L’ATTIMO FUGGENTE: 8 SETTEMBRE 2014

 
10 Settembre 2014
 

L’Attimo Fuggente 8 settembre 2014
01. IL SINGOLO DELLA SETTIMANA: The Royal Landscaping Society – Goodbye
02. Allo Darlin’ – History Lessons
03. Junkboy – Release the Sunshine
04. ArtGruppe – Tiger Stripes
05. Red Trees – Seasons
06. Carving Tales – Rainsteps
07. Wednesday’s Wolves – The Stranger’s Waltz
08. Lutine – Sallow Tree
09. Johanna Glaza – Letter To New York
10. Vashti Bunyan – Holy Smoke
11. Jenny Lysander – Giving Thanks
12. Piers Faccini – Dicitencello Vuje
13. River Crombie – Where To Find You
14. David Poe – When I Fly
15. Leonard Cohen – Almost Like The Blues
17. Sam Amidon – Your Lone Journey
18. Memory Drawings – There Is No Perfect Place (Vocal Version)
19. Silver Servants -File Under Bankrupt
20. Graveyard Tapes – The Secret Voices Of People
21. Grouper – Clearing
22. IL NOSTRO BACIO DELLA BUONANOTTE: Max Richter – The Twins (Prague)

L'Attimo Fuggente 8 settembre 2014 by Francesco Amoroso on Mixcloud

IL SINGOLO DELLA SETTIMANAThe Royal Landscaping Society – Goodbye:

The Royal Landscaping Society

The Royal Landscaping Society

The Royal Landscape Society nascono nel 2012 come progetto solista di Cris Romero (chitarre e voce) già membro di band quali Sundae, Shizuka, Wasabi Monster e La Chufa Lisérgica). Partendo da un mix di chitarre cristalline e semplice elettronica, l’idea di Cris è di avvicinarsi al suono e allo spirito malinconico di alcune delle sue band favorite dalla scena indiepop britannica della fine degli anni ’80 / primi anni ’90, come Brighter o The Field Mice. Dopo lunghe riflessioni, nasce una prima canzone per la compilation “Springtime” su Little Treasure (luglio 2012).

Pochi mesi dopo, The Royal Landscaping Society sono invitati a partecipare alla prima edizione della serie di concerti Sofá Underground, nel gennaio 2013, così la lineup si arricchisce e completa con membri provenienti da progetti precedenti: María (Sundae, Wasabi Monster) alle tastiere e Fran (Wasabi Monster, Papel Pintado, Special People Club). Insieme lavorano su nuove canzoni per un crescente repertorio che presentano in un paio di concerti nel corso del 2013.

Alla fine del 2013, la band intensifica il proprio impegno, con l’arrivo di David (Los Catarros) al basso. Guadagnano un po’ di notorietà grazie al loro remix di “(She’ll Come Back) For Indian Summer” degli Alpaca Sports e alla loro partecipazione al Birmingham Popfest nel maggio 2014, dove finalmente presentano un primo demo con tre canzoni.

L’etichetta francese Beko Disques contatta, così, la band per pubblicare quello che sarà il primo mini-album di The Royal Landscaping Society. Programmato per uscire nel settembre 2014, “The Royal Society Landscaping” esce a sorpresa nel mese di luglio 2014, in coincidenza con la partecipazione della band all’Indietracks 2014. Nel giro di un mese tutte le copie fisiche sono esaurite.
Per The Royal Landscaping Society il futuro si presenta roseo e impegnativo: impegnati a preparare le prossime uscite per etichette del calibro di Cloudberry Records, Dufflecoat Records e Beko, vorrebbero, nel 2015, farsi conoscere meglio grazie ad un singolo e un intero album per una delle etichette preferite della band che, tuttavia, al momento, non vogliono rivelare.

In attesa delle tante novità che ci hanno promesso, chiudete gli occhi e fate un tuffo a cavallo tra gli 80 e i 90, ascoltando in streaming “Goodbye”, Singolo della Settimana de L’Attimo Fuggente:

e tutto il loro mini album d’esordio:

L’Attimo Fuggente è una trasmissione radiofonica in diretta, condotta da Francesco Amoroso e Raffaello Russo, che va in onda ogni lunedì, dalle 21:00 alle 23:00 su Radio Città Aperta (88.900 MHz a Roma e nel Lazio) e in streaming (http://radiocittaperta.it/onair). Da oltre quattro anni, attraverso la radio e la propria pagina Facebook, grazie a rubriche, piccoli speciali e monografie in pillole, tantissime anteprime e novità, ma anche recuperi dal passato prossimo e remoto, coinvolgenti live acustici in studio, L’Attimo Fuggente tenta di dare assoluto ed esclusivo risalto alle emozioni nella musica. Le mode, i generi, il successo, vanno e vengono, ma le emozioni che la musica riesce a regalare rimangono per sempre.

Parafrasando il protagonista dell’omonimo film degli anni novanta: Non ascoltiamo e suoniamo musica perché è carino: noi ascoltiamo e suoniamo musica perché siamo membri della razza umana; e la razza umana è piena di passione. Medicina, legge, economia, ingegneria sono nobili professioni, necessarie al nostro sostentamento; ma la musica, la bellezza, il romanticismo, l’amore, sono queste le cose che ci tengono in vita.

 

Quando musica e malattia vanno a ...

La musica e la malattia. Un legame che non funziona solo come “medicina”, perché sulle proprietà curative e lenitive della ...

Oggi “Stato di ...

La fine millennio di Carmen Consoli è stata ricca di soddisfazioni. Una consacrazione per lei, che aveva provato invano a trovare spazio in ...

Oggi “Maxinquaye” di ...

“Lasciate che vi accompagni nei corridoi della mia vita”. Tricky, “Hell Is Round the Corner” Benvenuti nell’Inferno secondo Adrian ...

Oggi “High Voltage” ...

Visto che richiamiamo il 1975 e non il 1976, si fa riferimento all’originaria pubblicazione in Australia, seguita, nello stesso anno, ...

Oggi “Rock ‘n’ ...

Non dovrebbe destar sorpresa un album come “Rock ‘n’ Roll” nella carriera di John, ovvero un accorato tributo al fifties rock, ...