L’ATTIMO FUGGENTE 14 DICEMBRE 2015

 
17 Dicembre 2015
 

01. Il Nostro Singolo della Settimana: Kesang Marstrand – Something To Prove You Right
02. Caoilfhionn Rose – Wild Anemones
03. Tiny Ruins & Hamish Kilgour – King’s County
04. Claire Cronin – Proof Of Names
05. Joan Shelley – Wine And Honey
06. Dawn Landes & Piers Faccini – Heaven’s Gate
07. I Am Oak – Volcano
08. James Hoffman – Naturally
09. Dylan LeBlanc – Cautionay Tale
10. Small Feet – Bend Towards The Light
11. Little Wings – Light Brang
12. Steven James Adams – Togetherness
13. Owen – Critical Condition
14. Long Beard – Suburban Sunset
15. Villagers – My Lighthouse
16. Elvy – A Lovely Bird
17. The Last Morning Soundtrack – Echoes Of Our Days
18. Mothers – it Hurts Until It Doesn’t
19. Armaud – May
20. Birch & Meadow – Only You
21. Danielle Fricke – Cicadas
22. Birds Of Passage – These Things Don’t Matter Now
23. Nighttime – Milk, Blood
24. IL Nostro Bacio della Bonanotte: Flying Saucer Attack – Beach Red Lullaby

IL SINGOLO DELLA SETTIMANAKesang Marstrand – Something To Prove You Right:

kesang marstrand

Kesang Marstrand

Kesang Marstrand, cantautrice di origini euro-asiatiche (madre danese, padre tibetano) nata e cresciuta a Woodstock, tra le verdi vallate della Ulster County, si trasferisce con la famiglia nel caos della frenetica New York quando è poco più che una bambina. A New York da inizio alla propria carriera musicale, ma le circostanze della vita la portano a viaggiare per il mondo. Dopo anni trascorsi in Tunisia, è tornata a New York, dove ha inciso il suo nuovo album, “For My Love” a distanza di cinque anni dal suo predecessore “Our Myth”. Al suo attivo altri due album: il delicato e sorprendente esordio di “Bodega Rose” e la raccolta di lullabies scritte di proprio pugno “Hello Night”. Un picking gentile e una voce suadente e morbida rappresentano il cuore della musica di Kesang, che dosa con parsimoniosa grazia la scarna strumentazione di cui si avvale: per lo più voce e chitarra intente a disegnare raffinati bozzetti acustici. Nel nuovo lavoro, tuttavia, la sei corde viene a volte sostituita da morbidi synth che rendono il cantato di Kesang ancora più ultraterreno, avvicinando il suono delle sue canzoni al dreampop più etereo. ”Bastano poche note della sua musica per essere immediatamente rapiti e trasportati, senza preamboli o sovrastrutture di sorta, in un mondo incantato”, dicevamo qualche anno fa. E, alla luce del nostro nuovo singolo della settimana, “Something To Prove You Right” (sentito per la prima volta dal vivo qualche anno fa sul palco di Unplugged in Monti) non possiamo che “concordare con noi stessi”.

L’Attimo Fuggente è una trasmissione radiofonica in diretta, condotta da Francesco Amoroso e Raffaello Russo, che va in onda ogni lunedì, dalle 21:00 alle 23:00 su Radio Città Aperta (88.900 MHz a Roma e nel Lazio) e in streaming (http://radiocittaperta.it/onair). Da oltre quattro anni, attraverso la radio e la propria pagina Facebook, grazie a rubriche, piccoli speciali e monografie in pillole, tantissime anteprime e novità, ma anche recuperi dal passato prossimo e remoto, coinvolgenti live acustici in studio, L’Attimo Fuggente tenta di dare assoluto ed esclusivo risalto alle emozioni nella musica. Le mode, i generi, il successo, vanno e vengono, ma le emozioni che la musica riesce a regalare rimangono per sempre.

Parafrasando il protagonista dell’omonimo film degli anni novanta: Non ascoltiamo e suoniamo musica perché è carino: noi ascoltiamo e suoniamo musica perché siamo membri della razza umana; e la razza umana è piena di passione. Medicina, legge, economia, ingegneria sono nobili professioni, necessarie al nostro sostentamento; ma la musica, la bellezza, il romanticismo, l’amore, sono queste le cose che ci tengono in vita.

 

“Gigaton” e la ...

di Elena Castagnoli Sono tempi difficili, amplificati da un virus che attanaglia il mondo, costringe alle mura domestiche e a circondarsi ...

Album e Festival posticipati e/o ...

Tanti sono gli eventi live che sono stati cancellati a causa della difficile situazione sanitaria mondiale. Festival internazionali che sono ...

Oggi “A.M.” degli Wilco ...

Finita l’avventura degli Uncle Tupelo, alle metà degli anni ’90, Jay Farrar metterà su i Son Volt, mentre l’altro ...

Oggi “2020 Speedball”dei ...

Strano come le parole acquistino col tempo significati diversi. Prendiamo l’inizio dell’energica “2020” che con le sue chitarre ...

Oggi “King For A Day…Fool ...

I mesi a cavallo tra la fine del 1994 e l’inizio del 1995 furono alquanto turbolenti per i Faith No More. Una volta raggiunto quello che ...