ASOBI SEKSU
Fluorescence

[ Polyvinyl - 2011 ]
7
 
Genere: dream pop, alternative, shoegaze
 
9 Maggio 2011
 

Dopo il più pulitino ma non disprezzabile “Hush” gli Asobi Seksu provano con questo “Fluorescence” a rimettersi in gioco, alla ricerca di una identità che probabilmente era andata smarrita.

Su di loro incombe l’ombra dello scintillante “Citrus” (seconda prova in studio dei newyorkesi), uno dei migliori album in ambito dream/shoegaze degli anni 2000, che piacque al primo ascolto e ancora oggi non ha perso nulla del suo agrodolce fascino a base di rumore e sincero sentimentalismo. La scommessa è tutto sommato vinta. Gli Asobi forse non stupiscono più come una volta ma questo pugno di sogni storditi riesce ancora ad ammaliare e cullare, tra raffinati abbandoni melodici e fiumi in piena di distorsioni, sciami luminosi, schegge digitali e ritmi scoppiettanti, che mai affossano le preziose linee vocali della minuta ma indomita Yuki Chikudate. Si apprezza dunque la palese vitalità e la voglia di rinnovarsi degli Asobi, che ora sfoggiano un suono un po’ più caotico e spumeggiante del passato ma mai pienamente deragliante.

I contorti onirismi di “Coming Up”, le melodie celestiali di “Trails”, l’imprevedibile “Leave The Drummer Out There” (partenza schizofrenica a base di continui controtempi, languidissima parte centrale e inattesa coda galoppante che non c’entra niente col resto) e la romanticissima “Pink Light” sono tutti segnali più che positivi di una band che ha ritrovato se stessa.

Tracklist
1. Coming Up
2. Trails
3. My Baby
4. Perfectly Crystal
5. In My Head
6. Leave The Drummer Out There
7. Sighs
8. Deep Weird Sleep
9. Counterglow
10. Ocean
11. Trance Out
12. Pink Light
 

1 Comment

Got Something To Say:

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

una delle poche band degne di nota in questo periodo di immondizie musicali…

 

Jamie T – The Theory Of ...

Il suo quarto album, “Trick”, era uscito a settembre 2016: da allora Jamie T aveva preparato ben 180 canzoni, scrivendole e ...

Hater – Sincere

Dopo quasi quattro anni dall’uscita di “Siesta”, a maggio gli Hater sono tornati con questa loro opera terza, pubblicata ancora ...

Dune Rats – Real Rare Whale

Tornano a farsi sentire i Dune Rats con questo loro quarto album, che arriva a due anni e mezzo di distanza dal precedente, “Hurry Up And ...

Traams – Personal Best

Dopo sette lunghi anni di attesa ecco finalmente tornare i TRAAMS con il nuovo attesissimo album. Una pausa davvero molto lunga considerato ...

Amanda Shires – Take It Like ...

Amanda Shires è sempre stata una ribelle nel mondo del country, non necessariamente rivoluzionaria nello stile ma decisa a non lasciarsi ...

Recent Comments