banner

MARKETA IRGLOVA
Anar

14 novembre 2011

TAGS:

Difficile credere che Marketa Irglova abbia poco più di vent’anni. L’Oscar vinto grazie a “Falling Slowly”, il successo, la popolarità improvvisa, essere apparsa in una puntata dei Simpson a fianco dell’amico-cospiratore negli Swell Season Glen Hansard (su cui, esasperata, scaraventa il famoso piano di “Once”) l’hanno resa più matura, più adulta. La decisione di ballare da sola con questo “Anar” quindi sorprende, ma solo fino a un certo punto.

Il disco dimostra di possedere, fin dal primo ascolto, un’eleganza fuori dal comune. Decisamente lontano dal minimalismo pop dei Season, spazia senza paura tra folk venato di r’n’b (“Go Back”), soul (“Diving Timing”) e atmosfere etniche (“Dokhtar Goochani”). In nessuna delle tracce c’è spazio per il freddo calcolo o la scontata professionalità che ci si potrebbe aspettare da un artista di questa caratura. Le emozioni si rincorrono sul filo della delicata “Your Company”, di quella “Only In Your Head” che viene sussurrata più che cantata, per poi raggiungere il culmine con le note di “Let Me Fall In Love” e la malinconia di “For Old Times’ Sake”. Il fantasma di Tori Amos (quasi imprescindibile quando si parla di donne e pianoforti) aleggia benevolo su “Wings Of Desire” e “Now You Know”, ma a colpire è soprattutto la vulnerabilità che traspare da pezzi come “Crossroads” e “We Are Good”, in grado di essere intimi e personali nonostante l’arrangiamento ricercato.

L’aria d’oltreoceano (si è trasferita a New York da poco più di un anno) evidentemente fa bene a questa musicista talentuosa e infaticabile, perennemente alla ricerca di idee nuove e contaminazioni interessanti. Non si è montata la testa, lasciandosi abbagliare dalle mille luci di Hollywood come accade fin troppo spesso, ed è riuscita a regalarci un album che non passa certo inosservato.

Anar
[ Anti - 2011 ]
Similar Artist: Tori Amos, Isobel Campbell, Norah Jones
Rating:
1. Your Company
2. We Are Good
3. Crossroads
4. Wings Of Desire
5. Only In Your Head
6. Diving Timing
7. Go Back
8. Let Me Fall In Love
9. For Old Times’ Sake
10. Last Fall
11. Dokhtar Goochani
12. Now You Know

Ascolta “Crossroads” & “Go Back”

 

Articoli Correlati:

Nessun commento »

Ultime recensioni

Petali

GIAN LUCA MONDO
Petali

Le suggestioni cominciano già dal nome “Petali”, che però non bastano da sole per…

Acoustic Dust

LEE RANALDO AND THE DUST
Acoustic Dust

Stare dietro alle carriere (ormai) separate di quella che era la complicata famiglia Sonic…

Soused

SCOTT WALKER + SUNN O)))
Soused

“Soused” è una collaborazione tra sperimentatori di razza, l’enigmatico Scott Walker (musicista con una…

Shallow

PISSED JEANS
Shallow

Alcune band gli esordi preferirebbero dimenticarli come errori di gioventù ormai superati, morti e…

Into The Wide

DELTA SPIRIT
Into The Wide

Eccoli di nuovo, i Delta Spirit. Meno allegri del solito, con un pizzico di…

L’Improbabile

BANDABARDO’
L’Improbabile

Spesso salire il carro di una major significa “riconoscimento” artistico dopo per anni di…

Listen

THE KOOKS
Listen

C’erano una volta dei ragazzini con la chitarra che giocavano a fare le rockstar,…

Another Language

THIS WILL DESTROY YOU
Another Language

A pensarci bene, per il grande disco dei This Will Destroy You bisognerà ancora…