ANNA CALVI
Strange Weather EP

[ Domino - 2014]
 
Genere: alternative rock
 
4 Agosto 2014
 

La stupenda Pitonessa delle notti in subbuglio Anna Calvi non può stare ferma senza vessare gli ascoltatori di lussuria e formidabile estetica fisico/artistica, infatti a pochi mesi dal bel “One Breath” torna con un Ep “Strange Weather” dove l’artista londinese (ma di padre Italiano) – con la collaborazione di David Byrne – da suono e canto a cinque cover di una bellezza mozzafiato, tutte in quello stile noir nel quale la Calvi rotola le sue spire ammalianti e maledette, di quel senso ipnotico e stregato che ce la fatta innamorare sin dalla prima nota della sua giovane carriera.

La cantautrice inglese riflette il nero come un cromatismo lucente, un diamante tagliente e sinuoso che affida le istanze dell’eleganza intoccabile ad una interpretazione come sempre impeccabile e tentacolare, e quando il pianoforte minimalista e sulfureo di “Papy pacificy” cover della musicista Tahlia Barnett aka FKA Twigs, l’ossessione intima di “I’m the man that will find you”, rilettura del brano di Connan Mockasin o l’aritmia echeggiante di “Ghost”, successo dei Suicide passano sotto il lettore ottico dello stereo si è presi da uno stato emozionale che ci attacca agli stipiti dell’anima.

La voce di Byrne arriva con la titletrack, meravigliosa rivisitazione della composizione di Karen Ann mentre il finale è tutto per “Lady Grinning soul”, rubino Bowieano del 1973 tratto dall’album “Aladdin Sane”, rubino che sigla un’altra prova di questa Pitonessa assassina che muove le sue arti tra bellezza sbafata e lucida follia. Prosit!

Tracklist
1. Papy pacify (FKA cover)
2. I’m the man , That will find you (feat. David Byrne) (Connan Mockasin cover)
3. Ghost rider (Suicide cover)
4. Strange weather (ft. David Byrne) ( Karen Ann cover)
5. Lady Grinning soul (David Bowie cover)
 
 

Vundabar – Either Light

Vundabar. Wonderful per l’altra evoluzione della lingua anglosassone. Brandon Hagen e Drew McDonald  si conoscono dai tempi del ...

Danzig – Danzig Sings Elvis

Il pluriannunciato e lungamente atteso omaggio di Glenn Danzig a Elvis Presley è finalmente qui. Non se ne sta parlando un granché bene ma ...

Rose City Band – Summerlong

L’anno scorso un po’ in sordina è uscito il primo omonimo album del progetto Rose City Band, nome dietro cui si nascondeva e si ...

Happyness – Floatr

Preceduto dai singoli “Vegetable”, “Seeing Eye Do”, “Ouch (yup)” e “title track” con ...

Darman – Necessità interiore

Arriva il nuovo disco di Darman intitolato “Necessità interiore”, un mix di cantautorato rock ed innovazione che passa pure da qualcosa ...