ROVER
Live @ Circolo Magnolia (Milano, 28/02/2013)

 
Tags:
 

L’esordio di Timothée Régnier, in arte Rover (moniker scelto evidentemente per rendersi irreperibile via internet, al pari di Torres) è stato uno dei migliori del 2012: come già rilevato su queste pagine, un album che scivola (in senso buono) pressoché perfettamente dall’inizio alla fine tra nomi tutelari quali David Bowie o Neil Hannon dei Divine Comedy (io in brevissimi frangenti in certe inflessioni della voce ci sento pure Paul Banks). Per questa ragione e poiché siamo romantic-nerd e preferiamo le guanciotte di Timoteo ai baffi di Taylor Rice, di fronte al dilemma se presenziare al live del primo o a quello dei Local Natives (che suonano la stessa sera al Tunnel) non ci siamo fatti sfuggire l’opportunità di andare a cercare riscontri anche dal vivo circa la bravura del gigante francese dal cuore tenero.

Chi conosce il Circolo Magnolia (che ancora una volta conferma di avere occhio per artisti emergenti di grande qualità) sa che il palco è alquanto ristretto, e qualcuno si sarà sicuramente chiesto se Timothée avrebbe potuto esibirsi agevolmente in piedi. Ce la fa, anche se per poco. Il fatto che si presenti accompagnato dal solo batterista (lui si divide tra chitarra e tastiere) conferisce un’impronta più “blues”, più genuinamente ruvida al concerto. Di conseguenza i pezzi dell’album sembrerebbero inevitabilmente destinati a suonare più asciutti: ciò è vero solo in parte, perché le particelle sonore che si sprigionano nell’aere creano un atmosfera , un’intensità romanticamente e dacadentemente piena e trascinante.

L’iniziale “Queen of the Fools”, infatti, si regge solo sugli accordi sferzanti di chitarra del Nostro, coprendosi d’altra parte di una veste più rock rispetto alla versione su disco. Così, anche “Remember” viene reinventata in chiave rallentata, trasformandosi in una ballata dolente perfettamente riuscita. Una delle note migliori della serata è la voce di Rover, libera di ruggire e risuonare sonoramente, molto più chiaramente e liberamente rispetto alla registrazione in studio. Timothée ama giocare col falsetto, non necessariamente alto: anzi in più di un’occasione profondissimo, baritonale, e ciò accresce il pathos dello snocciolamento dei versi d’amore, frustrazione, delusione e speranza di cui le liriche dei pezzi in scaletta (praticamente quasi tutti quelli dell’album più “Father I Can’t Explain” contenuta nella versione deluxe) si compongono. Salutato ovviamente con giubilo il primo singolo “Aqualast”, nel quale a dir la la verità l’intonazione perde qualche colpo soprattutto quando si tratta di tenere la nota un po’ più a lungo. Nessuna macchia però sulla resa complessiva della performance, impreziosita da una spontanea intesa col pubblico (durante una delle sue chiacchierate apprendiamo che per un periodo ha vissuto nella, parole sue, “quite boring” Lugano) e in particolare da una memorabilmente tenera e autoironica battuta sul proprio peso: dopo “Lou”, Timothée descrive qualcosa – che, perdonatemi, non riesco a ricordare cosa fosse – come “skinny”. Just like me! aggiunge subito dopo, rassicurandoci che I’m workin’ on it.

Insomma, le sue canzoni funzionano anche dal vivo e dimostra di avere gran contatto col pubblico: a Timoteo volevamo bene già prima di questa serata, ora non possiamo che volergliene di più.

Setlist
QUEEN OF THE FOOLS
CHAMPAGNE
REMEMBER (SLOW VERSION)
SILVER
LOU
AQUALAST
FATHER I CAN’T EXPLAIN
LATE NIGHT LOVE
TONIGHT

— Encore —
WEDDING BELLS

 

Viagra Boys – Live @ Link ...

Avevamo già sentito commenti positivi sui concerti dei Viagra Boys e il loro secondo album, “Welfare Jazz”, uscito lo scorso gennaio, ...

Arlo Parks – Live @ Circolo ...

Fresca di nomination per il miglior disco britannico dell’anno con “Collapsed In Sunbeams” arriva finalmente in Italia Arlo Parks, che ...

Efterklang – Live @ Operaen ...

Copenhagen è decisamente fredda questa sera: le temperature si sono abbassate ancora rispetto a ieri e si aggirano ora intorno allo zero, ...

Alva Noto & Anne-James Chaton ...

Alva Noto e Anne-James Chaton hanno presentato anche a Roma, nella cornice dell’Auditorium Parco della Musica “Ennio Morricone”, il ...

Courtney Marie Andrews – Live ...

Ci addentriamo in una fredda Copenhagen in un weekend d’autunno per vedere la bravissima Courtney Marie Andrews, che finalmente sta ...