ESBEN AND THE WITCH
Hexagons [EP]

 
Tags: ,
 
9 gennaio 2012
 

Nuova pubblicazione invernale per il trio gothic-pop di Brighton, già segnalato a inizio 2011 per il buon “Violet Cries”, che va a posizionarsi insieme a Zola Jesus, ai Cat’s Eyes di Faris Badwan e a pochi altri tra gli apici del recente revival dark synth-wave. Sempre su questo sentiero si posizionano gli Esben, oltrepassando i grossi difetti che contraddistinguevano il disco d’esordio.

Nel primo LP si registravano infatti un paio d’episodi dove la lentezza e l’incedere funereo, per quanto conformi all’atmosfera suggerita dall’intero concept, poco aggiungevano al lavoro completo, finendo per ammorbare l’ascoltatore senza lasciar niente. Storia diversa in “Hexagons”, forse grazie alla brevità del lavoro, forse per un’effettiva comprensione da parte del gruppo di quale fosse il vero potenziale dell’esordio. Sta di fatto che nel nuovo EP la contrazione dei tempi morti, senza nulla togliere alla drammaticità e alle atmosfere eteree marchio di fabbrica del trio, va a confezionare un’ottima riflessione su come possa evolversi nel 2012 l’ondata witch degli ultimi due anni.

Le progressioni dark-ambient e la strumentazione classica ben riverberata di “The Fall”, brano d’apertura che prefigura sin dall’inizio i piccoli cambiamenti effettuati, muoiono in una nuvola drone da cui emerge “The Flight”, momento tra i più alti della carriera degli Esben, compromesso tra il pop più ispirato e il linguaggio dark dei tre giovani inglesi. “The Surge” si mantiene sui soliti standard riverbero + percussioni industrial + vocalizzi spiritati offrendo inoltre una buona coda al piano che prosegue nella successiva “The Still” fino ad evolversi negli spasmi sintetici che scandivano l’inizio del precendente brano, chiudendo un ciclo. Il mandolino e i glitch di “The Cast” e la conclusiva dimensione dark-ambient di “The Thaw” concludono un EP degno di nota, che fa ben sperare per la prossima uscita discografica del prolifico trio britannico.

Cover Album

  • Website
  • MySpace
  • BUY HERE
Hexagons (EP)
[ Matador – 2011 ]
Similar Artist: Sleep ∞ Over, Zola Jesus, Warpaint
Rating:
1. Hexagons I (The Fall)
2. Hexagons II (The Flight)
3. Hexagons III (The Surge)
4. Hexagons IV (The Still)
5. Hexagons V (The Cast)
6. Hexagons VI (The Thaw)

Ascolta “Hexagons II (The Flight)”

Tracklist
 
 

Kamasi Washington – Heaven ...

Parliamoci chiaro, non sono un esperto di jazz, certo ne ascolto ma non sono di sicuro un “cultore” del genere: non per questo mi sento ...

Mecna – Blue Karaoke

Un disco per domarli, un disco per trovarli, Un disco per ghermirli e nel Blue Karaoke incatenarli. La poesia dell’anello riadattata al ...

Dirty Projectors – Lamp Lit ...

Il 2017 è stato probabilmente l’anno più difficile della carriera dei Dirty Projectors. Reduci da due album (“Bitte Orca” e “Swing ...

Bulldada – What a Bunch of ...

Avete presente la parola “Capolavoro”? Ecco molto spesso la si usa in contesti assolutamente insensati (come ad esempio “Mhh Ah Ah ...

The Vines – In Miracle Land

Con l’avvento del nuovo secolo, decine e decine di band nascevano con l’ondata cd. “new rock revolution” ed andavano ...