PARQUET COURTS
Sunbathing Animal

 
 
31 Luglio 2014
 

Parquet Courts - Sunbathing Animal

Senza dubbio il terzo disco dei newyorchesi Parquet Courts porta con sé una buona dose di aspettative: si può considerare il quartetto (approdato sotto l’egida della prestigiosa label Rough Trade) come una delle più interessanti next big thing dell’indie americano o semplicemente come i più recenti alfieri di un sound che dall’inizio degli anni ottanta è giunto fino ad oggi (anche se le influenze dei quattro ragazzi guardano pure più indietro con, per esempio, i Velvet Underground citati a più riprese nelle trame di chitarra).

Tutte le attese comunque sono ottimamente ripagate e “Sunbathing Animal” è un disco praticamente ineccepibile: nelle tredici tracce dell’album non troverete nulla di nuovo, certamente, ma dallo scazzo iniziale di “Bodies Made Of” all’etereo commiato della conclusiva “Into the Garden” tutto gira alla perfezione. In questo straordinario mix di urgenza giovanile (stateci fermi voi solle note di “What Color Is Blood?”) si alternano sfuriate punk (o meglio post-punk, vedi “Sun bathing Animal”), ballatone noise (come altro si potrebbe definire “She’s Rolling”), psichedelia slabbrata (“Istant Dissembly”) e ricordi blues (“Ducking & Dodging”) con brevi intermezzi/divertissement a ricordarci di non prendere tutto così seriamente.

Non cambierà le vostre vite sul lungo periodo e forse, durante l’anno, usciranno dischi più nuovi, più memorabili, ma “Sunbathing Animal” è un album fottutamente sincero e generoso, di quelli che fanno bene (a noi ascoltatori e alla musica tutta).

Cover Album

  • Website
Sunbathing Animal
[ Rough Trade – 2014]
Genere: alt-rock, blues-rock, indie-rock, post-punk
Rating:
1. Bodies Made Of
2. Black & White
3. Dear Ramona
4. What Color Is Blood?
5. Vienna II
6. Always Back in Town
7. She’s Rolling
8. Sunbathing Animal
9. Up All Night
10. Instant Disassembly
11. Ducking & Dodging
12. Raw Milk
13. Into the Garden

Tracklist
 
 

WIVES – So Removed

La scena musicale di New York è sempre ricca e generosa nel generare e proporre nuove band ed artisti. Numerose realtà si materializzano ...

Blaenavon – Everything That ...

I Blaenavon, avevano negli anni passati catturato l’attenzione di molti e alimentato le speranze di chi si aspettava da loro grandi ...

L’ultimodeimieicani – Ti ...

Più elettrici e indie rispetto al disco d’esordio, L’ultimodeimieicani con “Ti Voglio Urlare” si pongono a metà tra i Canova e gli ...

Andrea Laszlo De Simone – ...

Un salto nel passato, nient’altro. Uno scenario magico, se vogliamo leggermente fiabesco. Lui che finalmente la salva, da un mostro, un ...

Julie’s Haircut – In ...

A distanza di pochi mesi dall’uscita di “Music from the Last Command” tornano con un album nuovo di zecca i Julie’s ...