PIERS FACCINI
My Wilderness

[ Ponderosa - 2011 ]
7.5
 
Genere: songwriting, folk
 
19 Dicembre 2011
 

Ritrovo Piers Faccini dopo averlo “incrociato” ed apprezzato come produttore del disco degli Gnut; coerentemente con quanto proposto nella musica del cantautore italiano in sede di produzione, il nuovo lavoro si presenta profondamente ancorato alla tradizione acustica, con numerose venature blues e accenni etno, capaci di rendere immediatamente riconoscibile l’impronta stilistica, cosa che ormai accade di rado nel frastagliatissimo panorama folk contemporaneo. “ My Wilderness” ha la peculiarità di emozionare a fior di pelle e, immediatamente dopo, rassicurare e riscaldare come fosse una calda coperta in una fredda notte d’inverno.

E’ un cantautore maturo il Nostro, capace di ritagliarsi uno spazio ed una credibilità aggiungendo poche ma riconoscibili varianti sul tema. Le sensazioni suscitate sono di grande rilassatezza, con accenni di malinconia che richiamano da molto lontano Nick Drake, ma non lasciano spazio alla disperazione o alla semplice tristezza. Piccole storie che sfumano con coerenza l’una nell’altra, senza intenti di grandezza o ambizione a costruire struggenti litanie. E’ un disco a suo modo semplice, in cui convive un’ottima qualità di scrittura e una grande personalità. Lontani dalle pose glamour e allo stesso modo distanti anni luce dallla musica “pro forma”, quella che perde tempo a specchiarsi lasciando da parte la sostanza. Semplicemente un bel disco di un autore che ha poco o nulla da invidiare ai propri colleghi.

Tracklist
1. No Reply
2. The Beggar And The Thief
3. A New Morning
4. Tribe
5. That Cry
6. The Branches Grow
7. My Wilderness
8. Dreamer
9. Say But Don’t Say
10. Strange Is the Man
11. And Still The Calling
12. Drowning In My Sleep
13. Three Times Betrayed
 

Got Something To Say:

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

 

Jamie T – The Theory Of ...

Il suo quarto album, “Trick”, era uscito a settembre 2016: da allora Jamie T aveva preparato ben 180 canzoni, scrivendole e ...

Hater – Sincere

Dopo quasi quattro anni dall’uscita di “Siesta”, a maggio gli Hater sono tornati con questa loro opera terza, pubblicata ancora ...

Dune Rats – Real Rare Whale

Tornano a farsi sentire i Dune Rats con questo loro quarto album, che arriva a due anni e mezzo di distanza dal precedente, “Hurry Up And ...

Traams – Personal Best

Dopo sette lunghi anni di attesa ecco finalmente tornare i TRAAMS con il nuovo attesissimo album. Una pausa davvero molto lunga considerato ...

Amanda Shires – Take It Like ...

Amanda Shires è sempre stata una ribelle nel mondo del country, non necessariamente rivoluzionaria nello stile ma decisa a non lasciarsi ...

Recent Comments