banner

TOP 10 ALBUM 2011 di Luigi “dj elleffe” Formica

2 gennaio 2012

TAGS:

Parto da una premessa: spesso quando scrivo provo ad essere nel mio giudizio più oggettivo possibile. Per questa lista sui “migliori dischi del 2011” provo a fare il lavoro inverso. Ad esempio è vero che Bon Iver oppure Pj Harvey dovrebbero stare obbligatoriamente nelle classifiche dei migliori lavori pubblicati in questo anno. Io li escludo perché fondamentalmente ci sono stati dei dischi che mi sono piaciuti maggiormente di quelli citati. Perché mi hanno più emozionato o divertito, ed in questo lista ci metto proprio quei dischi lì. Buona lettura.

Cover Album

10. THE VACCINES
What Did You Expect From The Vaccines?

[Columbia]

Il primo disco dei The Vaccines spacca! Il loro indie-rock è stato travolgente sin dal primo ascolto.

Viene voglia che l’estate ritorni prima possibile e magari trovarsi ad una bella festa in spiaggia, con una birra in mano a ballarli freneticamente. Da festeggiarci.

Ascolta Post Break-up Sex XFM


Cover Album

9. AUSTRA
Feel It Break

[Domino]

Un giorno mi è bastato ascoltare “The Beast”, brano conclusivo di questo esordio discografico degli Austra, capitanati dalla bellissima voce di Katie Stelmanis per rimanerne folgorato.

Un disco a metà strada tra Zola Jesus e i The Knife. Un disco molto bello. Imperiosi.

Ascolta The Beat And The Pulse


Cover Album

8. DI MARTINO
Cara Maestra Abbiamo Perso

[Pippola]

– Il 2011 è l’anno di inizio per il nuovo progetto di Antonio Di Martino, ex-cantante dei palermitani Famelika. Questo suo primo disco sicuramente è un esordio brillante che tra l’altro vanta anche della collaborazione di Vasco Brondi nel brano “Parto” (che adoro!).

Il suo rock è pieno di energia ed i maestri si sono fatti sentire in questo caso. Veramente interessante.

Cover Album

7. ERICA MOU
E’

[Sugar]

Questa piccola ragazza, scoperta per caso quest’anno, ha pubblicato un esordio discografico davvero delizioso. Dotata di una bella voce, Erica Mou canta con una dolcezza disarmante le sue verità sulla vita e sull’amore di oggi.

Pugliese doc, è un’artista che vale la pena seguire. Dolcissima.

Cover Album

6. LAURA STEVENSON AND THE CANS
Sit Resist

[Don Giovanni]

Sconosciuta a molti, il secondo disco di questa graziosa ragazza accompagnata dalla sua fedele band, non brilla per originalità. Ma ogni canzone si lascia ascoltare con piacere, quasi ad affascinarti lentamente. Un po’ come quelle compagne di scuola che non hai mai notato, ma che un giorno scopri di esserne innamorato follemente. Delizioso.

Ascolta Master Of Art


Cover Album

5. VERDENA
WOW

[Universal]

I Verdena hanno passato il 2011 in giro per l’Italia e non solo. A gennaio hanno pubblicato questo doppio disco che ha conquistato tutti.

La loro forza nel corso degli anni è aumentata assieme anche alla considerazione che hanno acquisito nel panorama italiano. La forza del disco, ricco di brani che ti si stampano in testa, sta nel suo modo di essere variegato, senza però mai tradire il proprio stile. Coraggiosi.

Ascolta Razzi Arpia Inferno e Fiamme


Cover Album

4. YUCK
Yuck

[Fat Possum]

L’esordio discografico di questi ragazzi americani, è piaciuto a molti. Moltissimo a me.

Un disco indie-rock fatto bene e ricco di pezzi che ti si incollano in testa. “Rubber” mi ha fatto compagnia per molti mesi assieme al suo video psichedelico in cui veniva lavato un cane. Puramente indie.

Ascolta Rubber


Cover Album

3. BRUNORI SAS
Poveri Cristi – Vol.2

[Pippola]

Il secondo capitolo di Dario Brunori ha colpito nel segno. Non solo perché dal precedente disco abbiamo un lavoro più maturo e completo, ma perché ogni canzone è un gioiello che brilla di luce propria.

Uno dei miei dischi preferiti di quest’anno. Ma anche uno dei dischi maggiormente osannati in questo 2011 nel panorama italiano. Da ascoltare assolutamente.


Cover Album

2. I CANI
Il Sorprendente Album Dei Cani

[42]

A me questo disco ha dato alla testa. Come quando si beve una buona birra e non vedi l’ora di prenderne un’altra, e poi un’altra ancora. L’esordio di questa band è stato folgorante. C’è chi lo ha apprezzato e chi no. Io l’ho semplicemente amato questo disco. Dipendenza pura.

Ascolta Velleità

Cover Album

1. YOUTH LAGOON
The Year Of Hibernation

[Fat Possum]

Altro esordio eccellente del 2011, spetta al progetto di Trevor Powers, aka Youth Lagoon, capace di pubblicare un disco malinconico e luminoso allo stesso tempo.

Lo-Fi per gli addetti, musica che arriva dentro al cuore per i profani. Amore a primo ascolto.

Ascolta Bobby

 

Articoli Correlati:

Nessun commento »

Ultime recensioni

Dirty Gold

ANGEL HAZE
Dirty Gold

Quando nel 2012 mi capitò di vedere il video di “Werkin’ Girls” successe che…

The Secret Of The Sea

BRUNO BAVOTA
The Secret Of The Sea

Il mare, adoro guardarlo mentre fa l’amore con la Luna, che inconsapevole lo attira…

Burn Your Fire For No Witness

ANGEL OLSEN
Burn Your Fire For No Witness

Dopo “Half way home”, il primo album quasi interamente acustico, come è “normale” che…

Blank Project

NENEH CHERRY
Blank Project

Neneh Cherry è sempre stata una fuoriclasse. Dai tempi di “Buffalo Stance”, quando incinta…

The Golden Age Of Glitter

SWEET APPLE
The Golden Age Of Glitter

“Hello It’s Me / Do You Remember” cantavano gli Sweet Apple in “Do You…

Singles

FUTURE ISLANDS
Singles

Giunti al quarto disco studio, i Future Islands, band americana di Baltimora, legittimano il…

Present Tense

WILD BEASTS
Present Tense

Sono sempre stato attratto da quei periodi che vanno dall’accadimento di un guaio –…

Voices In A Rented Room

NEW BURNS
Voices In A Rented Room

Non pago delle le tirate rock con i Comets On Fire e perso nelle…