JULIA HOLTER
Ekstasis

[ Rvng - 2012 ]
8
 
Genere: avantgarde
Tags:
 
14 Maggio 2012
 

È complicato l’universo di Julia Holter. Lei è californiana, eppure la sua musica ricorda i vicoli innevati e gelidi dell’est Europa. Il respiro di un giradischi filtrato dalle mura di un vecchio palazzo. La pioggia battente sui vetri umidi di una finestra. Le suggestioni, però, sono pericolose. A ventisette anni e al secondo album (il primo, “Tragedy”, uscito appena lo scorso anno) a Julia Holter non riesce difficile essere allo stesso tempo colta e seducente.

Colta perché dietro le dieci tracce di “Ekstasis” si nascondono, pericolosi, fantasmi neoclassici e world music. Seducente perché tutto questo non è un modo snob e tracotante di mostrarsi al mondo, bensì il pretesto per partorire dieci brani pop di un’eleganza sconcertante. Che sia “Moni Mon Amie”, allora, l’esempio illuminante. O ancora l’electro-pop di “In The Same Room”. C’è solo da scegliere. L’universo vaporoso ed estatico di ”Ekstasis” non si camuffa dietro formule e nozioni ma esplode spiritualità e suggestioni fuori dal tempo senza pedanteria. Rievoca Nico ed i suoi vocalizzi (“Marienbad”) riuscendo, pure, a non compromettersi. Diventa melodia liquida e sognante nell’ambient di “Boy In The Moon”.

A Julia Holter il talento non manca. Ascoltare tutt’intero “Ekstasis” vuol dire lasciarsi andare e cancellarsi perché altrimenti rischia di diventare tutto più complicato. Così come abbiamo amato il pop viscerale di Joanna Newsom possiamo lasciarci persuadere, senza particolari congetture, da quello della giovane californiana. Pop raffinato e mai raffazzonato. È complicato l’universo di Julia Holter, allora, ma entrarci può significare non poterne fare a meno. Promesso.

Tracklist
1. Marienbad
2. Our Sorrows
3. In The Same Room
4. Boy In The Moon
5. Für Felix
6. Goddess Eyes II
7. Moni Mon Amie
8. Four Gardens
9. Goddess Eyes I
10. This Is Ekstasis
 
 

Desert Sessions – Vols. 11 ...

Sedici anni dopo gli ultimi segnali di vita, si riaprono i cancelli del Rancho de la Luna. Le Desert Sessions sono ripartite, nonostante ...

Comet Gain – Fireraisers ...

Formatisi agli inizi degli anni 90 e con molte line up che si sono succedute negli anni a venire, i Comet Gain di David Feck tornano dopo ...

Pieralberto Valli – Numen

Pieralberto Valli, Pav, torna a far ascoltare nuovi, particolarissimi, brani musicali nel suo ultimo disco dal titolo “Numen”. Numen è ...

Marianne Mirage – Vite ...

Una riccia fuori dalle righe e unconventional, è così che ci piace definire Marianne Mirage nome d’arte di tutto rispetto attorno cui ...

The Menzingers – Hello Exile

È possibile realizzare un album vivace, intenso e pieno di belle melodie senza mettere in mostra uno straccio di idea originale? Stando ai ...