton dietro al mixer ebbe inizio negli anni ’70 in quel di Kingston agli King Tubby’s Dromilly Roads Studios dove gli venne affibbiato il soprannome di ‘Scienziato’.
Nei primi anni ’80 inizia a lavorare nei Tuff Gong Studios ed è da li che escono fuori i suoi primi album che lo porteranno alla notorietà internazionale.
Si dice che per la realizzazione completa del lavoro ci sia voluto circa un anno.
Da parte sua, Scientist, nel rileggere attraverso il suo linguaggio le moderne sonorità dubstep, ci ha messo una profonda cura nel regolare livelli di bassi e batterie e nell’ utilizzare sofisticate combinazioni di echi, reverberi e delay.

Il risultato non è sicuramente rivoluzionario e d’altra parte sarebbe stato difficile il contrario.
La dubstep tra il melodico ed il futurista proposta nella tracce originali racchiude già in se stessa tutti gli elementi tipici del dub ed anche se complessivamente gli originali, a mio parere, battono nettamente i remix anche l’ascolto di quest’ultimi è veramente godibile.
Ad aprire le danze ci pensa proprio il boss dell’etichetta, Pinch, con l’ammaliante voce della berlinese Emika ad impreziosire “2012”, splendido esempio di trip-hop da terzo millennio.
Armour (alias di Roly Vex’d) e Distance fanno confrontare lo scienziato con le loro sonorità cupe ed ossessive ai limiti dell’industrial.

“Dog Money” di Asbo (Loefah e Sgt. Pokes) è forse il mio pezzo preferito sia tra gli originali che tra i remix. Tipica traccia ‘eyes down’ alla Loefah con taglienti rullanti e ultra bassi rotolanti a guidarti in un ipnotico skanking.
L’altra traccia che potrebbe aggiudicarsi il titolo di migliore del lotto è la splendida “Abeng” di Kode 9 & Spaceape. L’incedere è scheletrico e quasi marziale. Nel remix la voce viene continuamente catapultata da un canale all’altro dando all’ascoltatore la sensazione di essere circondato da salmodianti soldati stremati da innumerevoli battaglie.
…After all this time our warring souls, Through the fighting and the killing, are coming home…

Tra tutti quante la traccia di RSD (aka Rob Smith, metà dell’indimenticato duo Smith & Mighty) è quella che forse più si presta al rimissaggio dub essendo più legata alla tradizione roots con i suoi bassi vecchia scuola e la voce di Prince Jamo a ricordare il compianto Gregory Isaacs.
Tutte da ballare anche la “Korg Back” di Guido e “Red Sand” di Jack Sparrow che si distingue per essere l’unica deriva in campo Uk Garage presente.
Completano Shackleton, Mala, Cyrus e King Midas Sound con quattro tracce che mantengono sempre alto il livello della raccolta.

Che dire, Pinch ha dichiarato che l’anno di tempo speso per completare questo lavoro è stato largamente ricompensato dal risultato e che è orgoglioso che una release del genere sia uscita per la sua Tectonic. Non possiamo fare altro che fargli i complimenti ed aspettare le prossime uscite della sua etichetta sapendo che non ci deluderà.

Scientist Launches Dubstep Into Outer Space
[ Tectonic - 2010 ]
Similar Artist: Pinch, Mala, Shackleton, Kode9
Rating:

Dubstep Originals:
1. Pinch – 2012
2. Armour – The Long Way
3. Guido – Korg Back
4. Shackleton – Hackney Marshes
5. King Midas Sound – U
6. Loefah & SGT Pokes – Dog Money
7. Distance – Ill Kontent
8. RSD – After All
9. Jack Sparrow – Red Sand
10. Mala (Digital Mystikz) – City Cycle
11. Cyrus (Random Trio) – Footsteps
12. Kode 9 & Spaceape – Abeng

Scientist Mixes:
1. Pinch – 2012 Dub
2. Armour – The Long Way Dub
3. Guido – Korg Back Dub
4. Shackleton – Hackney Marshes Dub
5. King Midas Sound – U Dub
6. Loefah & SGT Pokes – Dog Money Dub
7. Distance – Ill Kontent Dub
8. RSD – After All Dub
9. Jack Sparrow – Red Sand Dub
10. Mala (Digital Mystikz) – City Cycle Dub
11. Cyrus (Random Trio) – Footsteps Dub
12. Kode 9 & Spaceape – Abeng Dub

Ascolta “2012″ (sample)

 

Articoli Correlati:

Nessun commento »

Ultime recensioni

Dirty Gold

ANGEL HAZE
Dirty Gold

Quando nel 2012 mi capitò di vedere il video di “Werkin’ Girls” successe che…

The Secret Of The Sea

BRUNO BAVOTA
The Secret Of The Sea

Il mare, adoro guardarlo mentre fa l’amore con la Luna, che inconsapevole lo attira…

Burn Your Fire For No Witness

ANGEL OLSEN
Burn Your Fire For No Witness

Dopo “Half way home”, il primo album quasi interamente acustico, come è “normale” che…

Blank Project

NENEH CHERRY
Blank Project

Neneh Cherry è sempre stata una fuoriclasse. Dai tempi di “Buffalo Stance”, quando incinta…

The Golden Age Of Glitter

SWEET APPLE
The Golden Age Of Glitter

“Hello It’s Me / Do You Remember” cantavano gli Sweet Apple in “Do You…

Singles

FUTURE ISLANDS
Singles

Giunti al quarto disco studio, i Future Islands, band americana di Baltimora, legittimano il…

Present Tense

WILD BEASTS
Present Tense

Sono sempre stato attratto da quei periodi che vanno dall’accadimento di un guaio –…

Voices In A Rented Room

NEW BURNS
Voices In A Rented Room

Non pago delle le tirate rock con i Comets On Fire e perso nelle…