banner

THEE MARVIN GAYS
S/T

27 gennaio 2012

TAGS: , ,

Che caspita di sorpresa! Proprio mentre mi accingo a chiudere la mia sessione serale di band-scouting in rete, mi imbatto in una entusiastica recensione di questi Thee Marvin Gays dal Belgio. No, con i dEUS non c’entrano molto, in realtà. Piuttosto, è con i Thee Oh Sees che i Nostri condividono qualcosa, e non è solo la prima parola del nome.

Il ritmo incalzante è quello, le schitarrate rapide pure, così come i colpi sferzanti di batteria. Persino alcuni urlacci qua e là, nell’iniziale “Gotta Go” ad esempio. Si prosegue speditissimi che manco la fuga di “Elwood” e “Jake Blues” da quel poliziotto con le fattezze di Chris Martin, con le schegge impazzite “Seducer”, “Troma II” e “No Carpenter”. Continuo a pensare e ripensare che questi sono i cuginetti europei di John Dwyer &co., quando arriva il colpo: una “Hunter” spagnoleggiante con un intermezzo velvetundergroundiano. La successiva “Blind People” mette in mostra una bella chitarrona al limite dello stoner in un’atmosfera quasi surf: il migliore episodio di un disco che si chiude 9 minuti dopo (per un totale di 26) con il solito rimpasto di punk, garage-pop e rock’n'roll sixties e con una Desperatly Ill particolarmente degna di nota che rimanda dritti ai Girls di “Album”.

Se cercate innovatori e sperimentatori questo non è il disco per voi, ma io vi invito a scaricarlo ugualmente (e gratuitamente) dal loro Bandcamp e a conservarlo per i momenti in cui vorrete abbandonarvi ad una caramella di melodia e rumore in salsa psichedelica. Niente rivoluzioni, ok, ma volete mettere trovare sti tizi giusto prima di lavarsi i denti e rinculare a letto per una giornata successiva a base di Heidegger, Lèvinas e uno a scelta tra Conrad e Apel?

Thee Marvin Gays
[ autoprodotto - 2011 ]
Similar Artist: Thee Oh Sees, Velvet Underground, Girls
Rating:
1. Gotta Go
2. Seducer
3. Troma II
4. No Carpenter
5. Hunter
6. Blind People
7. Get Married
8. The Fake
9. Left for Dead
10. Desperatly ill
11. Jack’s House

 

Articoli Correlati:

1 commento »

Ultime recensioni

Thesis

KING AVRIEL
Thesis

I want people to understand where I’ve come from. And that’s maybe selfish or…

When The Cellar Children See The Light Of Day

MIREL WAGNER
When The Cellar Children See The Light Of Day

Mirel Wagner è dolce e inquietante. Una donna che se ne va in giro…

What Is This Heart?

HOW TO DRESS WELL
What Is This Heart?

Confessioni: per qualche settimana della mia vita me ne sono andata in giro pubblicizzando…

3 FINGERS GUITAR
Rinuncia All’Eredità

Con colpevole ritardo anche noi di IndieForBunnies arriviamo a dirvi la nostra sul disco…

Stay

FROZEN FARMER
Stay

Parlare di folk e tradizione è ancora possibile grazie ai Frozen Farmer. Attivi dal…

Master Xploder

DOPE D.O.D.
Master Xploder

Sono in tre, sono olandesi e arrivano adesso al terzo disco in appena tre…

Grace

HDADD
Grace

Puntuale come un orologio svizzero (a differenza della nostra recensione, che arriva leggermente in…

Onward Aeropuerto

SUSIE ASADO
Onward Aeropuerto

C’è una donna che si è persa dentro una tazzina di tè molto molto…