GO!ZILLA
Grabbing A Crocodile

 
 
6 Dicembre 2013
 

Go!Zilla - Grabbing A Crocodile - Recensione

In neppure due anni di vita i fiorentini dei Go!Zilla hanno inanellato alcuni ep talmente convincenti da spingerli in tournée fuori dall’Italia (partecipando addirittura al Primavera Festival) e realizzare un album di debutto a cui hanno collaborato diverse etichette, dalla conterranea Black Candy (una delle migliori label nostrane attualmente) alla storica Rough Trade che cura la distribuzione internazionale.
Se, ad un primo ascolto, i Go!Zilla potrebbero sembrare due furbastri pronti ad accodarsi all’interminabile sfilza di duo rock’n’roll che tanto van di moda, col passare del tempo ci si può facilmente accorgere che qua non si seguono trend passeggeri, ma si suona con cuore e pancia.

Nei trenta minuti abbondanti di “Grabbing a Crocodile” infatti ci si sposta dal prevedibile gusto garage di partenza a sentori di psichedelia e grunge, abbandonando in più occasioni la minimalista struttura da duo per lasciare spazio a basso e tastiere.
Se la titletrack, posta in apertura e scelta come singolo apripista, ci mostra un’attitudine dannatamente punk già la successiva “See Me Hear Me” si rivela maggiormente sfaccettata, per non parlare poi della sincopata “Magic Weird Jack”, dell’avvolgente “Dazed Dream” o della lancinante “You Got the Eye”. Nel mezzo ovviamente non mancano le classiche sfuriate, il cui giusto è ambiente è soprattutto il live.

Ennesima conferma dello stato di salute dell’underground italiano e delle potenzialità estere di alcuni nostri gruppi, i Go!Zilla sono una delle migliori sorprese del 2013 e questo loro album d’esordio uno dei prodotti più genuini e diretti.

Cover Album

Grabbing A Crocodile
[ Black Candy – 2013]
Similar Artist: garage rock, punk, psychedelic rock
Rating:
1. Grabbing a Crocodile
2. See Me Hear Me
3. I’m Bleeding
4. Magic Weird Jack
5. Roswell, NM
6. Dazed Dream
7. You Got The Eye
8. I Want Her
9. No Man’s Land
10. Get Me Out of Here

Tracklist
 
 

Kevin Morby – Sundowner

Sempre piuttosto puntuale Kevin Morby realizza anche in questo triste 2020 un nuovo LP, il suo sesto solista, che arriva a distanza di ...

Anna von Hausswolff – All ...

Da tempo ormai la fatina svedese Anna von Hausswolff si è incamminata in un sentiero musicale ricco di incrinature, lontana da afflati pop ...

Jónsi – Shiver

C’era una discreta attesa per il nuovo lavoro da solista – a distanza di dieci anni dal suo esordio – di Jón Þor ...

Emmy The Great – April / ...

Era il febbraio 2016 quando Emmy The Great aveva pubblicato il suo terzo LP, “Second Love”: è passato ormai parecchio tempo, la Moss si ...

Working Men’s Club – ...

Abbiamo puntato le luci dei nostri riflettori sulla band di Sydney Minsky-Sargeant sin dai singoli d’esordio, quando la prima ...