banner

Kappah – Welcome Superstereo Stars

1 marzo 2011

TAGS: , ,

Dai tipi di ReddArmy, label che ha la mia stima più totale, viene licenziato in free-download il nuovo lavoro di Kappah. Il producer e beat-maker, ovviamente friulano, oltre a lavorare sull’imminente disco del gruppo madre Madrac ha trovato tempo per registrare il suo secondo album, dividendolo in due volumi di cui questo “Welcome Superstereo Stars” è il primo.

Con l’amico e compagno d’etichetta Railster, Kappah rappresenta il lato più elettronico della ReddArmy e dopo il buon esordio, in cui si giocava molto con le più svariate tentazioni elettroniche, confeziona un’opera decisamente più mirata e massiccia, nonostante la brevità.
L’introduzione è affidata alle voci di una vecchia pubblicità di 33 giri, ma il beat non tarda a fare la sua comparsa ed è un beat disturbato, quasi malato, futurista e perfetto per il flow di J.O. Rogers.
È proprio il già citato Railster a comparire nella successiva “Sunday Producers”, tripudio di beat cosmici, voci soul e tappeti di giocosi synth altalenanti.

“Sunshine” rallenta il ritmo e raffredda le sinapsi con il suo modern-soul, morbido, grasso ed impreziosito dal lavorio pregiatissimo di Kappah sui suoni; viene poi il trittico composto da “It Begins”, “Jump” e “Space Explorations”, spettacoloso viaggio elettronico che parte adeguatamente funk, morbido e accattivante, approfondisce virtuosismi tecnoidi e bassi abissali per esplodere infine serratissimo, implacabile eppure liberatorio.

Il tuffo nelle delicate e algide geometrie electro di “Welcome” in compagnia del collega MattiaC prelude alla meraviglia soul in cui proprio MattiaC (che spettacolo l’assolo di organo) e il resto dei Madrac danno il meglio per una raffinatissima conclusione affidata alla voce sensuale di Shiula.
Insomma la ReddArmy non si smentisce e sfodera l’ennesima perla dai suoi scrigni e mentre aspettiamo che si concluda l’attesa per l’imminente “L’esercito Del Sole” dei Madrac ci stupisce con questi venticinque minuti di ottima varietà black ed elettronica. Non bene: benissimo così.

The King Of Limbs
[ ReddArmy - 2011 ]
Similar Artist: Railster, Skream, Mount Kimbie, J Dilla, Antipop Consortium, Herbaliser
Rating:
1. Intro
2. Sunday Producers
3. Sunshine
4. It Begins
5. Jump!
6. Space Explorations
7. Welcome
8. I Am Love

Ascolta “Space Explorations”

 

Articoli Correlati:

Nessun commento »

Ultime recensioni

Tied To A Star

J MASCIS
Tied To A Star

Dalla prima volta che ho visto J Mascis, l’immagine a cui non non riesco…

The Rainy Kingdom

LUCKY ELEPHANT
The Rainy Kingdom

Qualche anno fa hanno provato a mandare in pensione i mitici bus londinesi. Quelli…

Get Hurt

THE GASLIGHT ANTHEM
Get Hurt

La musica, almeno per chi la ascolta, è quasi sempre una faccenda privata. In…

Lese Majesty

SHABAZZ PALACES
Lese Majesty

Nel 2011 erano stati una ventata di freschezza, un’alternativa intellettuale e raffinata all’estetica swag…

Barragán

BLONDE REDHEAD
Barragán

Luis Ramiro Barragán Morfín è stato uno dei più importanti architetti del ventesimo secolo.…

Crush Songs

KAREN O
Crush Songs

C’è una mia amica che ogni tanto mi chiede di mandarle un po’ di…

Coyote EP

GRAMLINES
Coyote EP

Quello che stupisce – mettendosi sulla lunghezza d’onda dei padovani GramLines – è quel…

No Bells On Sunday EP

MARK LANEGAN BAND
No Bells On Sunday EP

La discografia di Mark Lanegan è quasi diventata un labirinto; non è facile ricordarsi…