ALEX G
Beach Music

[ Domino - 2015 ]
8
 
Genere: lo-fi
Tags: ,
 
22 ottobre 2015
 

Alexander Giannascoli è un songwriter di 22 anni, originario di Fishtown, quartiere simbolo della working class di Philadelphia. Nonostante la sua giovane età e senza nessuna presunzione è giunto ormai al suo settimo album. Ma andiamo per gradi. Come tanti adolescenti, dissimula le proprie inquietudini giovanili scrivendo canzoni, rinchiuso nella sua cameretta come fosse uno studio di registrazione.

Così comincia a caricare queste sue prime composizioni su Bandcamp, sotto il nome di Alex G. Inizia a farlo dal 2010, appena diciassettenne con del pop-shit, come lui stesso lo definisce. Seguiranno altri upload e una pubblicazione importante, “DSU” per la Orchird Tapes, che gli vale apprezzamenti bipartisan di pubblico e di critica. Da fine 2014 alla scorsa primavera, questo giovane genio stacanovista si rinchiude nella sua cameretta per creare un nuovo lavoro dal titolo Beach Music, edito dalla Domino Records, che gli mette a disposizione Jacob Portrait (bassista dei Unknown Mortal Orchestra) per il missaggio dell’album. “Beach Music” diventa così un lavoro finito, dal delicato sapore lo-fi, che incuriosisce e coinvolge come in “Bug” – il primo singolo – che fa pensare a degli acusmatici Modest Mouse.

In “Salt” sembra di ascoltare Connan Mockasin, in “Thorns”, “Mud” e “Ready” un indimenticabile Elliott Smith, mentre con “In Love” si riconosce l’influenza stilistica e di spirito di Daniel Johnston. Troppi paragoni che non devono spaventare l’ascoltatore, perchè la purezza di Alex G è quella di un diamante che ha deciso di rimanere grezzo.

Tracklist
1. Intro
2. Bug
3. Thorns
4. Kicker
5. Salt
6. Look Out
7. Brite Boy
8. In Love
9. Walk
10. Mud
11. Ready
12. Station
13. Snot
 
 

Ride – This Is Not A Safe ...

Ricordo nitidamente di aver letto (altrove, ça va sans dire) un paio d’anni fa una recensione, composita nel lessico quanto scevra ...

Mannequin Pussy – Patience

Certe band vogliono solo veder bruciare il mondo. I Mannequin Pussy, per il momento, si accontentano di osservare compiaciuti il bel ...

Russian Circles – Blood Year

Una chitarra, un basso, una batteria, zero parole. Ai Russian Circles bastano pochissimi elementi per dar forma a un suono sì compatto e ...

Ra Ra Riot – Superbloom

Quinto album per gli eclettici Ra Ra Riot, primo dopo il divorzio dalla storica etichetta Barsuk. Una separazione che non sembra aver ...

PAWS – Your Church On My ...

Il loro terzo album, “No Grace” (2016), era stato prodotto da Mark Hoppus dei Blink 182 e li aveva portati su territori punk-pop: dopo ...