banner

GIONATA MIRAI
Allusioni

2 dicembre 2011

TAGS: ,

Anche l’immobilità sarà scegliere, come pure il silenzio. E puoi anche distrarti o chiudere gli occhi, che il gioco si compie comunque. Forse vale la pena esserci, anche solo per vedere come va a finire.

Le uniche parole impresse su questo disco sono quelle riportate in copertina, ci sono poi quelle che la mente degli ascoltatori riusciranno a reprimere accordando a Gionata Mirai e alle sue “Allusioni” venticinque minuti di totale silenzio, di rapito ascolto. Il chitarrista leader di Super Elastic Bubble Plastic e membro del Teatro Degli Orrori decide di tirare il freno della celebrità raggiunta e dei palchi sempre più grandi per ritagliarsi un piccolo spazio per sé e la sua 12 corde, mostrandoci una riflessività e una preparazione tecnica che non conoscevamo e che ci piace assai. Con i suoi arpeggi vorticosi Mirai comunica quanto non sarebbe riuscito a fare con le parole, ci racconta della sua vita e delle sue riflessioni più intime, milioni di colori resi tramite gli intrecci rutilanti di melodie fatte di bassi, canti e accompagnamenti. Una chitarra acustica che, da sola, riesca a farsi canto gregoriano e urlo hardcore ma pure riflessione profondamente e classicamente blues. Ci sono così tante cose nelle allusioni di questo scuro disco che è difficile, forse impossibile elencarle tutte: c’è l’attualità di un mondo in paurosa recessione, il disastro giapponese di qualche mese fa, ci siamo noi bambini e noi adulti sfioriti, c’è dentro tutto il tempo che abbiamo perduto e speso male ma anche quello che sapremo recuperare lasciandoci trascinare dalle mani di Gionata Mirai. Poeta.

Allusioni
La Tempesta - 2011 ]
Similar Artist: Egle Sommacal, John Fahey, Bert Jansch
Rating:
1. Allusione #1
2. Allusione #2
3. Allusione #3
4. Allusione #4
5. Allusione #5

 

Articoli Correlati:

Nessun commento »

Ultime recensioni

Dirty Gold

ANGEL HAZE
Dirty Gold

Quando nel 2012 mi capitò di vedere il video di “Werkin’ Girls” successe che…

The Secret Of The Sea

BRUNO BAVOTA
The Secret Of The Sea

Il mare, adoro guardarlo mentre fa l’amore con la Luna, che inconsapevole lo attira…

Burn Your Fire For No Witness

ANGEL OLSEN
Burn Your Fire For No Witness

Dopo “Half way home”, il primo album quasi interamente acustico, come è “normale” che…

Blank Project

NENEH CHERRY
Blank Project

Neneh Cherry è sempre stata una fuoriclasse. Dai tempi di “Buffalo Stance”, quando incinta…

The Golden Age Of Glitter

SWEET APPLE
The Golden Age Of Glitter

“Hello It’s Me / Do You Remember” cantavano gli Sweet Apple in “Do You…

Singles

FUTURE ISLANDS
Singles

Giunti al quarto disco studio, i Future Islands, band americana di Baltimora, legittimano il…

Present Tense

WILD BEASTS
Present Tense

Sono sempre stato attratto da quei periodi che vanno dall’accadimento di un guaio –…

Voices In A Rented Room

NEW BURNS
Voices In A Rented Room

Non pago delle le tirate rock con i Comets On Fire e perso nelle…