TRISTE© FOR BUNNIES #3

 
di
14 Luglio 2014
 

Eccoci ad un nuovo appuntamento con TRISTE© for Bunnies, la nostra rassegna di band tutte da scoprire. Per il caldo, per le lunghe serate estive o per qualsiasi altro motivo pensiate sia il più adeguato.

DINERS

  • Facebook

Usare la parola “surf” vicino ad “Arizona” potrebbe essere quantomeno fuori luogo. Non in questo caso, perchè dal deserto arrivano i Diners e il loro indie-pop di stampo lo-fi che sembra essere più adatto alle spiagge californiane che allo stato del Grand Canion.

“Always Room” è il loro nuovo disco, perfetto per l’estate che avanza.


TROPIC OF YOUTH

Da Sheffield arrivano i Tropic of Youth con il loro EP “Sun City”. Pezzi che arrivano dritti alla testa già dal primo ascolto e che muovono dai riferimenti dell’indie anni ’90 sino alle più recenti produzioni d’oltre manica.

La quasi impronunciabile “Poa Kichizi Kama Ndizi” (che in Swahili vuol dire, più o meno, “cool like banana”) è forse il pezzo che meglio rapprensenta la piacevolissima musica di questa band


LES CRAZY COCONUTS

Indie-Rock, forti influenze elettroniche, ritmiche incalzanti e….una ballerina di tip-tap! Questo è quello che ci propongono i portoghesi (dalla sempre più sorprendente Leira) Les Crazy Coconuts.

Un trio composto da chitarra/tastiere, batteria e il “sapateado” di Adriana Jaulino, per un mix che nonostante possa sembrare azzardato riesce a dar vita ad una produzione estremamente interessante


FLOWER FACE

  • Soundcloud

Dal Canada una giovanissima musicista che ci regala un disco (“homesick”) fatto di semplicità e delicatezza. E di 10 bellissime chicche di indie-pop acustico.

Vena cantautoriale, atmosfere eteree e dreamy, momenti cupi che si alternano a piccole filastrocche agrodolci: tutto questo è Flower Face, che mostra di avere le qualità per far parlare ancora a lungo di sé.


DANNY SHAW

Ancora in attesa di veder uscire il primo EP, Danny Shaw si presenta con il suo indie-folk un po’ scarno ma capace di arrivare dritto all’ascoltatore grazie anche ad un marcato gusto per la melodia. “Cup Of You” è il pezzo che più ci ha colpito e che ci ha fatto ricordare i piatti di scouse che ci siamo mangiati nella sua Liverpool.


 

Jarvis Cocker sta ancora cercando ...

Uno dei più grandi misteri dell’era brit-pop rimane ancora a distanza di anni irrisolto. In una recente intervista al programma radio ...

Guarda Post Malone e Robin Pecknold ...

Tra gli ospiti musicali dell’ultima puntata del Saturday Night Live, condotta da Selena Gomez e andata in onda lo scorso weekend, ...

Le Wet Leg fanno tappa al ...

Le Wet Leg si sono recentemente fermate nello studio di Later… with Jools Holland per eseguire due brani tratti dal loro album di ...

The Smile – A Light for ...

Evidentemente la prima cosa che i fan vorranno sapere e se si tratti o meno di un nuovo disco dei Radiohead. Domanda più che legittima, se ...

Kendrick Lamar – Mr.Morale ...

E alla fine il migliore è tornato. Dopo cinque anni di inattività dal leggendario “DAMN.”, Kendrick Lamar è tornato con il ...