I FLEET FOXES ROMPONO IL SILENZIO. PRESTO UN NUOVO DISCO ?

 
Tags:
di
30 Novembre 2015
 

Nell’aprile dell’anno scorso Robin Pecknold, voce e leader dei Fleet Foxes, aveva ufficialmente ‘congelato’ i progetti futuri della sua band annunciando il suo desiderio di finire il corso di laurea presso la Columbia University. Ad oggi è da circa quattro anni, tanto è passato dalla pubblicazione dell’ultimo “Helplessness Blues”, che non abbiamo ‘buone nuove’ sul ‘collettivo’ americano.

Da ieri però sembra che i Fleet Foxes si siano rimessi in moto.

Ieri sulla pagina ufficiale facebook della band è apparsa una cover realizzata dallo stesso Robin Pecknold con il collaboratore di lunga data il batterista Neal Morgan:

“Out Of Sight, Out Of Mind” è una cover della band R&B sixties Five Keys ed è stata annunciata dagli stessi Fleet Foxes: Happy holidays – here’s a cover

Subito dopo sempre su facebook la band ha cambiato l’immagine profilo della propria pagina facebook aggiungendo una foto di “Bad Habits” dipinto di Philip Guston.

Non sappiamo se qualcosa realmente bolle in pentola, se i Fleet Foxes hanno deciso di chiudere la ‘pausa riflessiva’, quello che ci rimane di fare è quindi rimanere in fiduciosa attesa di ulteriori aggiornamenti.

Credit Foto: Danishdrummer [Public domain], via Wikimedia Commons

 

Italia 90 @ Covo Club (Bologna, ...

Sabato sera con i colori della Union Jack ben tatuati sulle pareti del Covo Club di Bologna: dopo le esibizioni degli anglo-bolognesi ...

Mary Lattimore – Live @ Sala ...

È forse la prima, vera serata di tarda primavera napoletana, in cui i profumi si mischiano e la luce, testarda, proprio non vuole cedere ...

Guarda suonare i Fontaines D.C. a ...

Dopo aver pubblicato ad aprile il loro ottimo terzo album, “Skinty Fia“, i Fontaines D.C. sono in tour per promuoverlo. Durante ...

Dal 21 al 24 luglio torna Apolide ...

Quattro giorni no-stop di musica, spettacoli dal vivo e tanto altro immersi nella natura, tra i boschi nel cuore del Piemonte, per ...

“Penso fermamente che in ...

Carla, per il sottoscritto, rappresenta qualcosa di più di una semplice musicista. Io e lei non ci siamo mai visti, ma abbiamo avuto più ...