L’ATTIMO FUGGENTE 18 GENNAIO 2016

 
25 Gennaio 2016
 

01. Il Nostro Singolo Della Settimana: Plastic Animals – Burial Party
02. DIIV – Under The Sun
03. Living Hour – Seagull
04. Air Formation – On The Floor
05. Chestnut Bakery – Saturaday Afternoon
06. Pete Astor – Perfect Life
07. Dylan Leblanc – Man Like Me
08. Robin Adams – Darkest Dream
09. Ian Fisher – Nero Live At L’Attimo Fuggente
10. Ian Fisher – Invisible Cities Live At L’Attimo Fuggente
11. Ian Fisher – Just Like A Stranger Live At L’Attimo Fuggente
12. Ian Fisher – Ramblin’ Man Live At L’Attimo Fuggente
13. Ralegh Long – Gulls Hovering
14. The Galleons – How To Make A Shadow Breathe
15. Murals – Long Bridge
16. Modern Studies – Ten White Horses
17. Mortal Tides – Winter To Spring
18. Dancing Years – 0040
19. Library Tapes – Feathers
20. Zazie Von Einem Anderen Stern – Komm
21. Il Nostro Bacio Della Buonanotte: Swod – Patinage

IL SINGOLO DELLA SETTIMANAPlastic Animals – Burial Party:

plastic animals

Plastic Animals

I Plastic Animals, quartetto di Edimburgo che incide per la encomiabile Song, by Toad, hanno speso due lunghi anni di intenso e scrupoloso lavoro per perfezionare il loro album di debutto, “Pictures From The Blackout”, una raccolta di brani freschissimi e infusi di shoegaze e krautrock. Alcune delle canzoni più lunghe e articolate, che fanno da contraltare a due o tre potenziali singoli immediati e dai ritornelli letali, sono esempi perfetti di quello che la band stessa definisce “atmospheric punk rock sludge”. A prescindere dalle categorizzazioni e dagli accostamenti (ma se ne dovessimo azzardare uno diremmo a metà strada tra Unknown Mortal Orchestra e Teenage Fanclub), i Plastic Animals riescono a infondere, nel loro album d’esordio, originalità e personalità, pur nel solco già tracciato dell’indie rock. “Burial Party”, il nostro singolo della settimana, al di là del funereo titolo, è un numero di pop rock di alta scuola, irresistibile e di impatto fulmineo.

L’Attimo Fuggente è una trasmissione radiofonica in diretta, condotta da Francesco Amoroso e Raffaello Russo, che va in onda ogni lunedì, dalle 21:00 alle 23:00 su Radio Città Aperta (88.900 MHz a Roma e nel Lazio) e in streaming (http://radiocittaperta.it/onair). Da oltre quattro anni, attraverso la radio e la propria pagina Facebook, grazie a rubriche, piccoli speciali e monografie in pillole, tantissime anteprime e novità, ma anche recuperi dal passato prossimo e remoto, coinvolgenti live acustici in studio, L’Attimo Fuggente tenta di dare assoluto ed esclusivo risalto alle emozioni nella musica. Le mode, i generi, il successo, vanno e vengono, ma le emozioni che la musica riesce a regalare rimangono per sempre.

Parafrasando il protagonista dell’omonimo film degli anni novanta: Non ascoltiamo e suoniamo musica perché è carino: noi ascoltiamo e suoniamo musica perché siamo membri della razza umana; e la razza umana è piena di passione. Medicina, legge, economia, ingegneria sono nobili professioni, necessarie al nostro sostentamento; ma la musica, la bellezza, il romanticismo, l’amore, sono queste le cose che ci tengono in vita.

 

“Gigaton” e la ...

di Elena Castagnoli Sono tempi difficili, amplificati da un virus che attanaglia il mondo, costringe alle mura domestiche e a circondarsi ...

Album posticipati e annullati ...

Tanti sono gli eventi live che sono stati cancellati a causa della difficile situazione sanitaria mondiale. Festival internazionali che sono ...

Oggi “A.M.” degli Wilco ...

Finita l’avventura degli Uncle Tupelo, alle metà degli anni ’90, Jay Farrar metterà su i Son Volt, mentre l’altro ...

Oggi “2020 Speedball”dei ...

Strano come le parole acquistino col tempo significati diversi. Prendiamo l’inizio dell’energica “2020” che con le sue chitarre ...

Oggi “King For A Day…Fool ...

I mesi a cavallo tra la fine del 1994 e l’inizio del 1995 furono alquanto turbolenti per i Faith No More. Una volta raggiunto quello che ...