TRISTE© FOR BUNNIES #3

 
di
14 Luglio 2014
 

Eccoci ad un nuovo appuntamento con TRISTE© for Bunnies, la nostra rassegna di band tutte da scoprire. Per il caldo, per le lunghe serate estive o per qualsiasi altro motivo pensiate sia il più adeguato.

DINERS

  • Facebook

Usare la parola “surf” vicino ad “Arizona” potrebbe essere quantomeno fuori luogo. Non in questo caso, perchè dal deserto arrivano i Diners e il loro indie-pop di stampo lo-fi che sembra essere più adatto alle spiagge californiane che allo stato del Grand Canion.

“Always Room” è il loro nuovo disco, perfetto per l’estate che avanza.


TROPIC OF YOUTH

Da Sheffield arrivano i Tropic of Youth con il loro EP “Sun City”. Pezzi che arrivano dritti alla testa già dal primo ascolto e che muovono dai riferimenti dell’indie anni ’90 sino alle più recenti produzioni d’oltre manica.

La quasi impronunciabile “Poa Kichizi Kama Ndizi” (che in Swahili vuol dire, più o meno, “cool like banana”) è forse il pezzo che meglio rapprensenta la piacevolissima musica di questa band


LES CRAZY COCONUTS

Indie-Rock, forti influenze elettroniche, ritmiche incalzanti e….una ballerina di tip-tap! Questo è quello che ci propongono i portoghesi (dalla sempre più sorprendente Leira) Les Crazy Coconuts.

Un trio composto da chitarra/tastiere, batteria e il “sapateado” di Adriana Jaulino, per un mix che nonostante possa sembrare azzardato riesce a dar vita ad una produzione estremamente interessante


FLOWER FACE

  • Soundcloud

Dal Canada una giovanissima musicista che ci regala un disco (“homesick”) fatto di semplicità e delicatezza. E di 10 bellissime chicche di indie-pop acustico.

Vena cantautoriale, atmosfere eteree e dreamy, momenti cupi che si alternano a piccole filastrocche agrodolci: tutto questo è Flower Face, che mostra di avere le qualità per far parlare ancora a lungo di sé.


DANNY SHAW

Ancora in attesa di veder uscire il primo EP, Danny Shaw si presenta con il suo indie-folk un po’ scarno ma capace di arrivare dritto all’ascoltatore grazie anche ad un marcato gusto per la melodia. “Cup Of You” è il pezzo che più ci ha colpito e che ci ha fatto ricordare i piatti di scouse che ci siamo mangiati nella sua Liverpool.


Got Something To Say:

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

 

“CPR14” e’ il ...

A poche settimane dalla release del primo singolo “Nubifragio” ecco “CPR14”, ultimo estratto da “Quanto”, il ...

Damien Rice live in Italia per due ...

Torna in Italia Damien Rice con due show a teatro: il 29 marzo 2023 a Milano al Teatro dal Verme e a Udine il 31 marzo 2023 al Teatro Nuovo ...

Cure: ascolta la ristampa di ...

I Cure pubblicano oggi la ristampa che celebra i 30 anni di “Wish” album uscito nel 1992. Questa ricca edizione deluxe contiene ...

Any Given Friday – Ogni ...

È di nuovo venerdì e seguendo la traiettoria del volo di un moscone – dal ronzio più emozionante di tante cose sentite ultimamente ...

Muse: c’è Elisa nelle nuova ...

La collaborazione annunciata ieri dai profili social dell’artista italiana diventa oggi realtà: Elisa è presente con un featuring ...

Recent Comments