INTERVISTA CON BABESHADOW

 
25 Ottobre 2011
 

Domani mercoledì 26 ottobre sul palco del Black Market di Via Panisperna nuova ‘puntata’ di UNPLUGGED IN MONTI rassegna di private-show acustici organizzati e presentata da IndieForBunnies.

Per la prima volta su un palco romano gli inglesi Babeshadow.

  • IndieForBunnies presenta UNPLUGGED IN MONTI: BABESHADOW – mercoledì 26 ottobre
  • Influenzati dal rock and roll anni ‘50, l’indie-freak più spensierato di MGMT e tropicale di Vampire Weekend e Fools Gold e da una buona dose di nostalgic 70’s stile T-Rex, i Babeshadow sono la nuova sensazionale proposta proveniente dalla Terra d’Albione.

    In pochi mesi i 2 ragazzi inglesi hanno letteralmente bruciato le tappe.
    I singoli “Sea Serpent ” e “Days of Old”, rilasciati dalla Luv Luv Luv Records (etichetta / management che ha scoperto e portato al successo: Florence and The Machine) rapidamente sold-out, memorabili esibizioni al SXSW 2001, Getloaded In The Park , BBC Maida Vale by BBCMUSIC6 e interi tour come supporto di band del calibro di Florence and The Machine e The Drums.

    Raggiungiamo via mail David Thornley e Tom Cawte il giorno prima della loro partenza per l’Italia dove, a partire da oggi, saranno impegnati in 6 date (25 ott. @ Milano – Rocket, 26 @ Roma – BlackMarket, 27 @ Firenze – Ex- 3 Art Gallery, 28 @ Bologna – Arteria, 31 @ Venezia – Wah Wah Club).

    Ciao ragazzi, dove siete in questo momento e cosa state facendo?
    David Thornley: Ciao. In questo momento io e Tom siamo nella nostra casa di Dalston, Londra ascoltando Burt Bacharach. Prepariamo le valigie per l’Italia, partiamo domani mattina !

    Presentate i Babeshadow ai nostri lettori.
    Tom Cawte: Siamo di Londra e adoriamo volare in Italia!!!

    Come nascono i Babeshadow?
    David Thornley: Ho conosciuto Tom a scuola nel Kent nella città dove siamo nati. Suoniamo musica insieme dall’età di 12 anni, ascoltando i CD di Lou Reed e T-Rex. Ci siamo trasferiti a Londra e abbiamo formato i Babeshadow.

    Quali sono le vostre maggiori influenze musicali?
    David Thornley: Sicuramente The Beatles, Rolling Stones e le cose migliori uscite tra gli anni 50s e 60s.

    “Sea Serpent” ha un particolare ritmo tropical/afro-rhythms. Da dove vengono queste particolari influenze ?
    Tom Cawte: Ci sembrava giusto suonare “Sea Serpent” in quel modo. Non ci sono influenze dirette con l’afrobeat, ma ci fa piacere sentire di questo tipo di ‘associazioni’.

    Come definireste il vostro sound?
    David Thornley: Ho difficoltà a fare un paragone accurato con altre band. Potrei definire il nostro suono come ‘bright’, ‘lively’, ‘melodic’.

    I vostri primi singoli sono andati sold-out in poco tempo. Vi considerate a questo punto una delle più interessanti band emergent della scena inglese?
    David Thornley: In questo momento ci sono molte band interessanti, specialmente nell’East London.

    Su YouTube è possible ascoltare tutte le canzoni che avete fino ad oggi pubblicato. Come vi ponete di fronte al fatto che di questi tempi su internet è così facile ascoltare, condividere, scaricare musica?
    David Thornley: Questo è un grande interrogativo!!! Trovo grandioso che si possa accedere a tutta la musica possible così facilmente ma allo stesso modo è triste che non si comprano più dischi. Personalmente compro ancora vinili e CD, avere tra le mani una copertina, una confezione, rende tutto ‘personale’.

    In passato avete condiviso tour con Florence And The Machine e The Drums. Che tipo di esperienza è stata? Ricordate un episodio particolare capitato girando con questi artisti ?
    David Thornley: E’ stata una grande esperienza, abbiamo incontrato molti amici. E’ stato il nostro primo tour, pazzesco suonare per la prima volta in grandi club. Una bella storia del nostro Tour potrebbe essere quella di quel ragazzo in Irlanda che aveva un cane che riusciva a pedalare una bicicletta! Abbiamo molte foto che lo testimoniano…

    Avete suonato anche di recente al South By Southwest in Austin.
    Tom Cawte: Il SXSW è grandioso. Per noi è stato il miglior modo di iniziare l’anno.

    Quando inizierete a lavorare sul vostro primo disco? Avete già un’idea di quando sarà pubblicato?
    David Thornley: Registriamo nuove canzoni in continuazione. Non sappiamo ancora esattamente quando verrà pubblicato il nostro primo disco, sarà comunque entro il prossimo anno.

    La reunion degli Stone Roses è sicuramente l’avvenimento musicale dell’anno. Riuscirete a vederli dal vivo?
    David Thornley: E’ Grandioso che si siano riformati!!! Purtroppo ci siamo svegliati tardi per i biglietti….

    Lanciate un invito per il vostro primo show ‘romano’.
    David Thornley: Veniamo dalla lontana Londra per suonare a Roma, insomma venite a vederci!

    Link:

     

    “Volevo fare un disco ...

    Non usa più il nome di Mezzala il buon Bitossi, come a indicarci che, forse, questo è davvero il disco che avrebbe sempre voluto fare. ...

    “Quando non siamo in tour, ...

    I Tiny Moving Parts sono una band emo-punk / math-rock del Minnesota: formato da una coppia di fratelli (William e Matthew Chevalier) e da ...

    “Amiamo troppo fare musica e ...

    I King Nun sono una giovane band londinese che si sta facendo rapidamente strada nella scena indie-rock. La loro carriera comincia nel 2016 ...

    “Colleziono vinili, ma i ...

    The Low Anthem si sono formati nel 2006 e hanno finora pubblicato cinque album. Il prossimo 7 dicembre la band indie-folk di Providence ...

    Abbiamo intervistato Giorgio ...

    di Stefano Bartolotta È inutile nascondercelo: gli ultimi anni in Italia sono stati caratterizzati da una forte stagnazione dal punto di ...