OGGI “KID A” DEI RADIOHEAD COMPIE 15 ANNI

 
di
2 ottobre 2015
 

Giorno di celebrazioni niente male questo 2 ottobre 2015: oggi “Kid A” compie quindici anni.

Non facciamo in tempo a mettere via palloncini e candeline per i vent’anni di “(What’s The Story) Morning Glory”, che è già il turno di nuovi festeggiamenti.

Quindici anni fa esatti veniva ufficialmente pubblicato “Kid A” quarto disco dei Radiohead e successore, responsabilità non da poco, di quel successo planetario, di critica prima che di vendite, che risponde al nome di “Ok Computer”.

Il disco fin dalle prime note, la spiazzante “Everything in Its Right Place”, si impone come l’album della svolta radicale. I Radiohead si aprono ad un nuovo sound dando libero a sfogo ad influenze e ascolti jazz, l’elettronica di casa Warp, kraut-rock, musica classica, le chitarre lasciano il passo a sintetizzatori, drum-machine, onde Martenot (il brano “How to Disappear Completely”), fiati e arrangiamenti orchestrali.

Quello che sembrava sul momento un suicidio artistico, e in tanti in quei mesi lo pensarono, si rivelò ben presto tappa fondamentale di un chiaro e ben definito percorso di sperimentazione capace con gli anni, esempio più unico che raro, di aprire i Radiohead ad un pubblico sempre più ampio (perchè no, anche mainstream) mantenendo intatta la devozione degli ascoltatori della prima ora.

Registrato tra Parigi, Copenhagen, Gloucestershire e la natia Oxford con il fido produttore Nigel Godrich nella sua prima stesura “Kid A” presenta ben 20 tracce. Alcune di queste, estromesse dalla tracklist finale, finiranno in “Amnesiac” quinto disco dei Radiohead pubblicato l’anno dopo.

Senza singoli o video a trainarne la pubblicazione (scelta imposta dalla stessa band) “Kid A” debuttò al primo posto delle classifiche di vendita britanniche e statunitensi (prima volta in assoluto per i Radiohead).

Come per “Ok Computer” i Radiohead con “Kid A” portano a casa un Grammy per “il miglior album alternative” e una nomination come “disco dell’anno”.

“One of the 100 best albums of all time” per il Time (era il 2006), “the greatest album of the 2000s” per Rolling Stone e Pitchfork e sempre il Rolling Stones piazza il disco al 67º posto nella lista dei 500 migliori album della storia.

Radiohead – “Kid A”
Data di pubblicazione: 2 Ottobre 2000
Registrato: Gennaio 1999 – Aprile 2000
Tracce: 10
Lunghezza: 49:57
Etichetta: Parlophone, Capitol
Produttori: Nigel Godrich, Radiohead

Tracklist:
1. Everything in Its Right Place – 4:11
2. Kid A – 4:44
3. The National Anthem – 5:50
4. How to Disappear Completely – 5:55
5. Treefingers – 3:42
6. Optimistic – 5:16
7. In Limbo – 3:31
8. Idioteque – 5:09
9. Morning Bell – 4:29
10. Motion Picture Soundtrack – 7:01

Ascolta per intero “Kid A”:

 

The Weekender: ascolta gli album di ...

Da qualche anno ormai il venerdì è il giorno della settimana consacrato alle uscite discografica. Quale migliore modo allora per ...

Oggi “Like A Prayer” di Madonna ...

A rendere davvero indimenticabile il quarto album prodotto da Madonna sono i suoi innumerevoli contrasti. Nelle undici tracce di “Like A ...

Ernesto Razzano omaggia Ian ...

di Ernesto Razzano “La copertina di Aqualung” è forse il mio primo ricordo che ha a che fare con la musica. Da piccolo, cercavo ...

Oggi “The Ideal Crash” ...

Qualche mese fa i dEUS hanno deciso di festeggiare il ventesimo compleanno di “The Ideal Crash” con un lungo tour europeo che toccherà ...

Oggi “Seven Swans” di ...

Il 16 marzo 2004 Sufjan Stevens pubblicava il favoloso “Seven Swans”. Un album capace di narrare intricate storie sacre a suon di banjo. ...