banner

MARKETA IRGLOVA
Anar

14 novembre 2011

TAGS:

Difficile credere che Marketa Irglova abbia poco più di vent’anni. L’Oscar vinto grazie a “Falling Slowly”, il successo, la popolarità improvvisa, essere apparsa in una puntata dei Simpson a fianco dell’amico-cospiratore negli Swell Season Glen Hansard (su cui, esasperata, scaraventa il famoso piano di “Once”) l’hanno resa più matura, più adulta. La decisione di ballare da sola con questo “Anar” quindi sorprende, ma solo fino a un certo punto.

Il disco dimostra di possedere, fin dal primo ascolto, un’eleganza fuori dal comune. Decisamente lontano dal minimalismo pop dei Season, spazia senza paura tra folk venato di r’n’b (“Go Back”), soul (“Diving Timing”) e atmosfere etniche (“Dokhtar Goochani”). In nessuna delle tracce c’è spazio per il freddo calcolo o la scontata professionalità che ci si potrebbe aspettare da un artista di questa caratura. Le emozioni si rincorrono sul filo della delicata “Your Company”, di quella “Only In Your Head” che viene sussurrata più che cantata, per poi raggiungere il culmine con le note di “Let Me Fall In Love” e la malinconia di “For Old Times’ Sake”. Il fantasma di Tori Amos (quasi imprescindibile quando si parla di donne e pianoforti) aleggia benevolo su “Wings Of Desire” e “Now You Know”, ma a colpire è soprattutto la vulnerabilità che traspare da pezzi come “Crossroads” e “We Are Good”, in grado di essere intimi e personali nonostante l’arrangiamento ricercato.

L’aria d’oltreoceano (si è trasferita a New York da poco più di un anno) evidentemente fa bene a questa musicista talentuosa e infaticabile, perennemente alla ricerca di idee nuove e contaminazioni interessanti. Non si è montata la testa, lasciandosi abbagliare dalle mille luci di Hollywood come accade fin troppo spesso, ed è riuscita a regalarci un album che non passa certo inosservato.

Anar
[ Anti - 2011 ]
Similar Artist: Tori Amos, Isobel Campbell, Norah Jones
Rating:
1. Your Company
2. We Are Good
3. Crossroads
4. Wings Of Desire
5. Only In Your Head
6. Diving Timing
7. Go Back
8. Let Me Fall In Love
9. For Old Times’ Sake
10. Last Fall
11. Dokhtar Goochani
12. Now You Know

Ascolta “Crossroads” & “Go Back”

 

Articoli Correlati:

Nessun commento »

Ultime recensioni

Thesis

KING AVRIEL
Thesis

I want people to understand where I’ve come from. And that’s maybe selfish or…

When The Cellar Children See The Light Of Day

MIREL WAGNER
When The Cellar Children See The Light Of Day

Mirel Wagner è dolce e inquietante. Una donna che se ne va in giro…

What Is This Heart?

HOW TO DRESS WELL
What Is This Heart?

Confessioni: per qualche settimana della mia vita me ne sono andata in giro pubblicizzando…

3 FINGERS GUITAR
Rinuncia All’Eredità

Con colpevole ritardo anche noi di IndieForBunnies arriviamo a dirvi la nostra sul disco…

Stay

FROZEN FARMER
Stay

Parlare di folk e tradizione è ancora possibile grazie ai Frozen Farmer. Attivi dal…

Master Xploder

DOPE D.O.D.
Master Xploder

Sono in tre, sono olandesi e arrivano adesso al terzo disco in appena tre…

Grace

HDADD
Grace

Puntuale come un orologio svizzero (a differenza della nostra recensione, che arriva leggermente in…

Onward Aeropuerto

SUSIE ASADO
Onward Aeropuerto

C’è una donna che si è persa dentro una tazzina di tè molto molto…