L’ATTIMO FUGGENTE 4 GENNAIO 2016

 
10 Gennaio 2016
 

Speciale Festive Fifty (dalla posizione 24 alla prima)
01. House Of Wolves – Beautiful Things
02. The Arctic Flow – Daffodils
03. Lucky – Below Our Window
04. Kesang Marstrand – Somehting To Prove You Right
05. Elephant Micah – No Underground
06. Julia Kent – Invitation To The Voyage
07. This Is The Kit – Bashed Out
08. Louise Le May — Cassandra
09. Tiny Ruins & Hamish Kilgour – Hurtling Through
10. Weyes Blood – In The Beginning
11. Father John Misty – I Love You Honeybear
12. Lorna – In Amber
13. Lightning In A Twilight Hour – The Pattern Room
14. Julia Holter – Sea Calls Me Home
15. Beach House – Majorette
16. Chantal Acda – The Sparkle In Our Flaws
17. Aisha Badru — Navy Blues
18. Jenny Lysander – Blackbird
19. Kristin McClement — Drink Waltz
20. The Revolutionary Army of the Infant Jesus — A Crowd of Stars
21. Sufjan Stevens – Fourth Of July
22. Low — Lies
23. Sufjan Stevens — No Shade In The Shadow Of The Cross
24. Sufjan Stevens – Should Have Known Better

La Canzone dell’Anno degli ascoltatori de L’Attimo FuggenteSufjan Stevens – Should Have Known Better:

sufjan

Sufjan Stevens

Trasmissione speciale dedicata ai “Festive Fifty”, le 50 canzoni più amate dagli ascoltatori de L’Attimo Fuggente. Il 2015 è stato dominato dalle donne, ma Sufjan Stevens l’ha fatta davvero da padrone occupando, con le canzoni tratte dal suo “Carrie & Lowell” ben tre delle prime quattro posizioni. Per fortuna i vecchi leoni Low hanno spezzato la sua egemonia. Ecco la lista completa dei nostri “Festive Fifty”, così come votata dai nostri amatissimi ascoltatori:

Festive Fifty 2015
01. Sufjan Stevens – Should Have Known Better
02. Sufjan Stevens —No Shade In The Shadow Of The Cross
03. Low — Lies
04. Sufjan Stevens – Fourth Of July
05. The Revolutionary Army Of The Infant Jesus — A Crowd Of Stars
06. Kristin McClement — Drink Waltz
07. Jenny Lysander – Blackbird
08. Aisha Badru — Navy Blues
09. Chantal Acda – The Sparkle In Our Flaws
10. Beach House – Majorette
11. Julia Holter – Sea Calls Me Home
12. Lightning In A Twilight Hour – The Pattern Room
13. Lorna – In Amber
14. Father John Misty – I Love You Honeybear
15. Weyes Blood – In The Beginning
16. Tiny Ruins & Hamish Kilgour – Hurtling Through
17. Louise Le May — Cassandra
18. This Is The Kit – Bashed Out
19. Julia Kent – Invitation To The Voyage
20. Elephant Micah – No Underground
21. Kesang Marstrand – Somehting To Prove You Right
22. Lucky – Below Our Window
23. The Arctic Flow – Daffodils
24. House of Wolves – Beautiful Things
25. Boduf Song – Last Song Save Me
26. Daughter – Doing The Right Thing
27. Palisades – The Morning Rain
28 Villagers — Hot Scary Summer
29. Weyes Blood – Cardomom
30. Chantal Acda – Homes
31. Slow Meadow – A Farewell Sonata
32. Heirloom – Epilogue
33. Small Feet – All And Everyone
34. The Weather Station – Loyality
35. The White Birch – Winter Bride
36. Monk Parker – Sadly Yes
36 ex-aequo. James Blackshaw – Confetti
37. My Autumn Empire – Death Song
38. The Innocence Mission – Blue And Yellow
39. Mouth 4 Rusty – If You Were My Punishment
40. Amy Bezunartea – Friends Again
41. Julien Baker – Sprained Ankle
42. The Leaf Library – Walking Backwards
43. The Silence Set – Worry, Glory
44. Robin Bacior – Missing Ships
45. Laura Marling – Walk Alone
46. Heather Woods Broderick – Up In The Pine
47. The Leisure Society – Tall Black Cabins
48. The Last Morning Soundtrack – As Lonely As I Am
49. Alela Diane & Ryan Francesconi – The Sun Today
50. Scott Matthew – Ruined Heart

L’Attimo Fuggente è una trasmissione radiofonica in diretta, condotta da Francesco Amoroso e Raffaello Russo, che va in onda ogni lunedì, dalle 21:00 alle 23:00 su Radio Città Aperta (88.900 MHz a Roma e nel Lazio) e in streaming (http://radiocittaperta.it/onair). Da oltre quattro anni, attraverso la radio e la propria pagina Facebook, grazie a rubriche, piccoli speciali e monografie in pillole, tantissime anteprime e novità, ma anche recuperi dal passato prossimo e remoto, coinvolgenti live acustici in studio, L’Attimo Fuggente tenta di dare assoluto ed esclusivo risalto alle emozioni nella musica. Le mode, i generi, il successo, vanno e vengono, ma le emozioni che la musica riesce a regalare rimangono per sempre.

Parafrasando il protagonista dell’omonimo film degli anni novanta: Non ascoltiamo e suoniamo musica perché è carino: noi ascoltiamo e suoniamo musica perché siamo membri della razza umana; e la razza umana è piena di passione. Medicina, legge, economia, ingegneria sono nobili professioni, necessarie al nostro sostentamento; ma la musica, la bellezza, il romanticismo, l’amore, sono queste le cose che ci tengono in vita.

 

Album, concerti e Festival ...

Tanti sono gli eventi live che sono stati cancellati a causa della difficile situazione sanitaria mondiale. Festival internazionali che sono ...

Le origini del Punk – Parte ...

Introduzione Se New York ha vissuto la genesi del punk (leggi l’articolo), sarà la città di Londra che rappresenterà la ...

Oggi “Mer De Noms” ...

Una fenice in grado di risorgere puntualmente dalle sue ceneri, di inglobare sonorità e tendenze apparentemente estranee al suo storico ...

Oggi “Wishville” dei ...

Ricordo come se fosse ieri l’uscita di “Wishville”, peraltro difficile dimenticare le devastanti critiche che si portò ...

Oggi “Demon Days” dei ...

Nella vita di un musicista può capitare di sentire l’esigenza di mettersi veramente in gioco, battendo nuove strade del tutto diverse ...